TMB-Monte Rite - Messner Mountain Museum

Salita e discesa dal Monte Rite, la montagna più panoramica del Cadore: si affronta prima il passo Cibiana quindi lo sterrato regolare e pedalabile verso il Museo Messner. Dalla cima si scende sui single track tecnici e divertenti della Val Inferna, imboccando poi i sentieri poco battuti di Arsiera e del torrente Cervegana

Link: http://www.themtbbiker.com/monte-rite---messner-mountain-museum.html


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

Dr. Jekyll

11.08.2012 21:30

Percorso oggi con Giada. Confermo appieno la perfetta descrizione. La salita alla come del Monte Rite è piuttosto lunga ma non faticosa, con fondo molto facile. Fa un poco ridere il cartello all'inizio della salita "bici a passo d'uomo", quando poi sfrecciano i furgoncini navetta sollevando solo polvere, ma che ci vuoi fare...è il turismo della poca fatica e delle circonferenze addominali abbondanti.
Bello il panorama dalla cima, che si apre sul versante opposto sulla Val Boite.
Molto bello il single track in discesa, a tratti troppo tecnico per noi: ci ha costretto a qualche tratto a piedi e frequenti discese dalla bici per superare qualche ostacolo in modo "precauzionale".
Segnaliamo solo che in Val Inferna, alla fine della ampia strada sterrata iniziale, si deve girare bruscamente a destra e guadare. Le piogge, forse i lavori in corso, hanno reso molto difficile il portare la bici in basso dalla strada al torrente e poi su dall'altra parte: le due "rive" sono molto malmesse e ripide. Come descritto, successivamente si deve procedere per un tratto difficilmente visibile tra la vegetazione, ed i ponticelli di legno che si trovano sono uno spostato e mezzo travolto da un albero caduto, tutti e due piuttosto marci: occorre procedere con cautela, ma a piedi si passano senza difficoltà.
Molto suggestivo il paese di Arsiera.
Per chi volesse, è possibile non parcheggiare a Fornesighe ma anche più avanti sulla SP347: poco prima di dove il percorso si biforca si trova uno spiazzo piuttosto ampio sulla destra, ombreggiato. Se trovate posto per lasciare l'auto qui, vi risparmiate un altro tratto di salita su asfalto.
Insomma: un bel giro.
Ciao
Stefano e Giada
link
edit/delete

Speedydoc

19.07.2014 20:21

Fatto oggi con amico. Splendido giro non particolarmente duro che permette d'arrivare in cima al monte Rite, che ha forse uno dei panorami sulle dolomiti più belli in assoluto. Godibilissima anche la discesa che presenta è vero qualche difficoltà tecnica e che richiede un po' d'esperienza e di calma. Soprattutto abbiamo dovuto scendere per superare diversi ostacoli dovuti a piccole frane e/o alberi abbattuti probabilmente dai maltempi dello scorso inverno. A causa d'una foratura non siamo riusciti a fare la parte di Arsiero. Bel giro, da rifare.
link
edit/delete

motonico

28.09.2014 08:11

Bel giro ,fatto ieri con una splendida giornata di sole ,per che volesse farlo attenzione a prendere il sentiero 478 comincia con una frana ,quindi è molto difficile da vedere ,sopratutto perchè la strada che ti porta giù è larga e scorrevole .Il sentiero è molto tecnico ,vi consiglio di abbassare la sella ,poi ci sono frane franette e alberi caduti.
Poi non siamo riusciti ad andare ad Arisero ,ho provato in due punti ma è impossibile guadare il fiume ,da una parte un albero e dall'altra non si vede dove riparte il sentiero .Consiglio di andarci da subito ,per vedere dall'altra parte se continua.
In ogni caso da provare, e fermatevi a mangiare al rifugio sotto il museo ,ne vale la peno ,ma sarà aperto da ottobre solo nel fine settimana .
Per chi beve tanta acqua fate scorta prima di iniziare a salire ,fini al museo non ci sono fontanelle.
link
edit/delete

Jack 76

22.07.2015 07:10

Qualcuno ha fatto recentemente questo giro? Visto che si parla di frane e franette volevo capire se è percorribile. Grazie
link
edit/delete

130300

24.08.2015 21:04

la salita lunga e abbastanza monotona ha poi offerto una discesa entusiasmante.
rifugio molto bello (consigliata sosta, anche se caro). museo poco degno di nota, panorama stupendo e discesa a tratti in ambiente unico ed incontaminato.
da ricordare il borgo di Arsiera, vera chicca dell'itinerario.
grazie
link
edit/delete

giuseppebrollo

03.08.2019 21:04

Giro molto bello. Panorama fantastico dalla vetta. Bello il sentiero in discesa e complimenti per il lavoro di ripristino dopo la tempesta Vaia. Invece il secondo anello non mi è sembrato percorribile. Subito all'inizio dello sterrato vari schianti impedivano l'accesso. Speriamo sistemino anche questo tratto.

Infos

Inserito da
the.mtb.biker
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
12.11.2011
Località
Via Ruis, 29, 32012 Forno di Zoldo BL, Italia
Regione
Veneto
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
3h30m
Distanza
27,6km
Dislivello
1250
Difficoltà tecnica
4 / 5
Condizione fisica
3 / 5
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
689
Downloads
159
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors