TMB-Tofana di Rozes - Falzarego Supertrail

Nell’imponente e grandiosa mole delle Tofane, la cima più spettacolare e scenografica è sicuramente quella della Tofana di Rozes: la sua caratteristica forma a piramide, insieme alle pareti rocciose quasi verticali, la rendono un inconfondibile punto di riferimento della Conca Ampezzana e meta preferita di escursionisti ed arrampicatori.

Ulteriori informazioni a questo link.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

pes

01.09.2013 16:20

Fatto il 31/08/13. Il Falzarego supertrail è qualcosa di imperdibile. Concordo sul fatto che sia una delle più belle discese della zona; dentro c'è di tutto: tecnico, flow, guadi, fango, rilanci e chi più ne ha più ne metta, il che rende la discesa non proprio una passeggiata (a fronte anche della sua lunghezza). Quest'anno ho avuto la fortuna di trovarlo meno umido dell'ultima volta e il divertimento è stato stellare!
La salita dal Dibona sui ghiaioni del Valon de Tofana è piuttosto impegnativa: fondamentale cercare il fondo migliore per proter procedere in sella il più possibile, ma alcuni passaggi a spinta saranno obbligatori.
Il sentiero dal Valon de Tofana verso la forcella Col dei Bos me l'aspettavo più pedalabile (fatta a piedi ormai parecchi anni fa), peccato, ma l'ambiente è spettacolare ed il passaggio sotto la Tofana di Rozes in mtb mi mancava.
Sottolineo l'attenzione richiesta in un paio di passaggi stretti ed esposti lungo il 404 su terreno friabile, dove la mtb contribuirà a rendere ulteriormente difficoltoso il transito.
Grazie a TMB per la traccia!
link
edit/delete

nick rivers

11.09.2015 13:11

In aggiunta al commento che mi ha preceduto segnalo due cose:
1) in un paio di punti del sentiero 404, in particolare quello nei pressi del punto più alto, ci sono dei fronti di frana che hanno reso ancora più stretto e difficile il passaggio anche solo a piedi, immaginatevi con una mtb in spalla. A mio avviso sarebbe meglio scegliere un altro passaggio ma se proprio dovete, mi raccomando di utilizzare, oltre al criterio, scarponcini adeguati (io fino al mese prima giravo ancora con delle semplicissime scarpette Decathlon, in quel caso probabilmente sarei tornato indietro)
2) Dopo aver superato la malga Piezè de Parù, nell'ultimo tratto, la traccia dapprima attraversa la strada, poi si immette in un sentiero che da questa primavera, causa lavori di posa di tubature, non è più praticabile: si risolve proseguendo dritto per il sentiero appena imboccato, superare un ponte e pochi km dopo ci si ricongiunge con la traccia originale.
Confermo comunque che è un giro bellissimo. Mi raccomando scegliete un periodo secco perché il ST finale tende ad essere sempre molto umido e le numerose radici non aiutano.
link
edit/delete

pes

15.07.2016 09:31

Visto l'aggiornamento di nickrivers, qualcuno conosce la ciclabilità del sentiero 412, che corre circa 300m più a valle del 404? Grazie.
link
edit/delete

DIRT RIDER

19.07.2016 09:06

giro "doloMitico"
sul traverso sotto la tofana di rozes (404) c'è poco da pedalare, purtroppo, ma comunque ciò non toglie nulla alla bellezza del giro.
probabilmente il sentiero 412 citato da pes è più ciclabile del 404, ma onestamente non credo che cambi molto....
il Supertrail dal Falzarego fino a Cortina è molto carino, ma non bello come me lo aspettavo a causa di continue interruzioni (ponticelli più che altro) che costringono a scendere dalla bici.
io l'ho fatto con un enduro, ma è decisamente più adatto ad AM leggere.
link
edit/delete

davidebiddo

23.08.2016 14:55

Fatto due volte in una settimana perchè la discesa (sentiero 424) vale veramente la pena
link
edit/delete

@lberto

11.09.2017 08:59

Fatto la discesa del "Supertrail" venerdì scorso, a chiusura della traccia del Giro delle Tofane. La discesa è molto bella e varia, oltrechè molto lunga.
Ho trovato fortunatamente un buon fondo, umido solo in pochi punti, quindi mi sono divertito al massimo.
Confermo la presenza di alcuni ponticelli (peraltro non in ottime condizioni) che obbligano a scendere di sella, ma niente di così fastidioso.
Il tratto sopra citato interessato dalla posa di una condotta forzata, ora è percorribile, anche se effettivamente non si vede molto bene una vera e propria traccia e bisogna necessariamente affidarsi al GPS, ma si tratta davvero di un tratto molto breve.
Bellissimo l'ultimo pezzo di discesa, nei pressi della vecchia condotta forzata fuori terra.

Infos

Inserito da
the.mtb.biker
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
07.07.2013
Località
Viale Bonacossa, 32043 Cortina d'Ampezzo BL, Itali
Regione
Veneto
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
5h00m
Distanza
34,9km.
Dislivello
1510m.
Difficoltà tecnica
5 / 5
Condizione fisica
4 / 5
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
462
Downloads
91
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors