Pasubio - Traversata dal Lancia al Papa

Giro fantastico che attraversa il Pasubio in senso orario salendo prima al Rifugio Lancia e poi verso il Rifugio Papa attraversando i luoghi della memoria.

Il primo tratto in discesa è purtroppo su asfaltato. Da Pian delle Fugazze si scende verso Rovereto. Invece di seguire la strada principale si svolta a sinistra verso Camposilvano e poi sotto la diga di Specchieri. Strada affascinante e sicuramente meno frequentata.
Giunti in località Valmorbia contrà Dosso (650mt) inizia il sentiero che porta a Forte Pozzacchio http://it.wikipedia.org/wiki/Forte_Pozzacchio
Poi discesa su una stupenda se pur breve mulattiera a Pozzacchio, quindi stradina panoramica di Pian del Levro con l'omonimo monastero verso Boccaldo da cui inizia la salita verso Giazzera (1100mt) e l'avvicinamento al Rifugio Lancia (1825mt) su una bellissima mulattiera.
Dopo una meritata sosta al rifugio si prosegue per la mulattiera che diverrà poi sentiero che con alcuni tratti a spinta porta verso Bocchetta delle Corde (1900mt).
Poi bellissimo stretto sentiero in quota verso Sella del Roite (2080mt) godendo di un incredibile panorama sulla sottostante Vallarsa, il Gruppo del Carega e il Pasubio con Cima Palon a dominare lo sfondo.
Il sentiero prosegue per Sella del Piccolo Roite(2111mt) e Selletta del Groviglio(2077mt) dove si cambia versante e si può ammirare il tipico brullo ma affascinante paesaggio del Pasubio con sullo sfondo l'Altopiano di Folgaria e l'Altopiano di Asiago. Si riesce a stare in sella per gran parte del tracciato anche se a volte si è obbligati a scendere e portare la bici in spalla per brevissimi tratti.
Si arriva poi al Monumento ai caduti delle Sette Croci dove il pensiero và ai giovani militari Italiani ed Austriaci che hanno sacrificato la propria vita per la Patria. Altro che bici!
Giunti poi alla Selletta Comando e la chiesa S.Maria si incontra la mulattiera che porta velocemente al Rifugio Papa (1928mt).
Si può quindi scegliere se scendere per la strada degli Scarubbi, che costringerà però a risalire a Pian delle Fugazze dai 900mt di loc.Ponte Verde oppure scendere direttamente per la bellissima Strada degli Eroi che riporta velocemente a Pian delle Fugazze.

ANNOTAZIONI:
Ho scelto di effettuare il giro in senso orario per evitare la lunga e noiosa salita della Vallarsa, pur sapendo che salendo prima verso Forte Pozzacchio e poi alla Sella del Roite ci sarebbe stato da spingere la bici in alcuni tratti. Preferisco di gran lunga fare dei tratti a piedi che pedalare su bitume...
Comunque alcuni tratti lo stare in sella dipenderà dall'abilità del biker nei tratti tecnici.
Fatta in senso antiorario forse si rimane più in sella, però c'è tanto asfalto in salita verso Pian delle Fugazze.

Sentiero stretto ed esposto tra Bocchetta delle Corde e Sella del Roite necessita di concentrazione.

In data 29.09.2011 il sentiero e la strada d'accesso a Forte Pozzacchio era chiusa per lavori... noi siamo passati lo stesso...


Come arrivare al punto di partenza

Passo Pian delle Fugazze da Rovereto o da Valli del Pasubio.
Parcheggio libero nei pressi dell'inizio della strada degli eroi. Gli altri sul passo sono a pagamento.

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

Stefano565

04.10.2011 15:25

Ci sei stato da solo? L'ideale e' farla al contrario e scendere da bocchetta Foxi.
In due si lascia un auto a Foxi e una a Pian delle Fugazze....ma la discesa Foxi merita questa alternativa. Comunque bravo, e' sempre un bel giro
link
edit/delete

Oscar

04.10.2011 16:01

Da solo non lo farei... eravamo in tre.
Conosco bocchetta foxi, merita per il divertimento ma molto meno per il paesaggio, visto che sei stretto in una valle.
Mi attizzava l'idea di fare un tour completo del Pasubio, anche perchè la zona del Forte, Pozzacchio e Pian del Levro offrono paesaggi incantevoli sulla val d'Adige. Poi la salita al Lancia tra alpeggi e boschi di larici, soprattutto in autunno è fantastica.
Grazie
link
edit/delete

max6567

04.10.2011 21:58

Se hai la gamba e vuoi fare un giro indimenticabile sul Pasubio(e piccole dolomiti),prova a fare questo giro che ho fatto questa estate con due amici:Passo Xon,Staro,Staro mille,Pian delle Fugazze,strada degli Eroi,rif.Papa,rif.Lancia,bocchetta Foxi,Parrocchia di Vallarsa,Speccheri,Obra,strada incompiuta per Campogrosso,malga Campogrosso,sentiero Gresele(154),Passo Xon.Sei ore pedalate per 2500metri di dislivello,ma tutte le discese su sterrato,un vero spasso!.....Purtroppo non ho il gps,altrimenti l'avrei inserito.....Ciao e complimenti per il giro
link
edit/delete

MikeTV

09.10.2012 14:55

La prima parte che porta a Dosso è tutta su asfalto in discesa (saranno 15 km) poi inizia un sentiero in salita con sassi grossi che porta al Forze Bozzacchio (30/40 minuti da fare quasi completamente piedi a meno che non abbiate una ktm). Poi c’è una discesa di 5 minuti su sterrato fino al suddetto forte.
Da qui si ricomincia su asfalto in salita per un’altra oretta, oretta e mezza fino a trovare la mulattiera (1 ora su sterrato in salita tutta pedalabile) che porta al rifugio Lancia. Questo e l’unico tratto che ho gradito.
Dal Lancia si va a bocchetta delle Corde. Qui si riesce a pedalare per qualche metro, poi tutto a piedi (30/40 minuti e più).
Dalla bocchetta delle Corde a Sella del Roite c’è un tratto pedalabile, ma se si sbaglia qualcosa le conseguenze sono terribili. Io quel tratto l’ho fatto con prudenza, spesso scendendo di sella (preferisco camminare che rischiare di ammazzarmi).
Dalla Sella del Roite fino alla selletta comando si riesce a pedalare nella prima parte (esposta e necessita prudenza), mentre nell’ultima assolutamente no.
La strada degli Eroi è una comune mulattiera senza alcuna difficoltà.

In definitiva il tracciato presenta decisamente troppo asfalto e decisamente troppi tratti da spingere la bici. Dalla descrizione pensavo che il giro fosse tutta un’altra cosa, evidentemente il mio concetto di mtb è molto diverso da chi ha postato questo itinerario.
Dalle note si legge < Preferisco di gran lunga fare dei tratti a piedi che pedalare su bitume...> cosa che mi ha totalmente fuorviato pensando che ci fossero pochi tratti su asfalto (in realtà sarà più del 50%) e qualche tratto a piedi (sarà il 20%).
La pedalabilità in salita su sterrato è ridotta alla sola mulattiera che porta al Lancia.
Spero che questa descrizione chiarisca la tipologia del percorso e possa aiutare qualche sprovveduto come me a scegliere con maggiore saggezza.
link
edit/delete

Oscar

09.10.2012 16:09

Come spesso accade nei giri in montagna si leggono commenti di questo tipo. Ritengo che i tratti da fare a piedi dipendono molto dalle propria capacità tecniche e dalla MTB utilizzata. Il tratto in discesa su asfalto è descritto e comunque studiando la traccia GPS lo si può anche evincere.
Giusto per fare un esempio con la mia vecchia Epic da Dosso a forte Pozzacchio avrò fatto a piedi 5min... ma può anche essere che dall'anno scorso si sia rovinato maggiormente il sentiero, quindi è giusta la segnalazione.
Dal Lancia nella descrizione del percorso ho scritto della presenza di alcuni tratti a spinta... e come detto in precedenza il "quanto" dipende dalle proprie capacità.
In fin dei conti si pedala su sentieri di montagna tra creste, selle e passi e non sempre risulta tutto agevole. Se poi uno non digerisce il dover scendere dalla bici oppure si sente insicuro a causa di sentieri stretti e/o esposti e non si conosce la morfologia della montagna meglio informarsi prima.
Io di norma se vado a pedalare su montagne con non conosco scarico la traccia, la studio e magari cerco di informarmi prima. Non carico la traccia nel GPS e via...

A me il Pasubio piace così tanto che quest'anno ci sono tornato due volte, una percorrendo la "classica" (scarrubi+eroi) in notturna e l'altra raccogliendo il consiglio di MAX6567 percorrendo in senso antiorario le cime sopra descritte (SPETTACOLARE!):
http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/7982
link
edit/delete

MikeTV

12.10.2012 17:41

Non metto in dubbio che ci sia gente molto più brava di me sia in salita che in discesa e in tutto quello che vuoi. Il mio commento è solo un punto di vista fatto da una persona che ha valutato in base alle proprie capacità. Magari non tutti sono forti come te e qualcuno ha piacere sentire anche altri tipi di commenti.
Vedo che mi consigli di informarmi prima di andare a pedalare. Anche se avessi sovrapposto la traccia a una cartina (cosa che non tutti sanno fare) di sicuro non avrei visto quanto grossi erano i sassi sul sentiero, mentre per i tratti esposti eri stato chiaro e sapevo a cosa andavo incontro. Posso fare quelli e quelli molto peggiori usando la giusta prudenza. Forse pensavo fossero un po’ più soft, ma per saperlo dovevo andarci. E poi c’era il tuo commento. Come vedi avevo tutte le informazioni possibili, anzi averne di più mi avrebbe anche tolto il bello dell’esplorazione (che personalmente reputo molto importante).
link
edit/delete

matteo0284

06.08.2013 21:41

Il giro è abbastanza lungo e impegnativo. Tra rif. Lancia e rif. Papa non ce storia. Bici in spalla e tanta pazienza, qualsiasi via si percorre non è adatto alle bici . Per il resto bellissimi paesaggi e comunque molta strada su asfalto.
Consiglio se si lascia la macchina a Ponte Verde, scendere per gli Scarubbi che è molto piu divertente della strada degli Eroi.
link
edit/delete

ALMHUT

23.07.2014 19:23

Fatto oggi concordo con MikeTV.

Infos

Inserito da
Oscar
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
04.10.2011
Località
Passo Pian delle Fugazze
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
4-5
Distanza
60
Dislivello
1900
Difficoltà tecnica
medio
Condizione fisica
media
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
2255
Downloads
309
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors