Monte Bar - il tour definitivo

Ho già caricato diversi itinerari sul Monte Bar, questo però li riunisce quasi tutti in un estasi da singletrack più unica che rara. Il primo è lungo 10,5 km, il secondo 6,7 km, con panorami fantastici verso il lago di Lugano.

Si parte da Tesserete e si segue la strada asfaltata fino a Certara, con pendenze ideali per scaldarsi. Finito l'asfalto, la carrareccia si inerpica fino alla Capanna San Lucio con pendenze abbastanza impegnative. E poi si comincia a ballare: da qui parte un sentiero tutto in costa con dei saliscendi dove un reggisella telescopico è ideale fino a Piandanazzo. L'intero sentiero è al di sopra del bosco quindi la visuale è indisturbata.

Da Piandanazzo si potrebbe tirare dritti sulla sterrata verso la Capanna Monte Bar, ma si perderebbe la seconda parte del sentiero, quella in discesa, una cosa semplicemente fantastica: flow a manetta, paesaggioni montuosi, fino ad arrivare ad una sterrata. La si segue per un brevissimo tratto in salita, poi la si cavalca in discesa fino all'asfaltata che sale da Tesserete in direzione Capanna Monte Bar. 250 metri di dislivello ed il gioco è fatto: si arriva al Motto della Croce, da dove partono gli altri 6,7 chilometri di sentiero prima fluido poi tecnico poi di nuovo fluido fino ad arrivare a Tesserete.

**** Nuovo! Oltre il definitivo: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18333 ****
+++Altra novità: passare dalla parte nord del Monte Bar. 25 km di singletrack non stop da San Lucio a Tesserete (si devia a Piandanazzo): https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18877 +++


Come arrivare al punto di partenza

Parcheggiare presso il campo sportivo di Tesserete (cartelli)

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

swgo

06.05.2011 18:36

se ci fosse un buco nello spazio-tempo, che permettesse di scendere su Signora e ricomparire in cima alla salita, al bivio per Piandanazzo, sarebbe la perfetta perfezione.
link
edit/delete

ronzinante

23.05.2011 10:20

Fatto sabato 21 maggio, primo giro MTB in val colla dopo l'emigrazione dall'ossola alla brianza. Un giro davvero molto bello. al parcheggio del campo sportivo un cartello restringeva la sosta ai soli utilizzatori dell'impianto, per evitare sorprese ho parcheggiato vicino alla chiesa. La traccia è molto utile nella seconda parte della discesa, impedendo di sbagliare presso un paio di deviazioni.
link
edit/delete

swgo

23.05.2011 10:31

ciao Ronzinante, dall'Ossola dove? io vado "spesso" a Malesco.
link
edit/delete

ronzinante

23.05.2011 10:46

Proprio di vigezzo, di Re per la precisione. Avevo scritto un po di itinerari tra ossola e vallese, nella vecchia sezione dei roadbook, ma allora ero privo di GPS. Emigrato causa lavoro+matrimonio.
link
edit/delete

swgo

23.05.2011 13:51

quest'estate tornerai su? magari organizziamo, e comunque se vieni in Ticino fammi sapere, io abito a Bellinzona (Nord).
saluti!
link
edit/delete

stilgar

28.06.2011 12:17

fatto domenica...mi mancava la discesa da motto della croce (il traverso da s.lucio verso il bar l'avevo già fatto, idem la discesa da piandanazzo)...la discesa da motto della croce è veramente carina e la preferisco a quella di piandanazzo perchè è più varia, veloce poi tecnico poi ancora veloce...
resta uno dei giri più belli fatti in zona...e per chi abita vicino a tesserete non sottovaluteterei, se avete poco tempo a disposizione, di salire direttamente verso il bar e scendere da motto della croce, un solo up e un solo down, ma di livello ;-)
link
edit/delete

gigiogigi

28.06.2011 17:00

Vado controcorrente ma IMVHO la discesa dal motto della croce nella prima parte (fino all'Alpe Davrosio) proprio non mi piace: passaggi troppo veloci con sassi che impongono l'uso dei parastinchi e protezioni al telaio. Meglio scendere su asfalto fino a Borisio e deviare lì (ci si ricongiunge poi al sentiero che scende da Gola di Lago).
Ovviamente preferisco la discesa da Piandanazzo;-)
link
edit/delete

marco

28.06.2011 18:11

ma dai, scendere su asfalto, che affronto ;-)
link
edit/delete

gigiogigi

28.06.2011 22:08

Beh, tra scendere 1km su asfalto o salirne 2... ;-P
link
edit/delete

bramarb

03.07.2011 21:12

Completamente d'accordo con Marco.
Fatto ieri ed oggi con un gruppo di 6 amici, pernottando a San Lucio (Capanna Svizzera).
I giorno - Salita da Sonvico, a tratti lungo il percorso 66, con una deviazione su sterrato - pendenze sostenute - nei bei boschi, verso Madonna d'Arla.
Poi cantonale e a Piandera di nuovo "fuori" sino al San Lucio.
II giorno - Sentiero MTB n. 17 da San Lucio a Piandanazzo con lo splendido n. 20, verso Coticiasca e deviazione per Alpe Musgatina con risalita al Motto della Croce.
Il pezzo in salita per rimontare verso il Motto della Croce è fatica trascurabile di fronte alla goduria che si prova facendo il n. 20 da Piandanazzo.
DIscesa dalla croce verso Alpe Davrosio e pezzo asfaltato in discesa fino a Gola di Lago per godersi il primo tratto - quello di Zalto. Discesa sul versante orientale, Bolla, Sorè - ricongiunzione con itinerario di Marco, a Pian Passamonte - e giù fino a Tesserete.
Finale verso Sonvico passando per Dino dal sentiero pedonale che in discesa si riesce a fare quasi tutto in sella. Dopo aver superato il ponte, la salita è invece a spinta.
link
edit/delete

aledabomb

16.08.2011 17:11

volendo aggiungere un pò di fatica, sapete se è fattibile salire al monte Gazzirola passare dal sasso Basciotta e scendere al monte Cucco?, giusto per aumentare un pò di dislivello..... non conosco assolutamente la zona.. non mi dispiace spallare, anzi ci godo, ma l'importante è che ci sia la discesa meritevole
grazie
link
edit/delete

aledabomb

16.08.2011 20:04

ho capito male il giro... quindi arrivato al s. lucio continuo fi al monte Gazzirola e poi scendo fino alla fine del traverso... è possibile?
link
edit/delete

gigiogigi

17.08.2011 22:06

Dal S. Lucio salita fino al rifugio Garzirola, poi in qualche modo arrivi alla croce, da lì alla vetta vera e poi scendi lungo la cresta fino alla cima Moncucco e quindi a Piandanazzo. Fattibile, ma non necessariamente divertente... Io ho un vago ricordo (l'ho fatto una sola volta 5 anni fa e un motivo ci sarà) ma ho in mente di aver ripiegato per un qualche motivo verso l'alpe pietrarossa e la discesa era oscena (complici i cavalli che avevano ravanato per bene il sentiero, come del resto hanno fatto sotto Davrosio).
link
edit/delete

modoloale

28.08.2011 22:29

Qualcuno di voi avrebbe una mappa digitale della Svizzera da inserire nel mio TwoNav Sportiva?

Grazie

Ale
link
edit/delete

modoloale

17.10.2011 09:50

Fatto ieri. Meteo fantastico. Grandissimo giro. Sentieri in ottime condizioni!!

Lo consiglio vivamente!

Ale
mtbsanremo
link
edit/delete

ale-b

19.10.2011 14:19

Sarebbe da pazzi scendere su Signora e poi risalire a Piadanazzo e proseguire il tour?
link
edit/delete

marco

19.10.2011 14:20

no, si fa tranquillamente: http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/3980
link
edit/delete

ale-b

19.10.2011 14:23

Si, avevo visto proprio quello; visto che ho appena fatto la discesa su Signora e mi è piaciuta tantissimo, stavo pensando di fare un tour completo questo week end. Non vorrei però diventasse una maratona micidiale tanto da non gustarsi la discesa finale.
link
edit/delete

ale-b

19.10.2011 14:59

Meglio la discesa su Signora o quella da Piandanazzo fino alla sterrata sopra Corticiasca?
link
edit/delete

gilvaganudo

22.11.2011 22:11

grazie veramente per il tour completo.fatto domenica con clima e compagnia perfetta.il trail dal monte croce è davvero fico!!!
link
edit/delete

gattodellenevi

07.12.2011 22:30

Fatto oggi,giro veramente lungo ed impegnativo ma ottimi panorami.
Diciamo che x farlo in 3,30 ore bisogna essere dei mandrake,io (che non mi sembra di essere proprio fermo) con pause corte e qualche foto ne ho impiegate 5.
Peccato x la discesa da Piandanazzo a Corticiasca veramente bella ma troppo corta!!

P.S: x il parcheggio consiglio quello del centro sportivo che si trova poco più avanti.


link
edit/delete

OvomaX

02.03.2012 21:13

Il prossimo fine settimana saro' a Maroggia(da Firenze) e cercando tra gli itinerari questo e' quello che piu' mi ha attizzato,volevo sapere se e' percorribile di sti tempi,c'e' neve?In caso non lo fosse mi potete indicare qualche alternativa in zona?Grazie!!
link
edit/delete

swgo

04.03.2012 20:36

venerdi ho fatto Tesserete-Motto della Croce e discesa: il giro completo non credo proprio sia praticabile, vediamo come evolve la meteo sta settimana?
link
edit/delete

gigiogigi

04.03.2012 23:26

Beh, domani forse nevica in alto... la strada verso il S. Lucio temo non sia molto pedalabile adesso (neve), poi anche per la traversata fino a Piandanazzo ci sarà qualche piccolo nevaio da passare (ma poca roba a occhio). Infine anche la discesa verso Corticiasca in alcuni punti resta in ombra e quindi rischia di esserci ancora neve.
link
edit/delete

OvomaX

07.03.2012 20:34

Come non detto....visto che si tratta di una breve vacanza la moglie mi ha messo di fronte ad una scelta:o porti la bici o porti me....la risposta per fortuna mi e' morta in gola....sara' per la prossima.Grazie comunque
link
edit/delete

swgo

07.03.2012 21:01

eh infatti il tempo sara' splendido!
link
edit/delete

aledabomb

07.03.2012 21:05

sicuro della scelta?:-)
link
edit/delete

OvomaX

11.03.2012 21:31

Sicuro della scelta?!?!Mi sono ritrovato a fare il lungo lago (splendido comunque)con la citybike dello zio,con tutto il ben di dio che c'e' li intorno...mi arrivavano delle fitte al fegato ogni volta che alzavo la testa...monti dappertutto..."aaaa se avessi portato la mountainbike"mi fa lui,"qui saresti impazzito".Non ti preoccupare zio sto impazzendo lo stesso.. sob...
link
edit/delete

UppeR

01.04.2012 13:33

Fatto ieri... dalla croce è stata dura. Raffiche di vento che venivano giù dal monte rendevano impossibile eseguire i tratti trialistici. Già in marcia si avvertiva lo spostamento verso il "vuoto"; vi lascio immaginare quando si era a velocità "zero" in equilibrio precario sulle rocce.

Il sentiero al momento è veramente pieno zeppo di ogni detrito immaginabile... lo sciogliersi delle nevi ha reso il terreno veramente insidioso.

Sicuramente da rifare.

Quoto il livello tecnico: DIFFICILE (sul serio)

Il livello fisico, dipende da come uno la prende... visto che non c'era nessuno che mi correva dietro, ieri ho affrontato la salita con estremissima calma turistica.

Se posso dare un voto:

PAESAGGIO: 8+ (ne vale la pena)

DIFFICOLTA' TECNICA IN DISCESA: 9+ (avrei dato 10 se ci fossero stati salti stile Rampage)

DIFFICOLTA' TECNICA IN SALITA: 6 (si tratta solo di pedalare)







link
edit/delete

marco

02.04.2012 08:56

o upper, sei l'unico che l'ha trovato così difficile, vedi commenti sopra. Forse dovresti affinare la tua tennica di guida ;-)
link
edit/delete

UppeR

02.04.2012 12:27

Ammetto i miei limiti sul tecnico, ma in certi punti proprio non trovavo via d'uscita :(

Se lo rimetti in programma nelle tue prossime uscite, fammi un fischio; mi farebbe piacere vedere come si eseguono certi passaggi :)
link
edit/delete

marco

03.05.2012 16:58

a tutti quelli che hanno fatto quest'itinerario: per il 2012 eccovi la nuova variante http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/7224

Più lungo, e ancora più sentieri!
link
edit/delete

franco24

13.05.2012 16:25

Ciao raga
Giro fatto ieri (16 maggio 2012), spettacolare, non ci sono altre parole per descriverlo.
Confermo tutto quanto, salita su asfalto lunga ma piacevole, salita alla capanna san Lucio su sterrata con "rampazze" a tratti impegnative e due discese bellissime: la prima, very flow, la seconda lunghissima, alterna tratti tecnici a tratti flow. Panorami spettacolari. Da ripetere
link
edit/delete

LancillottoMBC

17.07.2012 00:14

Farlo di questo periodo presenta dei problemi? Ad esempio vegetazione, od altro?
link
edit/delete

swgo

17.07.2012 07:25

direi proprio di no, al massimo qualche pedone e un po' di cacca di mucca.
link
edit/delete

LancillottoMBC

21.07.2012 20:26

Fatto oggi assieme ad amici; a parte il fatto che sei un trattore per riuscire a fare un giro simile senza soste e in 3 ore e mezza! A parte quello, splendido.
Single da goduria, il traverso panoramico veramente notevole; non ho chiuso tutti in sella (3 passaggi con il cavallo che rifiuta l'ostacolo..) a scendere e due rampette del traverso idem. Però veramente ganzo!
Noi, con sosta cibo e sosta acqua e varie soste foto, fatto in sei ore, di cui quattro abbondanti di pedalata
link
edit/delete

RS

18.10.2012 13:14

Domanda: è ancora godibile se fatto in questi giorni o meglio rimandare a quando torna il caldo?
link
edit/delete

marco

18.10.2012 13:17

da domani lo fai tranquillamente, ora splende il sole e la neve se ne è andata
link
edit/delete

RS

18.10.2012 13:41

Ottimo, grazie mille!
link
edit/delete

RS

22.10.2012 19:32

Giro completato ieri! Giornata a dir poco spettacolare, un clima così mi sa che ce lo scorderemo per qualche mese...
Per quanto riguarda l'itinerario mi è piaciuto molto: tosto sia in salita che in discesa ma nulla di impossibile, basta farlo al proprio ritmo; personalmente consiglio una bella full per goderlo appieno.
Purtroppo c'erano dei tratti da fare a piedi causa disboscamento nella prima discesa da Piandanazzo.
Sicuramente da rifare...
link
edit/delete

lasvegas

01.11.2012 12:37

Qualcuno sa dirmi se percorrendolo domani 2/11/2012 c'è rischio di sentieri fortemente innevati? Ci sono punti ristoro sul percorso? Grazie.
link
edit/delete

gigiogigi

01.11.2012 21:45

Fortemente innevati no, lingue di neve sì. Ieri è nevicato sopra i 1600m. Punti di ristoro aperti non so, l'itinerario passa dalla capanna S. Lucio dove probabilmente non ci sarà nessuno (e poi sei all'inizio) e allungando l'itinerario prima di scendere da Piandanazzo o prima di scendere verso Gola di Lago puoi passare alla capanna del monte Bar, 0041 91 966 33 22.
link
edit/delete

lasvegas

01.11.2012 21:54

Perfetto grazie domani mi fondo!!!!!
link
edit/delete

marco

05.11.2012 16:03

condizioni perfette, niente neve
link
edit/delete

lasvegas

05.11.2012 18:36

Smentisco, da capanna san lucio verso motto della croce siamo stati rallentati parecchio da depositi solo lungo il sentiero, abbiamo dovuto puntare su sterrata verso il mtto della croce senza fare la prima discesa + risalita per mancanza di tempo, bel giro, ma la discesa del Tamaro verso Lugano rimane sempre la migliore...
link
edit/delete

marco

05.11.2012 18:47

L'ho fatta oggi ;-)
Ieri ha piovuto fino a 1800
link
edit/delete

gigiogigi

05.11.2012 18:49

@lasvegas: OGGI niente neve e giornata bellissima, l'ultima perturbazione con quota neve altissima ha pulito tutto ;-). Non facendo la discesa da Piandanazzo già togli una bella fetta di divertimento!
link
edit/delete

marco

05.11.2012 19:53

fra l'altro ora la discesa da Piandanazzo è libera, i taglialegna se ne sono andati
link
edit/delete

lasvegas

05.11.2012 21:27

Peccato. Salendo al motto della croce e andando al contrario verso capanna San Lucio, da li poi ci sono discese interessanti?
link
edit/delete

timpano

14.07.2013 19:46

fatto ieri. Giro stupendo, panorami incantevoli. O almeno credo, visto che c'era nebbia, umido e nuvole basse e non si vedeva neanche la cima del Bar, figuriamoci i laghi. Rifugio San Lucio ribattezzato Rifugio Savini.
Trovate due vipere, ora non ci sono piu'.
Single track spettacolari.
Da rifare, con piu' fresco e piu' visibilità.
link
edit/delete

ventofreddo

15.07.2013 11:21

Fatto sabato con l'amico Timpano che, al contrario di me, è più matto. La salita è stata godibile finché era asfalto, mentre nel tratto sterrato, tra pendenze proibitive e fondo non compatto, ho toccato il limite.
Il tratto di cresta presenta parti filanti ed altre con bici a spinta od a spalla.
La discesa mi stava piacendo, poi però ho tagliato un copertone ed il divertimento è finito... peccato.
Giro complessivamente molto impegnativo - dal mio punto di vista - e da fare nelle stagioni intermedie per godere anche del panorama. In estate la foschia impedisce quasi sempre di ammirare i panorami.
link
edit/delete

marco

15.07.2013 11:22

bici a spalla? Ma dove?
Oggi non c'è una nuvola e vedreste tutto il panorama ;-)
link
edit/delete

ventofreddo

15.07.2013 13:43

Beh, nel tratto di cresta ci sono dei punti non propriamente pedalabili, e in uno è stato necessario spallare. Roba da un minuto.
link
edit/delete

marco

15.07.2013 13:59

Ora che ci penso: non si va in cresta, é solo un lungo traverso e l'unico punto non pedalabile é l'attraversamento di un ruscello. Dove siete andati?
link
edit/delete

ventofreddo

15.07.2013 14:36

Quello. Ho scritto cresta impropriamente, intendevo il tratto sommitale.
link
edit/delete

elsoin

17.08.2013 13:40

Fatto ieri.
Veramente bello,pero a S.Lucio abbiamo avuto la sorpresa di trovare una festa con 100ntinaia di persone belle" carburate" di rosso+decine di suv e mezzi motorizzati che rovinavano un po'.
Al Motto della Croce il gps ha fatto tilt abbiamo sbagliato sentiero: siamo scesi dritti sotto la croce x i prati,poi un traverso immerso nelle felci dei bei ripidoni sassosi e siamo arrivati a delle baite ,indicazione Monti di Rovedo, poi su sentieri tra baite e belle radure siamo arrivati comunque a Tesserete tutto veramente molto bello.
Domanda: ci siamo persi il più' bello??
link
edit/delete

marco

17.08.2013 14:13

la discesa dalla croce che avete fatto non é male, ma l'altra é meglio
link
edit/delete

MatteoP

13.05.2014 09:25

L'ho fatto Sabato o meglio ci abbiamo provato...
Il giro prometteva non bene, di più! Purtroppo due slavine (ancora tanta neve) bloccano il primo single track in saliscendi che parte dalla capanna S. Lucio. la prima l'abbiamo superata spallando, la seconda era troppo ripida e larga e non ce la siamo sentiti e siamo tornati indietro.
Peccato che non avevamo una discesa alternativa e siamo rientrati dalla stessa strada della salita. Un vero spreco.

Giro da rifare, panorama da urlo così come i prezzi del cibo al rifugio svizzero :)
link
edit/delete

marco

21.05.2014 15:26

Fatto oggi. Ci sono 3 valanghe da attraversare. 1 è piccolissima e sparirà a giorni, le altre due sono più grandi ma non creano problemi. Il sentiero che scende da Piandanazzo ora è pulito. Giro in grandi condizioni, una goduria.
link
edit/delete

swgo

21.05.2014 15:58

yuppi!
link
edit/delete

swgo

21.05.2014 15:58

hanno segato gli alberi?
link
edit/delete

salitomania

08.06.2014 22:42

Fatto oggi, caldo assurdo! Ci sono ancora due residui di valanghe da attraversare con cautela per non finire nel canalone sottostante, per il resto condizioni ottime su tutto il percorso. Lungo la discesa da Piandanazzo sono ancora in corso lavori forestali (qualche albero di alto fusto da attraversare, ma senza grossi problemi). Lungo la discesa dal Motto della Croce ero talmente cotto che ho perso la traccia originale, che ho recuperato più sotto ... Secondo me questo giro rende meglio in autunno/primo inverno, da ritornarci....
link
edit/delete

federico.b

14.06.2014 21:45

aggiornamento slavine:
la prima oggi si attraversava ... da sotto. Si entra dall'uscita del torrente di fusione per uscire 3 metri più sopra per riprendere il sentiero
la seconda ha il fronte proprio sul sentiero, bisogna scendere con attenzione al torrente e risalire un paio di metri dall'altra parte.
La terza , la più grande ma con poca pendenza, si attraversa senza problemi.

Sul sentiero da Piandanazzo hanno praticamente terminato i lavori, è rimasto un solo albero da scavalcare.

Sul giro è già stato detto tutto, ottimo itinerario ...ma ormai lo sappiamo già tutti :-)
link
edit/delete

gigiogigi

01.01.2015 18:44

Fatto oggi... a parte alcuni punti in cui servono i ramponi (senza è stata veramente dura, parlo della traversata S. Lucio - Piandanazzo) semplicemente magnifico. Inutile sperare che si sciolga il ghiaccio nei prossimi giorni, è veramente impressionante.
link
edit/delete

marco

01.01.2015 21:20

dove esattamente? Nei canaloni dove ci sono i ruscelli?
link
edit/delete

gigiogigi

01.01.2015 23:22

Dove c'erano le valanghe (i due canaloni più grandi) e in generale in tutte le vallette. In uno dei posti dove c'era una valanga si può aggirare come si aggirava la neve (scendendo), in un altro punto più verso Piandanazzo ho dovuto arrampicarmi diversi metri sopra il sentiero aggrappandomi a ciuffi d'erba. Insomma, con dei ramponi (o quegli accessori chiodati da mettere sotto le scarpe chiodate) veniva molto più facile. Altre lastre scendendo da Piandanazzo e sotto il motto della croce si aggirano facilmente.
link
edit/delete

fabietto1974

19.04.2015 22:31

Ciao a tutti, fatto oggi il giro. Veramente molto bello, faticoso e a tratti molto tecnico.
Sull'ultima rampa asfaltata per il motto della croce ho veramente visto san Pietro. Attenzione alla discesa da Piandanazzo, sono venuti giù molti alberi e a volte li vedi all'ultimo!!
Tempo totale giro: 7 ore!
Una bella giornata, senza contare la garona del Vale...
link
edit/delete

gigiogigi

20.04.2015 09:18

Segnalo qualche passaggio non proprio banale su ponti di neve tra S. Lucio e Piandanazzo, visto che Fabietto ha sorvolato...
link
edit/delete

fabietto1974

20.04.2015 14:32

magari avessi potuto sorvolare i passaggi sulla neve...
confermo quello che dice gigiogigi: sicuramente con le scarpette da mtb camminare sulla neve in pendenza non è il massimo e, se non bastasse, con le gambe rotte dai continui "strappetti" di questo tratto!!
link
edit/delete

Frig

01.07.2015 17:52

Fatto oggi, giro molto bello e traccia utilissima, soprattutto nella seconda parte.
Tempo: 5 ore, tre e mezzo mi pare davvero tanta roba!
Di flow, per come lo intendo io, ne ho visto pochetto. Uno degli utenti che ha commentato si rammaricava di aver messo giu' il piede ben tre volte...( !!!)
Sei il mio eroe, voglio stringerti la mano!
link
edit/delete

fabietto1974

03.07.2015 10:01

l'unico tratto flow è la discesa da Piandanazzo. Purtroppo quando l'ho fatto io (aprile 2015) ho trovato molti alberi caduti che ostruivano il sentiero...
link
edit/delete

claudio.monaco

18.09.2015 13:54

Fatto alla fine di Agosto il giro mi è piaciuto moltissimo , i sentieri sono proprio svizzeri , tenuti benissimo . Il saliscendi S. Lucio-Piandanazzo col caldo (è tutto esposto a sud col sole battente) è stato , almeno per me , piuttosto faticoso e lo è stato anche perchè fatto con una enduro non dal peso piuma . Ma è con una enduro che ci si gode in pieno la discesa non difficile che scende da Piandanazzo e soprattutto la discesa finale che è però a tratti difficilina . Forse proprio per questa sua difficoltà , mai esagerata , mi è risultata essere molto bella (ma mai pericolosa) . Prendetevi la giornata , non è una "passeggiata" ; fate conto , tutto compreso , se non proprio del doppio di ben di più delle 3 ore e mezza dichiarate (che sono calcolate senza soste da uno "che va" mica male , come lo è il Marco T). Traccia GPS indispensabile . Non crediate di poterlo fare solo con una cartina ed il vostro intuito .
link
edit/delete

manfrebg

24.10.2015 17:34

Giro fatto ieri in compagnia di un amico. I colori autunnali sono uno spettacolo e i sentieri sono bellissimi. Ci abbiamo messo 4 ore abbondanti con tutte le pause del caso. Prima discesa super flow, seconda discesa con prima parte lenta con pietre smosse e seconda parte divertentissima nel bosco. Un giro bellissimo, lo consiglio!
link
edit/delete

marco

24.10.2015 17:37

@manfrebg
anche io l'ho fatto ieri!
link
edit/delete

claudio.monaco

26.10.2015 08:54

L' ho rifatto ieri pure io in compagnia del solito fidato amico . Confermo essere un giro bellissimo e le discese una più bella dell' altra . Mostruosamente divertenti . Siamo partiti dal campo alle 10 e siamo arrivati alle 16 . Come si possa fare più in fretta non lo so . L' età avanza caro Marco e mi spiace per te ma più in là nel tempo (spero molto più in là , ma le leggi della natura sono impietose) mi vedrai calcare anche i "tuoi" terreni con una enduro elettrica . Eh già , le domeniche di bel tempo non mi vedranno certo a casa a guardare la televisione col telecomando in mano . Nono .
link
edit/delete

gasate

28.10.2015 08:35

Io intanto vi invidio e pure tanto. Magari potessi andare ma sono troppo lontano. Spero in una vacanza
link
edit/delete

Olerbiker

02.11.2015 12:12

Ciao, ho fatto ieri un tratto: Colla- s.Lucio- Capanna Bar-ritorno a Piandanazzo e discesa del bellissimo single che sbuca a Signora.
Il traverso è stupendo, conosco la zona ma è stata la mia prima su quel tratto, qualche passaggio tecnico a dargli un pò di spessore in più.
Giornata spettacolare, l'anfiteatro che racchiude la val Colla è splendido.
@diretur: sono salito al colletto sopra la Piandanazzo ( senza nome ?), direzione alpe Matro, dalla cima del colle parte un sentiero che va in dierazione versante nord del Bar, ne sai qualcosa?
link
edit/delete

giava73

15.01.2016 13:55

Ciao @marco. Credi che sia fattibile domani? visto condizioni neve? non sono della zona, non so valutare.grazie
link
edit/delete

gigiogigi

15.01.2016 14:13

Neve no. Ghiaccio forse tra S. Lucio e piandanazzo e relativa discesa. Mercoledì ho fatto la discesa dal motto della croce ed era perfetta.
link
edit/delete

giava73

15.01.2016 14:27

grazie @gigiogigi
link
edit/delete

marco

15.01.2016 15:53

Freddo adesso, ci sarà del ghiaccio
link
edit/delete

Olerbiker

17.05.2016 17:56

carissimi mtBar-ker, qualcuno conosce le condizioni dei canali sotto il Gazzirola? e le varie discese easy?
link
edit/delete

marco

17.05.2016 17:59

tutto tip-top
link
edit/delete

Black Devil

22.05.2016 11:50

A questo giro è già stato detto praticamente tutto. Non resta che allegare report fotografico: http://www.mtb-mag.com/photos/it/hashtag/montebar/

Solo brevi commenti:
- salita fino a San Lucio noiosetta per la mancanza di panorami, migliora dopo Certara;
- San Lucio bellissima;
- il trail a mezzacosta sotto il Gazzirola (o Garzirola) è uno spettacolo, paga un pò l'alternarsi di tratti sali e scendi dalla bike, ma i panorami sono suggestivi;
- sosta piacevole a Piandanazzo, dove inizia il più bel single-trail in discesa fino alla forestale e poi su asfalto in salita al Motto della Croce;
- da Motto della Croce altro panorama da paura sul Lago di Lugano;
- inizia poi la discesa più tecnica del giro: per intenditori;

@marco: il video linkato a cui fai cenno nella descrizione dell'itinerario non si vede (http://video.mtb-forum.it/videos/view/258)
link
edit/delete

aledabomb

22.05.2016 19:35

anche noi ieri da quelle parti, ma abbiamo, su consiglio di uno che conosce bene il posto, preferito salire direttamente al bar e fare il traverso fino al s. lucio, molto panoramica la salita, poi saliti al gazzirola e scesi ancora sul traverso per finire il giro sul motto della croce
link
edit/delete

marco

22.05.2016 19:37

Quello che "conosce bene il posto" non lo conosce bene, altrimenti non vi avrebbe detto di fare la traversata in quel senso.

PS Detto da uno che quel giro lo fa molto spesso
link
edit/delete

aledabomb

23.05.2016 12:01

ma sai, i pareri sono soggettivi, non è detto che bisogna per forza fare le cose nel verso "giusto", noi siamo stati ripagati da una salita meno noiosa e più panoramica, poi fare il traverso in un modo o nell'altro ci trovo poca differenza;-)
link
edit/delete

marco

23.05.2016 12:02

la differenza è sostanziale ;-)
Come indicato in questo itinerario la fai tutta in sella tranne 1 masso (se la conosci bene e hai garretti)
link
edit/delete

aledabomb

23.05.2016 12:10

bo, alla fine abbiamo fatto un bel giro, scendere di sella qualche volta in più non mi pesa, dal lato "giusto" l'avevo già fatto..
link
edit/delete

Olerbiker

24.05.2016 10:34

concordo con Marco, lo definirei il lato ciclisticamente migliore, domenica sono salito anch'io da Corticiasca fino al primo tornante della strada asfaltata, poi Piandanazzo e discesa su Signora panorami che non stancano mai e discesa molto piacevole, peccato il grigiore ed il freddo in quota
link
edit/delete

marco

24.05.2016 15:14

Fatto oggi: la discesa dal Crocione fino a Davrosio è stata pulita proprio oggi. Non c'è un sasso. È diventata una pista di velocità. Andate a farla perché merita.
link
edit/delete

Black Devil

24.05.2016 19:54

Il link per vedere le foto del tour è stato modificato. Quello nuovo è: http://www.mtb-mag.com/d/it/pv/hashtag/montebar/
link
edit/delete

ceszij

13.06.2016 21:59

Grande Marco, ho fatto questo percorso in chiave test "pre-Hero" e devo dire che l'ho trovato SENSAZIONALE!

ETERNAMENTE GRATO!

E' un giro appagante sia paesaggisticamente che, ancora di più, dal punto di vista della guida. La salita che temevo fastidiosa non lo è affatto, dato che finchè si è sull'asfalto il traffico è comunque molto scarso e rispettoso dei ciclisti, poi nel bosco procede a strappi mai impossibili su buona mulattiera, diventando via via più bello anche l'ambiente circostante. Durette le rampe finali prima del San Lucio (fontana), posto veramente magico tra Italia e Svizzera, ideale per un break e ristoro.

Il traverso tra San Lucio e Piandanazzo è tostarello per esposizione (mai comunque estrema) e tracciato (il superamento di alcuni speroni rocciosi e torrentelli richiede buone doti di equilibrio e tempismo nel colpo di pedale), ma è MTB allo stato puro!!! Quella sottile linea piena di cambi di direzione a destra, sinistra, verso l'alto, verso il basso, sospesa tra vuoto e cima...SPETTACOLO!!! Pur essendo sceso qualche volta me la sono gustata appieno, ma è molto stancante fisicamente per l'impegno che richiede il continuo e brusco cambio di ritmo: il profilo "quasi piatto" inganna notevolmente!

Dall'idilliaco prato di Piandanazzo (fontana), la discesa proposta dal senatur è ASSOLUTAMENTE IMPERDIBILE!!! Sinceramente credo poche volte di aver percorso un tracciato naturale così flow ma non banale, con gran varietà di tracciato e fondo. Non passate oltre assolutamente, fate questa discesa spettacolare anche combinandola con altri giri in zona, vale da sola il giro!!! Se esiste un paradiso dei biker, deve essere pieno di sentieri così!!! :-))

Lo sterratone che segue è pianeggiante e dall'ottimo fondo, e i panorami che si aprono sono sensazionali. La successiva salita su strada bitumata chiusa al traffico è gradevolmente condizionata da questo sontuoso paesaggio.

Arrivare al Motto della Croce offre probabilmente uno degli scorci più evocativi che ci possano essere: una sottile linea che viaggia verso il vuoto, sopra al mondo circostante, che MERAVIGLIA!!!
La prima parte di discesa verso l'Alpe Davrosio è anch'essa memorabile e molto scorrevole, SPLENDIDA.

Da lì in poi ho trovato invece molto molto "tennica" e troppo scassata per una front (pietroni smossi piuttosto grossi) la discesa fino alle bucoliche baitine sottostanti (necessario anche sapersi districare nel trialistico e nello stretto - nose press); arrivato "in valle", sentiero ancora molto più flow godibile godibile godibile, con tanti passaggi sopra ponticelli stile "Indiana Jones" alquanto precari!!!

In sintesi:

giro STREPITOSO che racchiude tutto quello che la MTB può offrire
PAESAGGI STUPENDI
giro FATICOSO fisicamente perchè sempre interessante tecnicamente
discese SPETTACOLARI e mai banali
richiesta tecnica di guida buona, altrimenti si rischia di camminare troppo
tratti più tecnici tra cap.San Lucio e Alpe Pietrarossa (brevi passaggi) e dall'alpe Davrosio fino alle baitine in valle

Grazie Marco, questo è un GIRO SUPERLATIVO!


PS: complimenti di cuore a chi riesce a fare quasi tutto il percorso in sella (in particolare dall'Alpe Davrosio)!
link
edit/delete

marco

13.06.2016 22:05

prego, sono contento ti sia piaciuto. Anche secondo me è uno dei giri più belli e completi in assoluto, soprattutto per la parte pedalata del traverso, molto difficile da trovare nelle Alpi.
link
edit/delete

ceszij

13.06.2016 22:18

Concordo appieno, quel traverso è incredibilmente pedalabile e assolutamente magico!
E no, non mi è piaciuto come dici te....mi ha semplicemente ENTUSIASMATO!
Grazie ancora per aver condiviso la tua conoscenza della zona per creare "il percorso dei percorsi"! :-)

Ne sto preparando uno più "artificiale" (combinando alcuni flow trail) ma altrettanto divertente e bello in Engadina...spero di poter ricambiare la gioia che mi hai dato con questa traccia!
link
edit/delete

caoos

26.06.2016 20:42

fatto oggi, strepitoso il traverso, grazie per aver condiviso, mi sono divertito molto
link
edit/delete

Olerbiker

12.10.2016 18:43

ciao Marco, si sale ancora in bici o ci vogliono pelli e picca?
link
edit/delete

Olerbiker

12.10.2016 18:45

ciao Marco, si sale ancora in bici o ci vogliono pelli e picca?
link
edit/delete

marco

12.10.2016 18:50

Tutto libero oggi.
link
edit/delete

ZioGhilli

03.12.2016 11:55

Ciao Marco. Lunedì danno sole. Dici che è ancora fattibile? Neve e ghiaccio? Grazie 1000 :)
link
edit/delete

marco

03.12.2016 13:02

dovrebbe essere tutto ok, io l'ho fatto pochi giorni fa
link
edit/delete

Paperella69

31.03.2017 11:21

Ciao Marco, è da un po' che ho nei preferiti questo giro... e viste le condizioni meteo in altre zone potrebbe essere il we giusto per farlo! Tu hai idea se ci sia ancora neve in giro? Grazie mille se mi sai dire qualcosa.
link
edit/delete

marco

31.03.2017 12:10

Fatto ieri, perfetto
link
edit/delete

elsoin

04.07.2017 18:53

Non volendo risalire al Motto della Croce dalla sterrata quale sarebbe l'alternativa migliore per tornare a Tesserete???
link
edit/delete

marco

04.07.2017 19:07

Quale sterrata?
link
edit/delete

elsoin

05.07.2017 17:44

Quella che va a prendere l'asfalto che sale al Motto
link
edit/delete

gigiogigi

05.07.2017 21:38

L'alternativa è scendere sull'asfaltata verso la barriera e proseguire per circa 500m oltre la stessa, dopodiché prima del tornante a sx in zona Borisio prendere il sentiero che sale a dx, che più in basso si ricongiunge al tracciato descritto. Però l'ho fatto prima dei temporaloni di fine giugno ed era già piuttosto mal messo, quindi non oso immaginare adesso. Peraltro stessa sorte sarà toccata al sentiero sotto l'alpe Davrosio. Per carità, saranno alcuni passaggi ostici di poche decine di metri!
Ma rimangiandomi le parole di 6 anni fa, quando giravo con ben altro mezzo, consiglio di fare lo sforzo di risalire al motto della croce ;-)
link
edit/delete

ymarti

20.11.2017 08:07

La discesa dal motto della croce è spettacolare. Fatta ieri. Solo qualche pezzo a spinta causa lastroni di ghiaccio sul sentiero nel primissimo pezzo!
Ma che goduria!
link
edit/delete

marco

10.05.2018 22:17

per tutti gli aficionados di questo giro, eccovene uno ancora più completo: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18333
link
edit/delete

damtb81

19.06.2018 13:26

Che spettacolo di trail. Bellissimi scorci. Salita mai troppo faticosa e discese super. Viva i sentieri Swiss!
link
edit/delete

marco

12.10.2018 20:41

se volete provare qualcosa di nuovo che merita, da Piandanazzo svoltate e seguite questa traccia: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18877

Infos

Inserito da
marco
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
04.05.2011
Località
Via alla Chiesa 2, 6950 Capriasca, Switzerland
Regione
Canton Ticino
Tempo Percorrenza
3:30 senza pause
Distanza
41.0 km
Dislivello
1559
Difficoltà tecnica
medio
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
5524
Downloads
740
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2018 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors