Bocchetta di Eclou 2522 m

Bellissimo itinerario di cicloPirlismo esplorativo riservato nella sua versione integrale a disadattati, asociali ed emarginati.

Valle del Lys ultima frontiera del disagio ciclistico. Niente forestali che portano in quota, zero info in rete e cartelli in krukko che non si capisce un klinz. Andiamo a vedere.

Start dal Lago Gover a Gressoney St Jean 1380 m. Ciclabile della Regina fino al Castel Savoia e poi asfalto fino a 1700 m (baite stupende a Andro Tschalvrino). Rattoni mortiferi sulla Larici easy e siamo alla Weissmatten 2030 m. Abbandoniamo alla svelta le oscenità meccaniche e con qualche spintarella siamo finalmente fuori dal mondo. A Pra Bianco potrebbe essere molto interessante risalire al Passo omonimo 2331 e poi Passo della Garda 2280 ma oggi ancora troppa neve nei versanti in ombra. Aggiriamo allora lo scoglio con buon pedale su sentiero lumato l'anno scorso qui dall'alto https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18453 (ocio ai tratti esposti se cadi ... "mori"). Si arriva dunque trulli trulli al colle Ranzola 2170 su biliardo di ST (Punta Regina versante N non interessante in discesa). Traverso subito idilliaco ma poi un po' rovinato dagli inverni e siamo alla prima terapia di giornata. 250 m di discesina un po' rustica ma di livello con tornantini e Moquette Imperiale. C'è speranza lo possiamo rieducare.
Qualche su e giù in PSP e siamo al punto G quota 1880 m. A destra la guarigione e il reinserimento a sx la demenza senile. Ovviamente prendiamo a sx. 700 m di Portage Asburgico verticale, infestato di rododendri prima e mortalmente ripido dopo. Si tira il fiato solo nel pianoro di Gruebe 2280. Ultimi 300 m sono quasi senza sentiero quindi si sale a vista.
Meteo demmerda quindi purtroppo la Punta Valnera dovrà aspettare. Comunque anche dalla bocchetta buon panorama e nuove ispirazioni folli a ovest in val d'Ayas. Numero umanoidi incontrati uguale a zero.

Discesa ON.
Fin poco sopra alpeggio Gruebe è sopravvivenza verticale poi ci si scialla brevemente per pratoni per prepararsi poi alla giungla dei rododendri. Tutto sommato non è malissimo ma certo non proporzionale alla fatica fatta in salita (se pulito diventerebbe un 4 stelle).
Dai 2050 m in poi la terapia comincia a fare effetto e un barlume di ragione tornare. Pacchia Alpina fino a Ronke 1900 m e Eldorado a chiocciola fino a valle. Trattasi di sentiero Divino, perfettamente pulito, moquettoso ma con qualche sassetto e radicetta messa nei punti giusti. Irreprensibilmente completo. Insomma IL sentiero come solo la VdA puo' offrire.
Dopo 500 m di siffatta bellezza ciclistica la Regina con la sua passeggiata ci riporta all'auto e alla meritata birra in 5 min

In conclusione ottima esplorazione, se fatto nella versione frocix adatto anche ai sani di mente.

Stay Wild

#JAGteam

https://media.mtb-mag.com/it/pv/37083/


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

yura

16.06.2019 12:46

Ma che bravo il nostro Paigos, il Gran Visir di tutti i Baloss !!!
Ma eri solo con il quadrupede per questo giro ?
link
edit/delete

paiogs

16.06.2019 13:08

Non riesco a capire come mai nei giri più belli sono sempre solo
link
edit/delete

_lele_

17.06.2019 12:58

Magari fosse krukko... . Stando a wikipedia quello è altissimo alemanno, variante di Issime o di Gressoney: https://it.wikipedia.org/wiki/Lingua_walser.

Sfido chiunque a leggere senza errori i brani riportati sulla pagina wiki. A me vengono i singulti. già alla prima riga ;-)
link
edit/delete

yura

17.06.2019 14:50

@paiogs: "A Pra Bianco potrebbe essere molto interessante risalire al Passo omonimo 2331 e poi Passo della Garda 2280 ma oggi ancora troppa neve nei versanti in ombra."

Mmmm, l' anno scorso ci sono andato a piedi in modalità explo-fotografica (avevo addocchiato dei camosci) scendendo dalla Punta delle Regina...lo sconsiglio. Salirlo con la bici in spalla non è proprio il massimo (scenderlo neanche a parlarne), il sentiero passa sotto ad una piccola falesia ed è proprio malcomodo. Anche in discesa senza bici in alcuni punti bisogna fare attenzione. Invece il Passo della Garda non lo conosco...

Bau
link
edit/delete

paiogs

17.06.2019 16:10

@yura bello allora da provare ! devo solo prendere imbrago per Phoebe.

Passo della Garda ciclabile sia lato Ayas che Lys ci sono passato anno scorso qui:

https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18453
link
edit/delete

Capt.Willard

19.06.2019 21:49

Comunque: sei FUORI!
Sempre peggio.
Lo sai, vero, che la valle di Gressoney è l'ultimo stadio?
Della dipendenza, intendo.
Cosa di ancora meno ciclabile rimane in vda?
link
edit/delete

paiogs

20.06.2019 10:34

stai tuonato @capt.willard ne vedremo delle belle.
valle lys di difficile accesso ma i sentieri sono ottimi, almeno nella media alta valle
link
edit/delete

yura

20.06.2019 18:22

Il sottoscritto, ora dotato di apposito cilöstar, già ribattezzato ciclöstar, domenica o lunedì , oppuramente più facilmente Domenica E Lunedì dato il passolento, tenterà l' assalto all' arma bianca del Colle di Valnera...vi saprò dire, se scampo, se sarà un' altra RABATTATA galattica. Di sicuro c' è solo che la salita sarà rigorosamente e orgoglionamente da farsi tutta CON la bici e non IN bici.

Paülin, se non sai cosa di meglio fare palesati !
link
edit/delete

brubikeboard

22.06.2019 23:31

Fare il giro da fighette: quanto si pedala dal Ranzola a Ronke?
E da Ronke in giù quanto? Tutto nose a strapiombo o si vive?
link
edit/delete

paiogs

23.06.2019 05:20

Vai tranquillo almeno 50%. Poi discesa strappamutande
link
edit/delete

yura

08.07.2019 10:06

Eccomi.
Siccome mi sono riconosciuto nella descrizione di Paiogs "disadattati, asociali ed emarginati." ho pensato che dovevo andare a vedere se il Paulin dicesse la verità o se sparasse minchiate…ecco, la prima che ho detto.
Per non perder tempo (e forze) inutilmente ho scelto la direttissima Takazsù da Onderwoald per il 4 direttamente da casa. La descrizione è fedele, tanto fedele che una volta giunto alla Bocchetta di Eclu dopo aver salutato e ringraziato, in ordine sparso, La Madonna, San Martino, San Galdino, San Gervaso e San Protaso e qualcun' altro di cui non ricordo il nome, vedendo che la Cima di Valnera non era lontana ho pensato (BENE) di perdere un po' di dislivello traversando nel vallone sottostante per risalire ad un altro passo. Da li alla cima la bici la si porta più per abitudine che per usarla poi per scendere…In mappa è segnato anche un sentiero che segue la cresta SSE che porta alla cima, ma con la bici in spalla mi pare proprio poco salutare.
Ho quindi deciso di scendere per prendere quella che ormai è diventata una classica: la discesa che dal Colle di Valnera riporta a Gressoney !
Alla fine è uscito proprio un gran bel giro...IMHO, astenersi Balabiot, Guzabinis et similia :-)
Riassumendo: la discesa dalla Bocchetta di Eclou mi sento di sconsigliarla proprio, fino all' alpeggio di Grueben si tratta di un pratone a 35/40° senza quasi sentiero, sotto sarebbe bellissima se venisse frequentato di più il sentiero (magari facendo anche un po' di manutenzione). Invece dall' altra parte la discesa è tutta bellerrima !
link
edit/delete

paiogs

08.07.2019 10:46

.... cioè uno pensa di essere di malato ma poi scopre che c'è sempre qualcuno peggio di lui :-) Grande @yura oramai inarrestabile con il #ciclöstar !

Il sentiero che scende da colletto di Valnera sui laghi Chamen che avevi sotto i piedi ti è sembrato potabile ?

Aspetto report per la Valfredda o già che sei li Corno Vitello

#stay_balabiott

link
edit/delete

yura

08.07.2019 11:37

Ahahahah...i primi metri a partire dal colletto sono impegantivi e ripiducci, direi che i primi 50 mt. di dislivello noon credo riusceri a farli, poi sotto migliora. Però io salendo a piedi faccio sempre fatica a giudicare come sarà poi la discesa in bici...prudenzialmente tendo a sopravvalutare le difficoltà. Una volta in sella poi la Bestia spegne quel che è rimasto del cervello e prova a scendere...Il Corno Vitello te lo lascio tutto, io del vitello mi tengo solo lo spezzatino !
link
edit/delete

brubikeboard

21.07.2019 17:54

"Vai tranquillo almeno 50%. Poi discesa strappamutande"
..50% stocasso!! Manco se mi mandi il filmato..

Infos

Inserito da
paiogs
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
16.06.2019
Località
Gressoney St Jean
Regione
Val d'Aosta
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
8
Distanza
22
Dislivello
1700
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
durino
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
190
Downloads
5
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors