bocca DROMAE AM

Trail piuttosto impegnativo, abbiamo faticato molto per trovare la discesa giusta dalla cima, ricercando single trek da fare in sella, per questo il giro è durato molto, qualche sentiero sbagliato ci ha portato in vie ferrate impedalabili in aggiunta qualche noia meccanica.
La traccia è stata ripulita togliendo tutti gli sbagli ed i sentieri errati.
Si parte da Riva, dopo aver attraversato il centro si prosegue per il divertente sentiero del Ponale, si prosegue per il lago di Lenno seguendo quello che è il percorso consigliato per le mtb. Arrivati a Mezzolago inizia la vera salita. Il primo tratto è di asfalto, pendenze subito impegnative per la Costa di Salò, arrivati allo sterrato si prosegue sulla strada bianca 453 immersa in una pineta. Le pendenze all'inizio non sono proibitive, si pedala agevolmente, solo alla fine si incontrano strappi impegnativi, il fondo è sempre buono e nei tratti impegnativi è cementato. Arrivati a circa 1450 decidiamo di tagliare la strada principale per un sentiero più diretto, ma in portage per raggiungere la Malga Dromae a 1550m. Dalla malga il sentiero sale in vetta sempre in portage, solo giunti al pratone è possibile pedalare in salita sino a 1690m (campigolo) Indossate le protezioni iniziamo la discesa per il sentiero della pace (itinerario Garda-Brenta), ma troppo largo per i nostri gusti individuiamo il single trek 413 e vi ci buttiamo a capofitto. E' immerso in un bosco pieno di foglie, talvolta saliscendi con pendenze anche proibitive che ci fanno spingere.
Si passa dalla bocca Giumella ed inizia il tratto in discesa tutto in single trek . Bisogna fare attenzione a non seguire tutto il 413 perché porta in una via ferrata che pare semplice all'inizio ma risulta infattibile se si ha una mtb a presso...quindi seguite bene la traccia che ad un certo punto lascia il 413 per il 404 a circa 900m di altitudine. il single prosegue in discesa, i tornanti tecnici mettono a dura prova!
Praticamente si è arrivati sopra RIva, si passano le tubazioni dell'acqua dell'enel , quindi grosso sentiero per poi tagliare a sinistra sempre sul 404 , sentiero scalinato con grossi massi un po' veloce ma bello da fare al buio. Sbucati a riva nei pressi del parcheggio coperto.
Trail da fare con protezioni, meglio una Full, riserva idrica e alimentare, meglio non essere soli per la scarsità dei persone in caso di bisogno.


Come arrivare al punto di partenza

riva del garda

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

SID65

12.05.2017 00:58

Itinerario bello tosto fatto con ascesa dal versante opposto a quello descritto..sentiero della Pinza e forestale della Val Mera.
Era da un po' che avevo in progetto di fare questo tratto in quota con queste discese fuori dagli schemi tradizionali e grazie all'itinerario postato da caoos i dubbi riguardo alla fattibilità sono venuti meno.
Tour molto impegnativo e molto tecnico, consigliato a chi non disdegna qualche passaggio a piedi e per chi è dotato di ottime capacità discesistiche sullo stretto per la presenza di tantissimi tornantini, diversi molto tecnici.
Attenzione anche alla presenza di due tratti esposti con cordino metallico dove giocoforza occorre scendere dalla bike e proseguire a piedi.
Personalmente è piaciuto molto per l'ambiente selvaggio e solitario attraversato e per svariate vedute sulla "busa" e il Lago di Garda...grazie della traccia.
link
edit/delete

MaurizioA

12.05.2017 08:17

Sid hai una traccia della tua variante in ascesa?
link
edit/delete

SID65

12.05.2017 08:54

Certo che si, eccola:

http://tc.mtb-mag.com/traccia.php?id=408165

In salita sentiero della Pinza molto impegnativo con tratti cementati e anche la successiva forestale della Val Mera da Campi di Riva, seppur sistemata, mette a dura prova..pensa che in soli 14 km di salita da Riva a Bocca Giumella hai sul groppone ben 1500 m di dislivello tutti comunque pedalabili.
Bisognerebbe arrivare su un po' più riposati per godersi appieno il tratto in quota e la discesa che è particolarmente tecnica e fisica..obbligatoria bike full a mio parere.
Attento ai tratti esposti col cordino.
Nonostante i soli 24 km di lunghezza è un trail che impegna 5-6 ore di tempo per percorrerlo con qualche sosta per tirare il fiato e qualche bella foto perché l'ambiente e il panorama meritano sicuramente.
Ciao buon giro Sid.
link
edit/delete

caoos

12.05.2017 11:49

figurati, il sito serve per condividere.
noi volevamo scendere per la tua salita, ma arrivati in cima abbiamo visto la sterrata troppo larga e praticamente priva di emozioni fatta in discesa cosi abbiamo consultato il gps ed abbiamo cercato una via divertente, sbagliando all'inizio perché abbiamo seguito il 413 per ritrovarci la scaletta alta 20metri. non era segnalata sul sentiero solo un cartello che indicava via ferrata ma si pensavo solo a qualche corda, Siamo tornati indietro con bici in spalla sino all'incrocio del 404..
questo tratto l'ho cancellato nel giro proposto. cmq era la prima volta che giravo al garda , belle zone da esplorare.
link
edit/delete

SID65

12.05.2017 12:39

Beh, complimenti allora..per essere la prima volta che venite sul Garda ci avete dato dentro di brutto..da quasi local ve lo posso assicurare.

Infos

Inserito da
caoos
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
18.04.2017
Regione
Trentino-Alto Adige
Tempo Percorrenza
6h
Distanza
38.0 km
Dislivello
1700
Difficoltà tecnica
difficle
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
102
Downloads
7
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2018 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors