Giro del Sesvenna - Gola di Uina

L'impegno di questo strepitoso tour sta essenzialmente nei dislivelli da superare e nei km da percorrere. La gola di Uina, se fatta in salita, è facile decidere di percorrerla spingendo la bici, se percorsa in discesa, chiunque sano di mente farà altrettanto. Tratti particolarmente tecnici non ve ne sono, sono sufficienti buone gambe. Da Glorenza prendere la s.s.41 seguendo le indicazioni per Tubre/Svizzera e poco dopo imboccare la ciclabile sterrata che si re immette sulla s.s. a poco più di un centinaio di metri dal valico di frontiera di Tubre Attraversato il paese di Müstair fare attenzione a prendere a dx via Rövel e subito dopo a sx la via Sura, seguendo le ind. per S. Maria dove ci si immette sulla Kantonsstrasse n. 28, svoltando poi a dx per Lü. Qui finisce la strada asfaltata e si sale su s.f. seguendo le ind. per S.charl. un ripido tratto costringerà a spingere la bici per qualche centinaio di metri. La discesa verso S.charl e Scuol è stupenda. A Scuol tenere la destra prendere la ciclabile seguendo ind. per SurEn dove si trovano le ind. per la gola di Uina, il punto più caratteristico di tutto il giro. La salita presenta pendenze veramente importanti, almeno così mi sono sembrate avendo nelle gambe una sessantina di km e più o meno 1500 m./dis. Il sentiero scavato nella roccia che permette di risalire la forra appare quasi all’improvviso. La risalita di questo lungo tratto richiederà di spingere la bici ed anche una volta usciti dalla forra il terreno dissestato non permette di proseguire in sella, a meno che non si abbia padronanza di una buona tecnica e possibilmente di una bici full suspendent. Poco sopra il rifugio Sesvenna il sentiero torna ad essere comodamente percorribile (bello scorcio su Ortles e Cevedale). Dal rifugio si scende velocemente a Slingia, e da qui, per motivi di tempo, ho pensato di proseguire velocemente sulla strada principale fino a Burgusio e fare ritorno a Glorenza passando per Clusio e Laces. In alternativa, dall’uscita del paese di Slingia si può prendere a dx la Studenweg - segn. N. 10 – fino a Clusio e prender qui la ciclabile per Laces e Glorenza. A conti fatti non so se sia più conveniente la mia soluzione per risparmiare tempo e comunque con la Studenweg ci si tira fuori dal traffico e la ritengo preferibile. Nota: Tutte le relazioni che ho trovato fino ad ora su questo tour indicano di percorrerlo in senso antiorario mentre io, su notizie di un amico che l’ha percorso in precedenza, ho pensato di farlo al contrario e cioè in senso orario. Ovviamente ognuna delle due soluzioni presenta lati positivi e negativi. Nel primo caso, non so come sia la Studenweg percorsa in salita ma la salita su asfalto fino a Slingia è abbastanza lunga, senza contare l’aerosol di gas di scarico e anche la salita da Scuol a S.charl, parte su asfalto e parte su strada a fondo naturale assicura una buona dose di smog e polvere e il tempo trascorso su strade trafficate è maggiore. Questi i contro. I pro sono sicuramente le pendenze da affrontare in salita decisamente più lievi. Al contrario, nel secondo caso il tempo di permanenza su strade trafficate è inferiore, specie se da Slingia si scende lungo la Studenweg ma forse c’è qualche tratto in più dove bisogna spingere la bici è le pendenze della Valle di Uina richiedono uno sforzo decisamente maggiore. Il tempo di percorrenza di 11 ore è dovuto essenzialmente ad una serie incredibile di incidenti di percorso, tra forature, rottura di catene, suole delle scarpe che si staccano e i crampi di uno del gruppo. Sfighe a parte, sicuramente è percorribile in 8 - 9 ore.


Come arrivare al punto di partenza

Uscita A22 Bolzano sud - prendere per Merano - Malles Venosta - Glorenza

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

mola mai

16.08.2014 22:16

fatto oggi in senso antiorario diciamo subito che la valle uina è chiusa formalmente per frane (piccole) i l'ho fatta lo stesso in discesa e nessun problema , molti salivano.
Per lo smog io non l'ho trovato per cui in senso antiorario non ci sono problemi da questo punto di vista. Un suggerimento per chi lo volesse fare okkio che è duro e trovarsi a 2200 alle ore 17.30 con il freddo e senza nessuno in giro ti preoccupi se sfiga vuole che fori o altro. Il mio tempo è stato di 11 ore con un totale soste tra foto e alimenti di circa 1h quindi sui pedali per 10h del resto sali una volta a 2250 e altra a 2300. Cicloturista allenato no gare.
link
edit/delete

locoalberto

20.10.2014 23:19

Fatto ieri, direi molto meglio del decantato tracciolino della val codera.
ho utilizzato però la traccia gps che si trova su:

http://www.sentres.com/it/sentieri-mountain-bike/val-duina-uinaschlucht

da percorrere rigorosamente in senso antiorario, gola di Uina in discesa

la gola d'Uina è stata ripristinata, si trova senza zone franate.
link
edit/delete

130300

22.05.2015 13:41

ciao, pensando di spezzare il giro in 2-3 gg dove consigliereste di dormire? a giugno secondo voi potrebbe esserci ancora neve? grazie

Infos

Inserito da
skialper
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
21.08.2012
Località
Via Frohlich, 20, 39024 Malles Venosta BZ, Italia
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
8-9-ore
Distanza
86.0 km
Dislivello
2960 m. circa
Difficoltà tecnica
Difficile
Condizione fisica
molto duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
512
Downloads
79
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2018 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors