Giro Jafferau: Bacini-Foens-ColBasset-Valfredda

Giro dai panorami incredibili. Il percorso inizia all'arrivo dell'ovovia dello Jafferau. Da qui parte una strada sterrata che passa attorno ai bacini dello Jafferau, per poi iniziare a salire bruscamente con rampe e tornanti. Passati questi, la strada spiana e diventa un sentiero singletrack divertente con alcuni rilanci e saliscendi, fino ad arrivare al Forte Foens. Da qui parte un lungo traverso attraverso una nuova strada sterrata che ci porta fino davanti alle Grotte dei Saraceni, dove la strada inizia a risalire di nuovo ripidamente verso il Col Basset (2596m). Arrivati al colle, inizia la discesa nella Valfredda su un singletrack non segnalato (, dove il primo pezzo è facilmente percorribile in quanto la traccia su erba è facilmente rintracciabile e visibile. Il sentiero poi si deteriora molto, per il passaggio dell'acqua, fino a diventare un solco molto profondo con fondo di pietre, decisamente impegnativo. Arrivati alle Grange della Valfredda, riparte una facile sterrata che si ricongiunge alla Decauville, che si segue fino alla fine al punto di partenza del giro.

Ci sono diverse opzioni e alternative per il giro. Invece che prendere l'ovovia, si può salire fino ai bacini dalla sterrata di Horres o anche dalla strada per Rochemolles e poi proseguire per la Decauville in piano fino ai bacini.

Una volta raggiunto il Col Basset, si può invece proseguire fino alla colletta Jafferau, da dove parte un altro singletrack verso la Valfredda, oppure risalire ancora fino al Forte Jafferau per poi scendere dal versante degli impianti.

Il file gpx in realtà non arriva da GPS ma l'ho creata su GPSies.




Come arrivare al punto di partenza

Arrivo dell'ovovia dello Jafferau

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

kikhit

26.01.2010 14:25

Consiglio di utilizzare la nuova telecabina per salire ai bacini, di lì seguire l'itinerario descritto sopra. Come discesa, personalmente preferisco quella che parte dal colletto dello jafferau e scende sulla valfredda.
Però, una volta giunti sulla Decauville, invece che tornare alla telecabina, consiglio di utilizzare i sentieri segnati per scendere o su Rochemolles, e di lì dopo un breve tratto di asfalto, con i 'sentieri delle borgate', rientrare a bardonecchia, oppure di arrivare sotto l'arrivo della telecabina, e imboccare le piste da discesa del bikepark che, se prese con calma, sono alla portata di qualsiasi biker con una tecnica adeguata (se siete scesi sempre in sella dallo jafferau, ora è 'quasi' una 'passeggiata').
Altra opzione di discesa, una volta giunti alla Decauville, è di proseguire fino alla diga di Rochemolles, fare il giro completo del lago, e imboccare il sentierino che scende fino alla strada del sommeiller, che viene poi più volte tagliata dallo stesso fineo a Rochemolles.
In tal modo, con 900m di disl in salita, se ne fanno 1500 in discesa!
Consiglio poi di avere dietro le nuove carte 1:25000 edite da Fraternali Editore, assolutamente impeccabili.
link
edit/delete

Balo

23.06.2014 12:49

Giro del 21/06/2014:
Partiti dalle auto ai Bacini perchè LA CABINOVIA JAFFERAU E' CHIUSA E NON HANNO SAPUTO DARE INDICAZIONI SULL'APERTURA.
Salita molto bella, pedalabile fino alla cima in ambiente spettacolare. La strada militare è un'opera d'arte tecnica e molto interessanti sono il forte, le caserme e tutte le testimonianze belliche, peccato che tutto si trovi in stato di abbandono.
Dalla cima siamo scesi sui tagli dei tornanti della militare fino al colletto Jafferau, da qui abbiamo preso il sentiero che scende diretto al forte Foens, tecnicamente non difficile ma stretto ed esposto. Fattibile tutto in sella ma con buona sicurezza di guida.
Dal forte Foens abbiamo preso il sentiero che scende verso grange Souppas, spettacolare, veloce e divertente nella prima parte. L'abbiamo abbandonato per il sentiero che riporta a Gleise passando per la cappelletta della Madonna Ausiliatrice da qui risalita ai Bacini e discesa su Bardonecchia per la pista da freeride dello Jafferau, sporca ma percorribile con una infinità di sponde e saltini fattibili da tutti ma molto divertenti. Recupero con auto a Bardonecchia.
Unica nota negativa la totale mancanza di regolamentazione per i mezzi motorizzati, i fuoristrada ancora in cima non arrivano per la presenza di un paio di nevai ma le moto si. Veramente brutti da vedere e fastidiosi i solchi lasciati nei prati e in alcune parti dei sentieri. Giro splendido ma per questo motivo non credo che lo rifarò
link
edit/delete

DIRT RIDER

18.08.2014 14:22

bel giro, piacevole e panoramica sia la salita che la discesa.
peccato solo che la discesa in val fredda non sia proprio "divertente" date le condizioni del sentiero.
ci si rifà poi con il rientro sulla ex pista da freeride dell Jaffreau.
grazie per la traccia
link
edit/delete

daneel67

24.07.2020 14:03

com'è il Decauville 742? Fattibile per principianti?

Infos

Inserito da
beppovox
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
31.07.2009
Località
Bardonecchia TO, Italia
Regione
Piemonte
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
4 ore
Distanza
22.0 km
Dislivello
950
Difficoltà tecnica
medio
Condizione fisica
medio
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
646
Downloads
131
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2024 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors