VALLE DEL RIO ARNO

http://www.facebook.com/#!/groups/232264236837873/
Luogo di partenza di oggi è la frazione di Intermesoli, raggiungibile in auto esclusivamente dalla strada per i Prati di Tivo in quanto il tratto da Fano Adriano risulta attualmente chiuso al traffico. Da Intermesoli iniziamo a pedalare su bitume immerso nella vegetazione. Lievitando verso Prato Lungo il tragitto offre scorci su parte della Laga e sul massiccio del Gran Sasso. Arriviamo a Pietracamela. E’ uno dei comuni più alti della provincia di Teramo. Sorge alle falde del Gran Sasso, al riparo dei caratteristici roccioni che delimitano in basso i vasti Prati retrivi. Dal paese continuiamo a salire verso il Colle Croce Albaneto. Dopo un tratto immerso nei verdi pascoli entriamo nel Bosco Trignano fino ad approdare al piazzale della località turistica dei Prati di Tivo. Transitiamo dinanzi alla funivia per la Madonnina e costeggiando l’asfalto andiamo a prendere poco più avanti il Sentiero Italia che sale sulla sx. Abbandonato definitivamente il bitume adesso ci tocca spingere sui pedali per affrontare un prima parte abbastanza ripida nel bosco. Successivamente la carrareccia si addolcisce ma prosegue inesorabilmente sovrastando le Coste di San Giovanni. Le traccia scende in direzione delle cascate mentre procediamo con cautela all’ombra del Pizzo Intermesoli. Il Pizzo Intermesoli è una poderosa montagna del massiccio del Gran Sasso d'Italia, formata da due vette, dalla vetta Settentrionale (2483 m) si segue la cresta scendendo una cinquantina di metri per poi risalire alla più alta vetta Meridionale (2635 m). Spettacolare è la parete est di roccia che precipita verso la sottostante Val Maone. È la terza cima del massiccio del Gran Sasso dopo Corno Grande e Corno Piccolo. Giunti alle cascate prendiamo a dx seguendo la direzione C.A.I. per Pietracamela, scendiamo alcuni scaloni e nuovamente prendiamo a dx per la traccia che cade giù nel bosco. Il sentiero non è molto segnalato ma nello stesso tempo risulta evidentissimo. Il tratto che scende sino al fiume si presenta abbastanza tecnico ed in alcuni punti trialistico ma poi, raggiunta la base della fosso, non ci resta che goderci lo spettacolo della natura. Inizia qui l’attraversamento della Valle del Rio Arno, un sentiero che offre scenari mozzafiato. E’ il sentiero n.102 C.A.I., fin dal 500 serviva ai Pretaroli (abitanti di Pietracamela) per andare a vendere i loro prodotti nell'aquilano. Una delle vie di comunicazione più antiche del Gran Sasso, quella della Val Maone e il passo della Portella che collegava Pietracamela con Assergi. Oggi abbiamo percorso il tratto che, dall'imbocco della Val Maone, porta a Pietracamela. Da qui passavano tutti i traffici per portare i "panni grossi" e i manufatti grezzi nell'area aquilana. Questo posto non è famoso solo come via di scambio, qui si è consumata la tragedia del due alpinisti Cambi e Cicchetti. Nel 1929 affrontarono una salita al Corno Piccolo, furono sorpresi da una delle più violente tempeste fredde del secolo scorso, nella meteorologia il 1929 fu un'annata storica, la più fredda del secolo. Si rifugiarono presso il rifugio Garibaldi, che in due notti fu interamente sepolto, dopo due giorni di bivacco al rifugio, il freddo era tale che scelsero di tentare la salvezza scendendo a valle. Già con principi di congelamento provarono a scendere per la Val Maone. Potrete capire che, senza un'attrezzatura adeguata, camminare sulla neve fresca è faticosissimo, loro riuscirono arrivare appena sotto le cascate del Rio Arno. Cambi fu ritrovato molti mesi dopo la tragedia dalle squadre di soccorso con addosso il maglione di Cicchetti, gesto di un altruismo estremo, quest'ultimo riuscì a fare qualche chilometro in più ma anche lui morì di fatica e freddo. Fu ritrovato dalle squadre di soccorso ad un paio di chilometri da Pietracamela. Tornando al nostro fantastico itinerario, questo costeggia il fiume, alternando passaggi tra gigantesche rocce ricoperte dai muschi e piccole oasi sulle sponde del Rio Arno. Usciti dal bosco arriviamo finalmente a Pietracamela. Alle porte del paese, il sentiero principale è interrotto a causa di una spaventosa frana ma seguendo il camminamento sulla dx si riesce a superare l’ostacolo entrando in paese. Appena superata una scalinata in discesa, notiamo a sx l’indicazione per Intermesoli ma anche qui bisogna scavalcare una recinzione e sorbirsi un po’ di ortiche sulle gambe al fine di portarsi sulla parte bassa della frana. Adesso occorre seguire un altro camminamento che ripassa sulla frana e si aggancia subito dopo al sentiero n. 148. Attraversato un ponticello in legno incominciamo l’avventura sulla traccia per Intermesoli. Superato un primo passaggio pulito e agevole, transitiamo su parte di sentiero praticamente invaso dall’acqua ma comunque, con molta accortezza, affrontabile anche in sella. Ci troviamo sulle Coste di Contradarno. Il sentiero 148 non è per tutti…in diversi punti presenta piccolo smottamenti che hanno cancellato la traccia, per non parlare dell’incoscente taglio legna di alcuni boscaioli. In tutti i modi, prestando attenzione si riesce a restare sul sentiero principale, il quale regala bellissime sensazioni. La seconda metà del single track , che dalle Coste del Contardarno conduce ad Intermesoli, si presenta molto tecnica e traditrice, sia a causa delle microtracce che si diramano dal sentiero principale ma soprattutto dal fondo molto sconnesso ma altrettanto entusiasmante. A parere del Cinghiale il giro di oggi non è da sottovalutare. La prima metà potrà darvi l’impressione del classico itinerario “tranquillo” …ma il resto del tragitto costituirà la vostra avventura.

CINGHIALE – MAGO 20/05/2012 Intermesoli (TE)


Scarica la nostra app gratuita per navigare gli itinerari e mandarli al Garmin: ANDROID, iOS




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Infos

Inserito da
rpapero
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
20.05.2012
Località
Strada Provinciale Fano Adriano Intermesoli, 64044
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
4
Distanza
23
Dislivello
990
Difficoltà tecnica
medio-difficile
Condizione fisica
medio
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Scarica la nostra app gratuita per navigare gli itinerari e mandarli al Garmin
Android ANDROID
iOS iOS
Visite
259
Downloads
56
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti
  • Naviga le tracce da telefono o mandale al tuo Garmin con 1 click con la nostra app
    App

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2024 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors