Breda

Splendido itinerario All-Mountain. Non difficile ma abbastanza esposto nella parte alta del giro. Brevi tratti a spinta (in totale non oltre i 15 min)


http://www.mtb-forum.it/breda-il-monte-sconosciuto/

https://vimeo.com/12139619

http://vimeo.com/33866214


Come arrivare al punto di partenza

Locanda S. Antonio - Venendo da BS 150 mt prima del bivio per Bagolino

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

mbaro

17.03.2012 19:05

Molto appagante: sentiero molto lungo e panorami da urlo. Da percorrere con prudenza qualche tratto esposto.
link
edit/delete

keylyn

17.03.2012 19:33

Fatto oggi in solitaria, bello bello. Per le parti esposte basta scendere dalla bici ....meglio non rischiare...grazie per la traccia.
link
edit/delete

marco10

16.06.2012 19:55

giro non banale, da valutare attentamente prima di intraprenderlo.
detto questo la mia valutazione è: fantastico sia per i panorami che per la discesa
link
edit/delete

fiore

16.06.2012 22:56

quoto il marco10 (ovvio, l'abbiamo fatto insieme) !
link
edit/delete

dome60

15.05.2013 19:23

fatto oggi, davvero molto bello,
concordo con marco 10 nel dire che si deve valutare prima perchè non è per niente un giro da prendere alla leggera sia per la salita che per i pezzi esposti.
ma comunque lo consiglio vivamente
panorami favolosi e discesa interminabile
complimenti a compagigi per averlo caricato
link
edit/delete

marbru

09.06.2013 15:29

ciao! scusate la domanda, visto che tutti scrivete che è esposto (e ho visto anche il video che lo conferma), vi chiedevo: quant'è lunga la parte (o le parti) esposta? cioè visto che spesso giro solo, se la faccio a piedi nei pezzi che mi "piacciono" di meno mi rovino il giro (perchè sono il 50% del tot. x es.) o sono cmq una minoranza? grazie
link
edit/delete

fiore

09.06.2013 17:18

@marbru: quantificare in % la parte esposta non saprei, posso però dirti che se anche la fai tutta a piedi il giro non lo rovini di certo.
link
edit/delete

mbaro

09.06.2013 18:08

Ciao marbru! Sono daccordo con fiore: quantificare è difficile (ma già guardando una cartina riesci a farti un'idea) e comunque anche procedendo a piedi nei punti che più intimoriscono non pregiudica la bellezza del giro. Tieni presente che la parte di crinale è quasi tutta piuttosto scorrevole e anche passata quella hai davanti ancora parecchia discesa. I panorami poi sono davvero notevoli!
link
edit/delete

raffganz

23.06.2013 20:57

Fatto oggi: davvero indimenticabile!!! Alcuni tratti erano davvero impervi e ci vuole una AM con i contro c., io con la mia Decathlon 9.1 ho dovuto fare i salti mortali per stare in piedi ma mi son divertito come un matto. Sulla pericolosità beh: sul lato opposto del lago c'è il sentiero dei contrabbandieri fatto l'anno scorso che forse è peggio. Cmq basta avere buon senso e prudenza e non succede niente: anzi mi è sembrato molto più pericoloso il tratto sulla trafficatissima provincialona.
link
edit/delete

lucues ruotegasse

23.06.2013 22:39

scusate,ma è da fare in senso orario?
link
edit/delete

raffganz

24.06.2013 17:08

Decisamente sì.
link
edit/delete

130300

06.07.2013 22:42

fatto oggi. salita su asfalto costante. tratto in quota di cicloalpinismo, parecchio a spinta ma entusiasmante dal lato paesaggistico. molti tratti esposti. primo parte della discesa ostica e pericolosa, seconda parte fluida e veloce. da provare almeno una volta. grazie
link
edit/delete

giannig

28.10.2013 17:29

Fatto ieri con terreno reso un po' viscido dalle piogge dei giorni scorsi. Solo 10-15 min in totale a spinta (come si fa adire che è parecchio su 4-5 ore di giro). Mi è piaciuto tanto. Fantastico, panoramicissimo ed assai affilato il lungo crinale dopo cima Breda. Decisamente esposto ( attenzione, prudenza), stretto il sentiero ma scorrevole e poco tecnico. La seconda parte nel bosco scorrevolissama e divertente con diversi su e giù. Peccato che avevamo un po' fretta, lo ripeteremmo con la giusta calma
link
edit/delete

giannig

05.11.2013 18:54

Per ampliare ed arricchire il giro con una salita più interessante e molto meno bituminosa vedi anche: http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/11211
link
edit/delete

SID65

26.12.2014 21:28

Fatto sabato 20 dicembre in compagnia di VigBuck (Marco).
Giro spettacolare, crinale lunghissimo in perfetto stile allmountain su esile sentiero in qualche punto esposto ma dalle mille emozioni. Discesa lunghissima e fattibile se non in qualche passaggio singolo...traverso finale scorevolissimo e filante...gran bel giro veramente...grazie della traccia Gigi.
link
edit/delete

specialr

13.08.2015 21:59

molto molto molto bello
spettacolare la vista per la prima metà discesa
il panorama e l'importante esposizione del sentiero compensano il fatto che ci sono alcuni tratti di ciclabilità limitata (comunque trascurabili in ottica all mountain) discesa comunque divertente
link
edit/delete

rango1957

14.09.2015 09:56

Confermo che il giro è da 10 e lode. Indispensabile una bella giornata per i panorami dal crinale che sono imperdibili. Il traverso in quota è lunghetto, molto stretto ed esposto per cui è inevitabile fare tratti a piedi. Appena il sentiero comincia a scendere ripido c'è un tratto molto solcato, praticamente infattibile in bici: non scoraggiatevi perchè da lì in poi è pura goduria. Nell'ultimo tratto di discesa del crinale (nel bosco) è necessario prestare molta attenzione al bivio a destra che prende il sentiero a mezzacosta che riporta alla Locanda. Il bivio non è segnalato e presi dal divertimento sui tornantini è facile accorgersi dell'errore quando si arriva ad una stradina. A noi è successo e siamo dovuti risalire al bivio. Grazie a Compagigi per la traccia.
link
edit/delete

miciolo

08.05.2016 20:16

fatto ieri e trovato in perfette condizioni.
Giro con panorami super sul sottostante Lago d'Idro.
A questo link un breve fotoreport:
http://www.mtb-forum.it/community/forum/showpost.php?p=7865737&postcount=1629
link
edit/delete

alfatango

04.09.2016 15:13


io ed mio fratello abbiamo fatto questo itinerario domenica 28 Agosto con queste premesse:
stiamo avvicinando la pratica all mountain galvanizzati dall'esperienza che via via si fa più consistente,
la recente installazione del Reverb sulle nostre full da trail bike ci ha cambiato la vita e ci sentiamo più pronti per osare qualcosa in più
le recensioni di questo percorso che ha come titolo "splendido percorso all mountain non difficile ma abbastanza esposto...brevi tratti a spinta (in totale non più di 15 min) e la condizione fisica definita "media"
ci hanno portato a considerare l'itinerario per noi fattibile.
Eventualmente, come riportato peraltro in alcuni commenti, i tratti troppo esposti o difficili li avremmo affrontati con estrema attenzione o comunque a spinta.
Ebbene, non è andata proprio così...
Sulla salita poco da dire, lunga (13 di asfalto) ma con elevazione costante e senza particolari strappi, quindi assai fattibile e, se non fosse stato per il gran caldo data anche la quasi totale esposizione al sole, anche piacevole.
Dal forte di cima Ora (spettacolare punto panoramico) in poi comincia il tratto esposto.
ora: non so se esiste una scala per definire quanto esposto sia un tratto percorribile in mtb, ma non riesco ad immaginare qualcosa di più di questa lunga cresta (>3 km)
Scala a parte, secondo il mio modestissimo parere è esposto quanto basta per considerare che il margine di errore è pari a zero! ergo io l'ho fatto tutto a piedi
il sentiero è molto stretto e a destra di esso non vi è spazio di recupero ma subito ripidissimo declivio.
Evidentemente, come scritto nei commenti e come anche visto in un paio di video, qualcuno percorre in sella questo tratto, ma i casi sono due e la loro somma: molto manico e/o una buona dose di incoscienza..
Se non altro ora sono certo di non avere entrambi...:-)
La speranza, dopo tanta fatica, di fare una bella discesa si è presto dissolta nel bosco, dove il sentiero lo abbiamo trovato piuttosto malconcio: terreno smosso, scavato, ingombro di grosse radici, grossi rami e con pendenze impegnative in molti punti.
un "all mountain" di tutto rispetto insomma, anche in questo caso di manico ce ne vuole parecchio per scendere in sicurezza.
Per noi quindi, purtroppo, anche la pedabilità in questo tratto è stata bassa, inferiore al 50%
Non posso commentare l'ultimo tratto di ritorno (dal km 23,3 circa) in quanto data l'ora e la stanchezza abbiamo deciso di tagliare e raggiungere l'auto con gli ultimi km in provinciale.
In definitiva secondo noi questo itinerario è da descrivere come "difficile" e con una condizione fisica "duro"
Naturalmente tutto quanto sopra vale come il mio parere e strettamente sottostante la mia pratica e capacità...nessuna obiezione circa gli altri commenti e per chi ha raidato questo percorso al 90% con ampia soddisfazione! anzi tanto di cappello a loro!
tuttavia, considerando che altri itinerari con analoghe descrizioni li abbiamo sempre affrontati alla grande, ed in linea con le recensioni, mi sembrava doveroso apportare un contributo che possa mettere in "guardia" chi lo volesse affrontare con le nostre stesse premesse.
buon giro
link
edit/delete

Ste119

12.09.2016 21:21

Ho percorso questo itinerario giovedi 08/09/2016 e devo dire che, pur avendolo in programma da molto, ho sempre ripiegato su altro, un po per il fatto che è un "giro di casa" un po, anche per scarsa voglia di dedicarmi al lago d'Idro.
Dopo averlo percorso, mi devo ricredere, veramente un bel giro, appagante, soprattutto sotto l'aspetto paesaggistico ma anche per la discesa, in particolare per gli amanti del "flow", ho dovuto spallare un po di più, per mie mancanze ovviamente, ma non mi ha dato alcun fastidio, anzi, mi son goduto di più il panorama.
Andrò controcorrente ma dai commenti letti mi aspettavo qualcosa di più esposto, comunque da non sottovalutare, dato che, come già scritto, il margine di errore è molto basso.
La discesa molto scorrevole e un po ostica nel tratto ripido in alto dovuto al fondo molto scivoloso ma comunque mai troppo impegnativo, per non parlare dell'ottima lunghezza in rapporto alla salita percorsa (per un itinerario di "soli"1300 di dislivello!
link
edit/delete

silbo

01.10.2016 21:24

Bel giro sia x i panorami che x la discesa. forse si potrebbe provare x evitare le parti esposte il sentiero sulla sinistra che scende al fiume e poi si ricollega molto più in basso alla traccia.
link
edit/delete

SHREK

29.09.2017 13:52

Questo itinerario è già stato da me postato nel 2007 https://www.mtb-mag.com/forum/threads/lago-d%C2%92idro-anfo-cima-breda-anfo.70139/ e nella descrizione insistevo nella pericolosità dello stesso (ci sono morte persone a piedi). Dire che non è difficile non mi pare corretto anzi, ritengo che sia in assoluto uno dei più pericolosi della zona.
link
edit/delete

compagigi

29.09.2017 17:56

Ciao SHREK, ero a conoscenza del tuo post di 10 anni fa ed è stato quello a muovermi la curiosità. Come puoi vedere dalla traccia ora la discesa è stata arricchita con sentieri non presenti nel tuo post.
Continuo a considerare questo percorso NON difficile e non più pericoloso del 90% dei sentieri del mondo.(a mio avviso è molto più pericoloso un qualsiasi giro in bici su asfalto)
E' giusto sottolineare che la parte alta del giro è piuttosto "aerea" per non dire esposta e che se qualcuno ha problemi di vertigini li potrebbe trovarsi non esattamente a suo agio.
Comunque grazie ancora per la dritta iniziale.
link
edit/delete

SHREK

02.10.2017 11:34

Ciao Compagigi, in tutti gli itinerari che ho descritto ho sempre cercato di indicare la difficoltà oggettiva e soggettiva. La difficoltà oggettiva è quella data dall'itinerario in se, quella soggettiva dalla preparazione e condizione fisica di chi l'affronta. Questo intinerario non è difficile dal punto di vista tecnico ma lo è dal punto di vista oggettivo, ovvero la natura stessa dell'itineario che essendo molto esposto mette in serio pericolo la vita di chi lo affronta, soprattutto se bagnato o in presenza di residui nevosi. In paragone la discesa del Corno della Paura e del Comer o della Val di Vaia o della Val Sanguinera o quella della Cima Tignalga (che sono molto più tecniche) non sono così pericolose, paragonabile a questo; in termini di pericolosità, in zona c'è solo lo Zenone ed il sentiero è ben più largo. Quando postai questo itinerario ero indeciso se farlo proprio per la sua pericolosità, altri che ho fatto non li proprio postati. Non ho neanche mai voluto dare le tracce GPS perchè la gente dovrebbe abituarsi a prepare l'uscita sulla carta ed avere la capacità di usare bussola ed altimetro....... invece basta uno smartphone ed un app e via; ma se ti finisce la batteria e sei in mezzo alla nebbia voglio vedere come ne esci. Tu insisti nel dire che NON è difficile e non è pericoloso, bene, basta leggere il commento di Alfatango ( e di qualcun altro) dove dice che il margine di errore è pari a zero per rendersi conto di com'è il percorso. Ripeto, su quel sentiero ci sono stati gravi incidenti di escursionisti che lo percorrevano a piedi. Con questo saluto gli amici di MTB ed auguro a tutte buone escursioni.
link
edit/delete

miciolo

20.04.2019 19:59

fatto il 19/04/19
al link qui sotto un fotoreport del giro:
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/non-solo-piacenza.311900/page-160#post-8640013

Infos

Inserito da
compagigi
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
30.01.2012
Località
SPBS237, 25070 Anfo BS, Italia
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
4 ore + soste
Distanza
27.0 km
Dislivello
1300
Difficoltà tecnica
medio - difficile
Condizione fisica
media
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
1961
Downloads
361
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors