Lorina - Caplone - Tombea - Puria

Giro non molto lungo.. ma alquanto impegnativo.

Partenza dalla diga di S.Michele subito con l'impegnativa salita che porta al Tremalzo, che però non sarà da seguire tutta. Ad un certo punto si trova un bivio (sono due strade.. impossibile non vederlo) e prendiamo a sinistra verso la Malga Lorina (sentiero #224). Si passa la malga e si arriva alla Bocca di Lorina, e si va ancora dritti sul sentiero che diventa #444. A questo punto c'è la parte più impegnativa.. prima una serie di rampe con fondo a volte abbastanza ghiaioso da prendere a manetta, altrimenti ci si pianta. Poi il sentiero si stringe e la pendenza aumenta ulteriormente, fino a che diventa abbastanza impedalabile e bisogna spingere/portare a spalle la bici. Dopo più di 1300mt di D+ si giunge così al punto più alto del giro (circa 1830m). Dritti si arriverebbe sul Monte Caplone, mente noi dobbiamo prendere a dx per scavalcare una galleria franata (tutto segnato, non preoccupatevi) e prendiamo il sentiero #69 che ci porterà, dopo aver attraversato la Bocca di Campei, alla Malga Tombea. Qui ci si può permettere un attimo di più che meritato riposo e se si vuole arrivare fino in cima al Monte Tombea si potrà godere di una vista spettacolare a 360°.

Indossiamo le protezioni e cominciamo la prima discesa della giornata. Il sentiero 66 attraverso la Val di Scampei. Trovarlo è abbastanza semplice, quando si è quasi a Malga Tombea si vede una strada forestale che scende sulla sinistra (verso sud), con l’indicazione “Malga Alvezza” (se siete andati avanti fino alla Malga Tombea bisognerà tornare un attimo indietro e prendere a destra). Il sentiero ha il numero cancellato, ma è quello. Si segue la strada fino ad un pratone.. stando attenti si riesce a seguire abbastanza bene il sentiero che finito il pratone diventa molto più evidente (non potete sbagliare, ce n’è uno solo). Adesso ci si diverte. Prima parte che è il tipico sentiero da Garda Bresciano pietre smosse, pietre smosse e pietre smosse, poi le pietre finiscono e lasciano spazio a un sentierino da sottobosco fenomenale, molto scorrevole con qualche radice qua e là e ogni tanto qualche signor sasso in mezzo al sentiero che sembra messo lì apposta a fare da rampa per un bel saltino. Come tutte le cose divertenti finisce troppo presto. ;-)

Il sentiero finisce su una strada sterrata, noi prendiamo a sinistra e “torniamo” sul sentiero #69 che in pratica è una forestale carrabile. Il primo pezzo è tutto in discesa (si possono tenere su le protezioni) e si viaggia anche abbastanza spediti (di regola non ci sono molte auto/trattori.. consiglio comunque attenzione). La seconda parte è invece in salita (quindi consiglio di conservare le forze e non pedalare nella discesa prima) anche perché, essendo l’ultima salita e essendoci già sciroppati più 1300mt di D+, sembra eterno (in realtà sono più o meno 4km con altri 300 mt di D+). Arriviamo così ad un incrocio e andiamo dritti verso la sbarra in salita che vediamo davanti a noi e poi a sinistra sul bivio subito dopo. Non temete, sono 2 minuti e la salita e finita.

Arriviamo così al Passo della Puria. Rimettiamo tutte le protezioni e ci prepariamo per il sentiero #229.. 750mt di D-.. che si fanno in un lampo. Il sentiero non è difficile da seguire (solo un pezzettino dopo la malga che non è ben segnato, guardare sulla destra..), basta andare sempre dritti verso il basso.. non presenta tratti esposti se non per un pezzetto con fondo ghiaioso. Il resto è tutto un favoloso sottobosco “terroso” con pietre (per lo più fisse) seminate qua e là. Dopo un po’ il sentiero si allarga fino a diventare quasi carrabile, si passa una sbarra (occhio!) e si torna tranquilli fino alla diga di S.Michele.

Note:
* L’auto si può lasciare fuori dalla valle di S. Michele (al "solito" incrocio da cui partono molti giri). Ottima cosa per scaldarsi la mattina prima della salita. Pessima cosa per il ritorno quando stanchi si deve pedalare di nuovo tutta la valle che sembra non finire mai.


Come arrivare al punto di partenza

Valle di S.Michele - Loc. Polzone - Tremosine (classico punto di partenza verso il Tremalzo)

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
all3rz
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
30.09.2011
Località
Via Monsignor Giacomo Zanini, 25010 Tremosine BS,
Regione
Lombardia
Tempo Percorrenza
6 / 7 ore
Distanza
28.0 km
Dislivello
1650
Difficoltà tecnica
medio / difficile
Condizione fisica
duretto..
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
654
Downloads
105
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors