Riserva naturale di Malabotta

Riserva naturale di Malabotta
“Il Bosco Incantato”
Il giro della Foresta Incantata si svolge nella splendida Riserva Naturale di Malabotta a confine tra il fiume Alcantara e l’inizio del parco dei Nebrodi. Questo itinerario è reso affascinante dall’attraversamento del misterioso bosco di Malabotta, dove ci sono enormi querce secolari chiamate i Patriarchi del bosco e suggestivi siti che anno ispirato leggende antiche, tanto da attirare un set di regia per girare alcune scene di uno dei film di Harry Potter. Altro aspetto affascinante di questo itinerario è la presenza di diversi punti di osservazione che permettono di ammirare contemporaneamente, a seconda da dove si volge lo sguardo, la maestosità dell’Etna e la bellissima costa Tirrenica con le sue perle incastonate in mezzo al mare, le Isole Eolie.
Caratteristiche:
Partenza: Randazzo centro
Quota massima:Croce Mancina 1341 mslm
Sviluppo : 55 km circa
Dislivello: da 750 / 1351 slm.
Tempo medio di percorrenza: 5/7 ore
Periodo consigliato: da marzo a novembre
Ciclabilità: 95%
Note: Itinerario di grande intensità panoramica, con un tratto di 5 km. circa, con grande variazione altimetrica. Il percorso si snoda per il 60% su sterrato, 10% su strada mista di sterrato ed asfalto ed il 30% su strada asfaltata. Infine, 3 km. di single trek con attraversamenti di torrenti.
Itinerario dettagliato per mountain bike
Da Randazzo, il percorso intero misura km 53/60 circa con un tempo di percorrenza di 5/7 ore circa.
Inizio itinerario: dal centro di Randazzo, bisogna andare in direzione est e cioè verso Fiumefreddo. Quando si sta per uscire dal centro abitato, in prossimità delle ultime case, c’è un bivio e bisogna andare a sinistra, in direzione Mojo Alcantara. Procedere per questa piccola provinciale sino a Mojo Alcantara e arrivati a Mojo A. seguire la segnaletica per andare a Malvagna.
Arrivati a Malvagna, bisogna attraversare in centro abitato e andare in direzione del locale cimitero. Accanto alla porta centrale del cimitero c’è una strada ed è da lì che si deve continuare a salire. Dopo km 2 circa, sulla destra si troverà l’imbocco di una pista sterrata (accanto ad un cartello grande che indica l’inizio della Riserva Naturale del Bosco di Malabotta). Subito dopo, a 100 metri, girare a destra sino al cancello di ferro, attraversare il cancello e andare subito a sinistra (si passerà oltre una sbarra di ferro). Da qui comincia il tratto più impegnativo dell’itinerario, poiché in meno di 5 km. si sale circa 500/600 metri di quota.
Arrivati in quota, si incontra un'altra sbarra di ferro e si va subito a destra e si prosegue sino al bivio seguente, dove si andrà a sinistra. Qui si entra nel vivo del Bosco Incantato. Si incontreranno i famosi enormi querce secolari chiamate i Patriarchi del bosco ed anche tanti Pizzi e Rocche, alture tipiche della zona. Un posto da visitare obbligatoriamente e l’altura di Pizzo Voturi, da dove, nelle giornate prive di foschia si potranno ammirare con la costa Tirrenica, le isole Eolie e dal lato opposto, l’imponente sagoma del vulcano Etna.
Riprendendo il percorso si arriva in una piccola area attrezzata con tavoli e panchine in legno. Questo è il punto di inizio di tutti gli itinerari del Bosco. Qui bisogna girare a sinistra imboccando l’itinerario N. 1 del bosco e si prosegue sino ad un casermetta della forestale abbandonata. Oltre la casermetta, si può continuare sia a sinistra (la via più lunga) che a destra (la più breve). Se si sceglie la via di sinistra si andrà di nuovo a salire per 1 km. circa, sino ad incontrare sulla destra, due colonne in muratura. Si oltrepassano le colonne e ci si butta giù, in picchiata, sino ad arrivare in prossimità del torrente Licopeti. (La via più breve evita la salita e porta allo stesso punto della lunga)
Al torrente si gira a sinistra per l’itinerario N. 2 del bosco. Questo tratto del percorso è particolarmente bello perché ci sono brevi passaggi di single-trek che fanno fiancheggiare ed attraversare in più punti, il torrente Licopeti. Finito il sentiero sterrato si esce su una strada asfaltata e si va a sinistra in direzione Roccella Valdemone. Si attraversa l’abitato di Roccella V. e si và subito in discesa per l’unica strada che porta a Mojo Alcantara. Da qui, facendo a ritroso il percorso dell’andata, si ritorna al punto di partenza dell’itinerario, Randazzo.
Nota importante: in caso di avverse condizioni meteorologiche è sconsigliato affrontare il percorso senza una guida esperta, poiché il particolare microclima della Riserva di Malabotta tende sempre a creare folte nebbie che rendono quasi impossibile l’orientamento.

Guide locali:Matteo 329 89 70 901
Punti d’appoggio: Ai Tre Parchi bed and breakfast and bike
Tel. 095 799 16 31 www.aitreparchibb.it info@aitreparchibb.it




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

franco24

31.12.2011 15:56

ciao
Non hai la traccia GPS?

Infos

Inserito da
MATT64
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
21.06.2009
Località
Randazzo
Regione
Altro
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
4/5 ore
Distanza
50/55
Dislivello
750 m
Difficoltà tecnica
medio
Condizione fisica
duro
Visite
479
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors