Valsassina-MonteDueMani

Tipologia: AM
Lunghezza e Dislivello: 15Km e 900m
Durata: 2h di salita (+40min per la vetta) con 1h20 di discesa.
-------------
Partenza:
Il giro che vi descrivo ha come punto di partenza/arrivo il paese di Maggio, in Valsassina, raggiungibile da Lecco con la superstrada che arriva a Ballabio(seguire indicazioni per Valsassina) seguendo poi a destra per Barzio;dopo circa 2km in prossimità dello spaccio alimentare ALVA si sale a destra direzione Culmine di S.Pietro e si cerca un parcheggio subito nei paraggi.
-------------
Una volta parcheggiato si sale dalle casere di Maggio (c'è il cartello) fino ad arrivare agli "artigianelli" (dovrebbe essere una specie di colonia), qui parte una bella sterrata nei boschi a tratti abbastanza impegnativa, che dopo circa 7km arriva all'Alpe di Desio, un piccolo alpeggio.
Qui la questione si fa pelosa:
si può decidere di SALIRE IN VETTA al Monte Due Mani con una faticosa salita di circa 300m di dislivello bici IN SPALLA (si spinge poco,il più è in spalla)o tagliare via la scalata prendendo una poco agevole e poco evidente deviazione direzione Foppa che porta ad incrociare la discesa dalla cresta.

Sulla CARTINA (http://foto.mtb-forum.it/data/500/thumbs/DueMani.JPG) li trovate tracciati entrambi:
-in ROSSO il giro completo, compresa la salita in vetta
-in GIALLO la variante per il taglio.

Se avete avuto la tenacia e la cocciutaggine di arrivare in vetta, tutto lo sforzo viene ripagato da una vista spaziale a 360°, le grigne davanti, si vedono i laghi, il Resegone ed i piani di Artavaggio, in Valsassina è uno dei punti panoramici più belli che ho trovato, ne vale la pena.
Dalla cima si punta verso lo Zucco di Desio, il primo tratto aereo lungo la cresta lascia un bel sorriso stampato in faccia, non c'è mai vero pericolo anche se si può fare un bel ruzzolone per i ripidi prati. C'è ancora un poco da spingere ma una volta arrivati sopra il cucuzzolo inizia la discesa.
Tenete la destra anzichè scendere lungo la cresta, mi hanno detto (e mi fido) che andare dritto non si riesce.
Il sentiero lo si intuisce, tratti ripidi e tratti scorrevoli, pochissimi passaggi tecnici, è incredibile come si guida veloci e fluidi lungo un singletrack tutto curve fino ad arrivare alla Foppa, una bella valletta con qualche vecchia baita tirata a nuovo; seguire la carrabile in discesa fino a'ultima casa diroccata, sul fondo della valle c'è il prosieguo del sentiero, proprio allo scolo delle acque, sale un poco per poi tornare a scendere, ancora divertimento.
Meglio avere la traccia, il sentiero nel bosco è un pò sporco ma comunque ben seguibile, si sbuca su di un pratone con una casa, sulla destra parte una carrabile che velocemente porta sulla strada asfaltata delle casere da dove si era saliti. So che c'è modo di scender fino praticamente a fondo valle ma io non l'ho ancora trovata.

ATTENZIONE: la traccia gps registrata ha due deviazioni facilmente evitabili che sconsiglio di seguire: la prima in prossimità della Foppa, la traccia prosegue dritto ma è meglio seguire sulla destra la carrabile; la seconda una volta sbucati nei pratoni con la casa, la traccia si perde nei prati e poi per uno sentiero abbandonato da evitare, anche qui è meglio seguire la carrabile.
NOTE: durante la discesa vi prego di non farvi prendere troppo e tagliare le curve, così come evitate le sgumme, a lungo andare rovinereste molto il sentiero e sarebbe un vero peccato; per l'acqua c'è una fontanella all'alpe di Desio.
Periodo consigliato: da tarda primavera fino alle prime nevi, prima rischiate di trovarci ancora neve.




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

aledabomb

12.09.2010 18:22

la spallata è bella tosta, ma si è ripagati da una discesa bellissima..
asplorato la seconda parte di discesa che è un pò sporca e nascosta ma è sempre meglio che scendere su asfalto..
grazie superpippa.. per la compagnia..
link
edit/delete

Brightness

24.10.2010 22:28

grazie per le informazioni, non sapevo di questo giro. Mi è quasi tutto chiaro tranne una cosa, dopo gli artigianelli seguo il fiume tenendolo sempre a SINISTRA o circa 7/800m dopo la colonia devo attraversare il fiume e salire?
link
edit/delete

il bestia

02.06.2012 19:01

io sono salito in cima dalla Culmine San Pietro, la spallata è tosta, ma pensavo peggio, la discesa è molto bella, peccato che io alla casa sono andato a perdermi nel prato prima e nel bosco poi... errore mio ! ! !
link
edit/delete

aledabomb

02.06.2012 20:10

in effetti l'ultima volta che ci sono passato dopo il prato c'era un pò di confusione visto la sporcizia del sentiero
link
edit/delete

salgopiano

04.06.2012 19:52

fatto col bestia l'altro giorno (che verrà fustigato x la ravanata)
bella discesa facile ma sempre divertente!!

giro da rifare ma la prox volta voglio scendere da dove si sale....x aumentare un pò le difficoltà ;)
link
edit/delete

Black horse

05.08.2013 09:24

fatto ieri... il sentiero non è molto visibile, causa erba alta che nasconde quasi completamente il sentiero subito a partire dalla cima del monte due mani.
Confermo che: la seconda una volta sbucati nei pratoni con la casa, la traccia si perde nei prati e poi per uno sentiero abbandonato da evitare, anche qui è meglio seguire la carrabile.... mi sono perso nel bosco e nei rovi!!!!!!

Comunque il giro è molto bello, grazie superPippa.. l'ideale però sarebbe ripostare la traccia riveduta e corretta!!!!!!!

link
edit/delete

Pozz01

19.09.2015 19:59

Fatto oggi, paesaggisticamente stupendo, spallata faticosa ma fattibile, la discesa dopo il primo pezzo non presenta particolari difficolta (e finisce troppo in fretta!).
Aggiungo che si possono facilmente saltare i primi due km di salita su asfalto visto che ci sono dei comodi parcheggi poco prima dell inizio dello sterrato.
link
edit/delete

Pandrone

09.10.2015 14:36

Fatta oggi da Ballabio, bella la salita, anche la parte con la bici in spalla è un dislivello fattibile. Purtroppo la vetta era avvolta dalle nubi. Bella la discesa dopo la seconda cima. Poco pedalabile tra una vetta e l'altra. Un consiglio spassionato: fatela con l'asciutto perchè col bagnato diventa una derapata per tre quarti (per carità può piacere..) Dopo una parte inziale segnata con pallini blu poi il sentiero diventa pura fantasia ma a seguire dei pallini rossi vi guideranno. Tuttavia come superpippa vi ha già scritto a un certo punto giunti sulla carrabile seguite quella prima di perdervi nel bosco tra i piloni dell'alta tensione.
Ho comunque tracciato ed editato il percorso cercando di ottimizzare i possibili cambi di direzione. Grazie per il suggerimento col bel tempo dev'essere spettacolare.
link
edit/delete

niciz

07.12.2015 17:30

Fatto oggi partendo da Lecco. Merita veramente tanto!!! Forse un pò tardi come periodo dell'anno e foglie hanno ricoperto tutto, ma comunque molto divertente.
Come segnalato da altri è difficile trovare la congiunzione tra il sentiero coi bollini blu e quello coi bollini rossi. Soprattutto ora che i sentieri sono ricoperti da foglie. Alla fine dei bolli rossi quando si arriva nel prato non sono più riuscito a trovare il sentiero. Forse è anche sparito visto che sarà servito per i pali della tensione e ora c'è una strada sterrata pochi metri sopra.
link
edit/delete

remoremo61

22.10.2016 18:30

fatto oggi. Bel giro all mountain. bella spallata. Discesa interessante e tecnica il giusto. Oggi abbastanza umida si scivolava mica male. Seguendo il consiglio dei commenti più sopra alla fine dei bollini rossi preso carrareccia, breve tratto che riporta alle casere di maggio.
link
edit/delete

brucobrusco

12.07.2017 22:09

Fatto oggi, parecchia erba ma normale x il periodo.

Il sentiero dalle baite del tabor a balisio c'è di sicuro, quando salendo si passa la CRI dopo la rotonda si vede prima una mulattiera e poi la fine del sentiero, bisognerebbe farlo al contrario x capire dove si attacca.
link
edit/delete

Marco Malcangi

29.05.2019 15:08

Dal Monte Tabor il sentiero scompare e ci si perde purtroppo

Infos

Inserito da
superpippa
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
09.09.2010
Località
Ballabio
Regione
Lombardia
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
1289
Downloads
168
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2022 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors