DOLOMITI ZOLDANE MONTE PENNA KE SPETTAKOLOOOOOOOOOOOOOOO

Buongiorno bikers inserisco un giro di una bellezza straordinaria fruibile a molti bikers con discrete capacità tecniche. ( MONTE PENNA A PARTE)
L'itinerario parte subito con un bel sentierino dalla località Villa in val Zoldana in direzione Pieve di Zoldo . Da qui asfalto sino al passo Cibiana con passaggio obbligato nello stupendo borgo di Fornesighe(foto a nastro ).
Giunti al passo salita sterrata al monte Rite.
PANORAMI DA VOTO 10 CON LODE ...tolgo la lode per i ripetitori...ma quel che si vede è da urlo!!!
Scendiamo sul stupendo e pettinato sentiero sino al passo dell' Inferno ed ignoriamo il classico ST che riporta sull'asfalto per percorrere il ST in direzione rifugio Talamini.

ATTENZIONE AL TRATTO CHE ORA VADO A DESCRIVERE PERCHE alcuni bikers l'hanno trovato più ostico di come è stato vissuto dal sottoscritto che oltre alla sua bici ha trasportato l'e-bike della compagna . ( se vi da noia scendere dalla bici valutate voi se affrontarlo)

In questo tratto( che risulta più ciclabile del previsto dal sottoscritto ) ci sono 4 attraversamenti a ruscelli che richiedono di scendere dalla bici...e anche altri tratti ma poca roba cmq .
SONO 2,7KM di cui una parte in discesa completamente ciclabile se siete bravi ed un circa ultimo km praticamente a pedale .
Il tratto incriminato sarà al massimo di 1,5km .
Giunti al Talamini prendiamo la strada che ci porta verso il rifugio Venezia sotto il Pelmo con ultimo breve tratto a spinta. POSTO SPETTAKOLOOOOOOOOOOOOOOO
Per i vogliosi e volenterosi salita al monte Penna con tratto finale ripido a spalla!! Da qui panoramica SPETTAKOLOOOOOOOOOOOOOOO e discesa ciclabile con buona ottima tecnica al 98% ( primo tratto ripido e poi ostacoli tecnici)ALTISSIMO LIVELLO KE SPETTAKOLOOOOOOOOOOOOOOO con il Pelmo di fronte..
Dal rifugio Venezia prendiamo l'alta via e con tratti a spinta raggiungiamo il bivio dove inizia una bellissima e divertente discesa a Coi poi breve salitella e super sentiero facile e divertente sino alla macchina.
Chiudiamo un giro bellissimo tecnicamente facile ( monte Penna a parte)che vi lascerà veramente soddisfatti!!
TOPPERIA DOLOMITICA




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

BebeMTBiker

04.07.2021 15:20

Preciso che scrivere " In questo tratto che risulta più ciclabile del previsto ci sono 4 attraversamenti a ruscelli che richiedono di scendere dalla bici...e anche altri tratti ma poca roba cmq." riferito al sent.CAI 478/494 F.lla Val Inferna - Rif. Talamini mi sembra riduttivo e ottimista. Sono 2,7 km che di ciclabile hanno veramente poco e per oltrepassare i ruscelli non basta scendere dalla bici come per attraversare un passaggio pedonale, ma bisogna prestare molta attenzione a dove si mettono i piedi per non scivolare giù e per giunta con la bici in spalla, questo a beneficio di chi leggendo potrebbe pensare si tratti di una passeggiata.
Ed, inoltre, preciso che scrivere "Dal rifugio Venezia prendiamo l'alta via e con tratti a spinta raggiungiamo il bivio dove inizia una bellissima e divertente discesa" non è corretto, considerato che dal Passo Rutorto bisogna prima scendere pedalando quasi zero e risalire per forza con bici in spalla/spinta per circa 100 d+ non proprio agevoli e questo avendo alle spalle già 2000 m d+.
Tanto per essere corretti nei confronti di chi vorrebbe intraprendere il giro.
link
edit/delete

lazzadielle

04.07.2021 23:03

Ciao grazie del commento che anche se critico è sempre utile da leggere per chi si avvicina agli itinerari.
Come sempre quello che scrivo è ciò che provo e vivo durante il giro in base alle mie capacità e posso dirti:
La discesa dal rifugio Venezia sull'alta via non l'ho nemmeno valutata perché cortissima ed il tratto successivo alcuni tratti li ho pedalati dove non c'erano ostacoli. I tratti a spinta li ho fatti quasi 2 volte per aiutare la mia compagna con e-bike e non mi sono apparsi così lunghi.
Per quanto riguarda colle dell'inferno rifugio Talamini 2,7 km una parte è in discesa e l'ultima parte completamente pedalabile ( penso quasi 1km) .
Il pezzo che tu dici è dal mio punto di vista di circa 1,5km max con gli attraversamenti dei ruscelli.
In questi attraversamenti io non ho avuto il benché minimo problema è li ho fatti 2 volte per trasportare anche l'e-bike della mia compagna. Lei te lo può confermare. @ellys85
Quando abbiamo deciso di provare la variante Talamini non sapevamo cosa ci aspettasse...ma alla fine entrambe l'abbiamo vissuta molto positivamente.
Cmq penso che nel complesso di così un bel giro quei tratti possano essere metabolizzati dal risultato finale e dall'ambiente in cui ci si trova. Nel tratto dell'Alta via avrai visto la bellezza del Pelmo ecc..
Cmq va benissimo il tuo commento perché se hai vissuto questo in modo diverso dal nostro va ASSOLUTAMENTE RISPETTATO e può servire anche ad altre persone che vogliono percorrere l'itinerario .
Ke spettakolooooo

link
edit/delete

The Voice

05.07.2021 16:39

@lazzadielle

a mio parere il primo impegno che ogni utente deve avere nel momento in cui decide di pubblicare un itinerario, e quindi renderlo fruibile da altri appassionati è di essere più oggettivo possibile nella valutazione delle situazioni di criticità.

Non è corretto valutare in base alle proprie capacità trialistiche o di sopportazione alla fatica, ma pensare ad un ciclista medio e segnalare più dettagliatamente possibile tutti gli aspetti che sono fuori dall'ordinario.

Una volta che un utente conosce cosa troverà in un determinato itinerario e decide se affrontarlo o meno sapendo cosa lo aspetta.

Scendo ora nel dettaglio di questo giro che conoscevo per un 90% e ho deciso di fare con altri 6 amici (non di primo pelo ciclistico) perché incuriosito dalla tua scelta di arrivare al Talamini da Forcella Inferna. Come ha scritto l'utente sopra sono circa 2,7 km di sentiero e tu scrivi che è risultato "più ciclabile del previsto". Permettimi di dirti che questa non è una indicazione utile, pensavi di fare in bici 200 mt e ne hai fatti 400? e quindi è più ciclabile del previsto? su quasi 3 km di sentiero? queste indicazioni a mio parere sono troppo superficiali.

Non hai correttamente descritto e valutato la discesa dal rifugio Venezia perché 400 D- non si possono commentare al contrario la risalita per aggirare la spalla sud del Pelmo non è proprio una passeggiata di salute, sono circa 1,5 km da fare a spinta quando va bene e con la bici in spalla tra i mughi quando anche spingere la bici risulta impossibile.

Fatte queste personali precisazioni a beneficio di qualche altro amante del cicloalpinismo che lo voglia replicare, concludo dicendo che il giro è molto bello e che mi ha soddisfatto perché è la tipologia di itinerario che faccio spesso, all'autore faccio i complimenti per aver esplorato un sentiero nuovo (494) ma al quale consiglio di dedicare qualche minuto in più alla descrizione dei dettagli piuttosto che abbondare con aggettivi SPETTAKOLARIIIIIIIIIIII
link
edit/delete

lazzadielle

05.07.2021 17:51

Visto la seconda segnalazione inserisco una precisazione nell'itinerario perchè non voglio assolutamente mettere nessuno in difficoltà ma anzi voglio che tutti vivano questo splendido sport al TOP!!!


Fatta la premessa ....
Scusami @The Voice ma i 400 di dislivello in discesa dal Rifugio Venezia dove li hai visti? si perderanno si e no 50mt di dislivello ( non calcolabili come discesa secondo me) .....la mappa è chiarissima come l'altimetria.
Se parti dal monte Penna intendi?

Per quanto riguarda la descrizione degli itinerari non ho la capacità di fare una scala di difficoltà di un sentiero....quello che posso descrivere essendo un biker di media capacità è ciò che provo nell'affrontarlo.
Per quanto riguarda il tribulare con la bici avrai sicuramente ragione tu sul fatto che ho più sopportazione di tanti altri.
Però credimi quei tratti io e la mia compagna non li abbiamo vissuti come voi.
Il tratto dopo il Venezia come scritto nel mio commento precedente fatto 2 volte portando anche una e- bike cosi come tra i ruscelletti e nessuno dei 2 l'ho trovato minimamente ostico (il sentiero è largo ) e lo si vede bene perchè integralmente mappato su google.

Un 'altra considerazione che mi permetto è quella che non si tratta assolutamente di un giro cicloalpinistico perchè non prevede MONTE PENNA A PARTE COME SCRITTO nulla di ciò ....nessun passaggio alpinistico ecc... solo tratti con bici a fianco , spinta o spalla come meglio si crede .

Detto questo non posso assolutamente accontentarti nel togliere dai miei report aggettivi SPETTAKOLOOOO SPETTAKOLARI ecc... sono ciò che provo e mai nessuno potrà cambiare il mio modo di godere la montagna ,la mtb e tutto ciò che riguarda il mio fantastico mondo!!!
KE SPETTAKOLOOOOOOOOO

Grazie del commento


link
edit/delete

The Voice

05.07.2021 18:12

@lazzadielle

Hai ragione, ho scritto 400 D- ma intendevo 400 mt .... al il monte Penna non ci siamo saliti e quindi non rientra in nessun mio commento.
Per cicloalpinismo intendo quando un percorso da IN BICI diventa CON LA BICI dovendo caricarla in spalla.
Come vedi anche un banale termine può essere interpretato figuriamoci le valutazioni sui sentieri.
link
edit/delete

sahara

05.07.2021 22:48

Diciamo che si dà una occhiata ai percorsi di lazzadielle in genere, si capisce che non sono piste ciclabili... cicloalpinismo vuol dire lunghi tratti con bici non solo a spinta, ma a spalla. Quanto alla definizione delle difficoltà e del riferimento al ciclista "medio" posso dirti che dopo quasi 30 anni di mtb, fino a 3 anni fa ( ora ne ho 57..) i miei giri mediamente erano di 1000/1200 metri di dislivello, ed i suoi percorsi assolutamente inavvicinabili.
Da un paio di anni mi sono intrippato con il cicloalpinismo, ed ora i 1000 metri li faccio anche solo a spalla.. questo per dire che essere obbiettivi è impossibile, perché due anni fa con 30 anni di bici alle spalle quello, che avrei definito un giro impossibile, ora potrebbe essere alla mia portata... Da uno che si spara giri da 3200 md+ come il Lazzadielle, la definizione di "fattibile " va presa con il suo metro. Del resto mi capita di leggere recensioni di giri di difficoltà "elevata" fatti con la ebike che a mio giudizio sono assolutamente di livello decisamente inferiore fatti gia' con la muscolare...
link
edit/delete

sahara

05.07.2021 22:56

Ps io stesso circa 3 anni fa avevo "criticato" il metro di giudizio di un noto "ciclodisagista" , ma in effetti dopo aver fatto , a volte parzialmente , altri suoi percorsi, mi son reso conto che aveva ragione...rispetto agli altri da lui recensiti, quello era davvero banale :-)
link
edit/delete

lazzadielle

05.07.2021 23:39

@sahara grazie del commento!! Condivido anch'io il tuo pensiero sul fattibile e medio che va anche valutato in base a chi scrive l'itinerario . Com'è andata sul Thabor? Ke spettakoloooo
link
edit/delete

sahara

06.07.2021 00:21

Thabor fantastico.. cicloalpinismo puro ... pure troppo puro :-)
link
edit/delete

The Voice

06.07.2021 09:26

@sahara

ho per caso criticato il dislivello? ho criticato il tipo di giro? ho chiesto piste ciclabili?
ho solo "suggerito" all'autore di essere più preciso possibile circa alcune criticità che si incontrano un percorso .... tutto qua.
Portage, discese particolarmente tecniche, punti esposti vanno segnalati a beneficio di chi volesse replicare il giro.
Perché a questo punto mi chiedo ....lo scopo della pubblicazione è a beneficio della community e quindi informare altri bikers o per pavoneggiarsi?





link
edit/delete

sahara

06.07.2021 10:40

Probabilmente mi sono spiegato male... quello che volevo dire è che le difficoltà variano a seconda dell'occhio di chi le vede .. fare un guado tra sassi smossi e acque profonda può essere normale per chi è abituato a farne a decine magari a 3000 metri di altezza, e quindi neanche lo segnala, ed invece per chi è abituato a fare xc in collina probabilmente è un ostacolo non indifferente. E siccome chi scrive il reportage non conosce le capacità di chi lo leggerà ... è tutto relativo. Mia moglie mi insulta quando facciamo percorsi che per lei sono "esposti da paura " e li fa a piedi, ed io magari li faccio in bici e non me ne rendo neanche conto... Recentemente ho conosciuto un nuovo compagno di ciclate che ha un passo in salita mostruosamente più elevato di tutti quelli che fino ad ora ho frequentato, e quindi quelli che giudicavo grandi pedalatori ora sono diventati..."medi" Considerando che online ( vedi wikiloc ed altri) si trovano tracce senza nemmeno una recensione) quelle di Lazzadielle mi sembrano decisamente dettagliate, e basta fare una piccola ricerca sulle sue tracce per rendersi conto che sono percorsi di livello base decisamente elevato, e quindi occorre parametrare le sue indicazioni con cognizione di causa. Quando decidiamo di affrontarle in gruppo, sappiamo che minimo ci metteremo un paio di ore in più e probabilmente taglieremo anche un pezzo ( vedi Thabor) Occorre dunque stabilire chi sia il cosiddetto "ciclista medio" ( ma medio rispetto a chi ??? mica conosco tutti i 30.000 iscritti al forum con le loro capacità ...) E comunque, piuttosto che non avere tracce, meglio piuttosto... ;-)
link
edit/delete

paiogs

06.07.2021 12:35

A me più che critiche costruttive sembrano commenti denigratori. Tracciare, controllare, verificare e provare un giro richiede moltissime ore di lavoro. Lo facciamo con passione quindi non è un problema ma leggere poi che non era abbastanza esaustivo perchè non erano segnalati tutti i sassolini fa sinceramente cadere le braccia. A maggior ragione se le critiche arrivano da chi non ha mai condiviso una cippa lippa di itinerario. Parliamo di Montagna e di sentieri escursionistici non di percorsi nati per le bici. Le condizioni possono variare considerevolmente di stagione in stagione quindi anche una descrizione minuziosa avrebbe poco senso. Gli itinerari vengono pubblicati, oltre che per pavoneggiarci, come fonte di ispirazione e condivisione della gioia che la Montagna ci offre e non come guida passo passo per tutti gli utenti. Non è abbastanza dettagliata ? Passa oltre e non usarla non sei obbligato.
Sei più bravo nelle recensioni ? Bene ! Proponi le tue.
Pis en Lov
www.ciclodisagio.com
link
edit/delete

lazzadielle

06.07.2021 14:14

@The Voice ....oltre che riprendermi sulla recensione poco esaustiva ( lo può essere) mi riprendi sul fatto che ci sono troppi aggettivi, e per ultimo indirettamente sul pavoneggiarsi.....

Come ha scritto Paiogs (di cui sottoscrivo ogni parola ..) ti dico che se hai già guardato nel forum tt gli itinerari da me proposti o la stragrande maggioranza sono diversi da quelli pubblicati e sono frutto di studio sulle mappe , su google ecc... ecc... con un enorme dispendio di tempo.
Tutto questo lo faccio perché mi piace tantissimo e trovo entusiasmante provare qualcosa di nuovo sui sentieri che poi vado a proporre a costo zero nel forum..... non è un pavoneggiare per nulla ....e solo concretizzare un lavoro fatto da casa e vissuto tante volte da solo.... in modo che altre persone possano a costo zero( tempo) scaricare una traccia e percorrere un percorso.
Scrivere una recensione a detta tua poco esaustiva e solo la ciliegina finale di un lavoro fatto a monte impegnativo.... come scrive @sahara in giro si trovano su altri portali molte tracce ma senza descrizioni....e in questo io ho scelto di condividere le mie.
Accetto le critiche e infatti ho anche modificato l'itinerario visto che non eri il solo....ma per cortesia non riprendermi sul fatto che una traccia deve essere esaustiva al 100% ( non è un lavoro) o sul fatto che io mi possa pavoneggiare.....qui sei andato fuori strada....
link
edit/delete

The Voice

06.07.2021 15:12

Dedico qualche altro minuto per puntualizzare alcune cose e poi lascio perdere .... ho capito che i commenti devo solo essere di lode e un semplice "suggerimento" .... perché questo ho scritto (non ho denigrato nessuno) non è ben accetto.

@paiogs
secondo me hai perso tu l'occasione per passare oltre, hai dato sfogo alle manine sulla tastiera senza nemmeno conoscermi .... probabilmente hai guardato se avevo pubblicato qualcosa, non hai trovato niente e quindi mi hai giudicato indegno di proferire parola.
Purtroppo devo deludere la tua frettolosa sentenza, qui dentro ho contribuito molto più di quanto tu creda, sicuramente più di te .... approfondisci la ricerca e troverai qualche sorpresa.

@lazzadielle
quella sugli aggettivi era una battuta dai ... pensavo fosse evidente, sul discorso pavoneggiarsi l'ho messa come possibilità, ma se non è così meglio.
Circa il discorso su ricerca, mappatura, e preparazione di un percorso .....mi stai scrivendo cose che conosco fin troppo bene, non ho bisogno di insegnamenti su questo aspetto della vita del biker.

Chiudo ripetendo che io non ho criticato ne tantomeno denigrato nessuno, ho dato un consiglio, un suggerimento. Non ti sta bene, pazienza. Continua a descrivere i giri come ti pare e piace e io eviterò, se ce ne sarà l'occasione, di commentare un giro preso dal tuo archivio, così eviteremo un ulteriore botta e risposta improduttivo.
link
edit/delete

lazzadielle

06.07.2021 16:01

@The Voice non è stato improduttivo come dici perché io ho cambiato la descrizione visto che la tua era la seconda segnalazione. Sull'argomento aggettivi e pavoneggiarsi l'ho visto in modo meno simpatico di come dici.... se il modo era quello simpatico avrò frainteso. Sul fatto del fare un giro e non inserire il commento valuta tu....da entrambe le parti ci possono essere diversi punti di vista che cmq aggiungono alla descrizione fatta dal relatore particolari che come tu dici possono mancare da una relazione esaustiva.
Ti ringrazio del commento e spero di poterti incontrare on bike
link
edit/delete

paiogs

06.07.2021 17:06

Continui con il sarcasmo caro amico @The Voice.
L’oggetto di questa discussione sono gli itinerari. Il tuo contributo, a prescindere da tutto quello che hai fatto di altro, è nullo ed è un dato di fatto.
Visto che, come scrivi, conosci molto bene gli sforzi di mappatura, ricerca e preparazione come mai non li condividi ?
Proponi degli itinerari e descrivili come ritieni debba essere fatto e sarò felice di prenderne spunto anche per i miei.
Se invece commenti solo quelli degli altri in maniera sferzante allora capisci che è un po’ irritante.
Pis en Lov
www.ciclodisagio.com
link
edit/delete

The Voice

06.07.2021 18:04

@paiogs
L'unico dato di fatto è che giudichi senza sapere di chi parli. Ti confermo che qui ho contribuito più di quanto pensi. Se l'ho fatto bene o male saranno gli altri utenti a dirlo ma sicuramente ho cercato di fare del mio meglio e non ho mai rimbeccato a nessun commento ricevuto come è successo in questo caso. E con questo chiudo definitivamente, ci sono altre forme per comunicare qui dentro molto più appropriate. Adios
link
edit/delete

MTBikerMAU

06.07.2021 19:22

Spezzo una lancia a favore di @the Voice e al suo contributo agli itinerari del forum, essendo, in coppia con il fratello, uno dei più prolifici tracciatori e "condivisori" di tracce (con il nick "The MTBike Brothers").oltre ad aver sempre spinto verso un'ampia condivisione delle stesse e ad uno spirito di aggregazione.
Per quanto riguarda l'itinerario qui proposto, da forc. Inferno al Talamini -fatto alcuni anni fa- non ho più ripetuto l'accoppiata Rite-Pelmo proprio per il tratto in questione, che mi ha portato via parecchie forze, voglia e tempo a piedi oltre ad alcuni difficili attraversamenti dei guadi.
link
edit/delete

BebeMTBiker

06.07.2021 19:41

@MTBikerMAU ...grazie
E complimenti per il Veneto Trail
AMEN.
link
edit/delete

Ellys85

06.07.2021 22:07

Scusate, mi permetto di intromettermi nella discussione. Anch’io ho percorso il tratto incriminato e non l’ho trovato così malvagio...qualche pezzo a piedi e’ fisiologico nei giri in montagna, ma non ho ricordo di tratti particolarmente esposti o problematici...ed io non sono certo una biker esperta! Forse sono stata fortunata io perché avevano fatto da poco la “dolomiti bxt trail” e quindi il sentiero da forc inferno -rif.Talami l’ho trovato perfettamente pulito
link
edit/delete

AlbertoZecchi

07.07.2021 08:13

Trovo importante segnalare tratti esposti, pericolosi, attrezzati, franati e via discorrendo per il resto essendo sentieri escursionistici di montagna va da se che possano esserci tratti più o meno lunghi spallati o spinti con la variabile non calcolabile delle singole capacità tecniche. I guadi? Beh non bisogna essere scienziati per immaginare che in una stagione di temporali frequenti e scioglimento della neve in quota possano riservare difficoltà extra ( e magari nel caso specifico manco lo è stato mi sembra di capire). Per il resto..."lei non sa con chi stà parlando"...(licenza poetica) ma che è un film di Totò? Gli itinerari scritti col nick tal dei tali sono i miei quindi se permetti ho contribuito eccome bastava scrivere.

Infos

Inserito da
lazzadielle
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
28.06.2021
Località
Dont
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
10 ore
Distanza
51.0 km
Dislivello
2400
Difficoltà tecnica
Medio
Condizione fisica
Medio
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
339
Downloads
13
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2022 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors