912 Da Trasaghis a malga CUAR, malga Amula ed Alesso.

Referente LUIGI - ( info@ruotalpina.it ) - Ultima ricognizione: 30/05/2021

SCHEDA TECNICA
Verso Orario - Lunghezza = 48,5 Km - Dislivello Sal/Disc = +1420 m
Quote min/Max = 185 / 1300 - Tempo Standard ore 4:50 min
Velocità media = 10 Km/ora - Ciclabilità su tempo 100% (a piedi 0 min)
Difficoltà Tecnica = 4/7 MEDIO - GD= 65 Medio/Difficile
Consumo Energia Elettrica =420 Wh

NOTA: Questo percorso era stato tentato, in verso antiorario, 5 anni or sono. Tra malga Amula e malga Cuvvi siamo stati fermati da una serie di alberi schiantati di traverso alla strada causa una bufera (anni prima di Vaia). Ora il tratto è stato liberato ed abbiamo realizzato tutto il percorso in verso orario.

DESCRIZIONE:
Dal parcheggio si prende la strada del Campo Sportivo e poi si attraversa la zona artigianale arrivando (in B 185) sullo sterrato ghiaioso che segue il corso del torrente Leale. In B1 si attraversa un ponte e ci si collega alla S.P. per Avasinis (il breve tratto B1 -B2 verrà percorso anche al ritorno in senso inverso)
Procedendo in piano si arriva nei pressi del cimitero e nel wpt C si prende una vecchia strada che, quasi in piano, taglia le pendici del col Del Sole, fino al punto di inizio salita (C1 q.205). Su asfalto e dolce pendenza si arriva in (D 490) dove l'asfalto finisce. Le pendenze non cambiano ma si troveranno molti brevi tratti con fondo insidioso per sassi smossi e roccette. Un recente smottamento ha dimezzato la carreggiata per un decina di metri (speriamo venga riparata prima che frani del tutto); a quota 710 (punto panoramico) torna un buon fondo liscio (che rimarrà tale fino alla fine) della salita; troviamo anche tratti cementati abbelliti dalle incombenti pareti rocciose sul versante ovest del monte Covria. A quota 855 (wpt E) si incontra una stradina asfaltata che si lascia in F 900 per proseguire su sterrato. Merita una sosta nel punto panoramico (con panchina) F1 1090 con vista sulle alpi Carnice ma anche, in una giornata come oggi 30 maggio, fino al golfo di Trieste. Si scollina a q. 1300 ed in breve, grazie alla facile stradina, si scende verso Malga Cuar; durante la discesa, si gode di un panorama grandioso: in fondo il lago di Cavazzo e l'inconfondibile, tristemente noto, monte San Simeone.
NOTA: la malga era chiusa e riaprirà a metà giugno comunque abbiamo incontrato il titolare che ci ha dato il permesso di entrare nella terrazza con panchine per la colazione al sacco. Mi ha anche fornito il numero di cell. corretto (quello che trovate nel web non funziona): 366.9509141.
Dopo la sosta si riprende a scendere per strada carrozzabile, a tratti cementata fino a raggiungere il bivio H a q. 910. Si trova ind. per malga Cuvii. Per lungo tratto il fondo è ottimo poi, nei tratti più ripidi, diventa ghiaioso ma con ruote grosse e pressione ridotta, si scende senza problemi. A q.800 si intravvede la malga ma proseguiamo in discesa.
In H2 si attraversa il primo di vari altri guadi (altri 3 se ben ricordo) con fondo solido in pietra ed acqua cristallina. Da qui, per molti km, avremo continue contropendenze brevi ma impegnative per pendenza e fondo smosso. La risalita più lunga è quella dopo Malga Amula (q.730) fino agli Stavoli di Forchia Amula (J 870). La bella discesa riprende ora nel fitto bosco e presenta ancora brevi contropendenze; dopo una serie di tornanti (cementati in curva) ci si immette sulla strada asfaltata per malga Armentara nel wpt K q.515. Per tornare a fondovalle resta una lunga ed entusiasmante discesa a corti tornanti che termina nei pressi di Alesso. Attraversato il ponte sul torrente Palar (a 80 m trovate un bar che ho segnato con wpt), da L1 si imbocca una deliziosa pista ciclabile con fondo in terra e ghiaino che dopo un inizio prativo si immerge nella fitta boscaglia ed in lievissima discesa conduce all'attraversamento della SP nel wpt M (B2 all'andata). Dopo il tratto M - N (B1 - B2 all'andata) si va a prendere una stradina che corre parallela all' A28 e la sottopassa in O. Ancora poche pedalate e si entra in Trasaghis trovando presto il parcheggio di Piazza 6 Maggio da cui siamo partiti.




Come arrivare al punto di partenza

Se si proviene dall' A23, l'uscita giusta è quella di Gemona/Osoppo.
Le indicazioni da seguire sono: prima Osoppo quindi Trasaghis.
(circa 7 Km dall'uscita A23). Individuato a sx il Bar Sport si svolta a sx su via E. Costantini e poco dopo a dx per via Iesi.
Ecco le Coordinate Decimali del parcheggio: N 46.2811 E 13.0736

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

Galgano

31.05.2021 21:01

la discesa è su singletrack ??

Infos

Inserito da
RUOTALPINA
Avatar
Tipologia
Itinerario da A a B
Inserito il
31.05.2021
Località
Piazza 6 Maggio 1976, 11, 33010 Trasaghis UD, Ital
Regione
Friuli Venezia Giulia
Tempo Percorrenza
ore 4::50 min
Distanza
48,5 Km
Dislivello
1420 m
Difficoltà tecnica
4/7 MEDIO
Condizione fisica
GD= 65 Medio/Diffici
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
82
Downloads
20
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2024 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors