Anello Val Veddasca - MTB-MAG.com | Itinerari

Anello Val Veddasca

Partenza da Curiglia e seguendo indicazioni per Piero dopo un km e mezzo in discesa finisce l'asfalto dove nel posteggio della mini funivia per Monteviasco parte a sinistra dopo un ponte l'evidente sterrata in salita. Raggiunta località Lozzo si percorrono le viuzze del paese seguendo i bolli con direzione Biegno e poi Monterecchio. Con pendenze ora molto sostenute si pedala lungamente poi con fondo più scassato si spinge facile per una mezz'ora. Sbucati sulla sterrata che sale da Cangili (se volete risparmiarvi lo spintage a Lozzo immettersi sul bitume verso Indemini e a Biegno prendere direzione Alpe Cangili), proseguire a pedale per Monterecchio e seguire poi indicazioni percorso bici. Arrivati al colletto a sinistra 15 minuti di portage e si raggiunge la cima del Corbaro. Brevemente giù dall'altro versante e subito risalita prima in sella poi in facili 5 minuti a spinta per raggiungere la cima del Covreto. Nuovamente in bici si scende verso l'ampia conca erbosa e si risale in traverso totalmente ciclabile per raggiungere la cima del Paglione. E tre! Si scende in direzione Monte Gambarogno - Sant'Anna. Inizialmente flow poi più impegnativo con belle curvette si raggiunge la chiesetta di Sant'Anna. Qui con traverso in falsopiano si raggiunge l'Alpe Cedullo dove incomincia la fantastica salita del Monte Gambarogno, che con gamba buona e tecnica sui tornantini è integralmente pedalabile fino ad uno sputo dalla cima. Orgasmo multiplo per salitomani. Grandi panorami dal belvedere della croce forse ancora migliori che dalla cima. Si torna per poche decine di metri sui propri passi e ci si infila nel sentiero panoramico che girando attorno al monte porta al passo Alpe Neggia. Ci sono tratti abbastanza difficili e qualche passo l'ho fatto a piedi. Forse forse è ora di pensare all'acquisto di una full... Al passo 50 metri di bitume direzione Indemini e subito ci si fionda a destra seguendo i bolli bianco rossi. Il sentiero scende scorrevole ed incrocia più volte la strada principale. Superato l'abitato Monti Idacca con le casette tutte ristrutturate si risale 20 metri l'asfalto e si prende il tratturo a destra con indicazioni Indemini. Un poco di su e giù fino a prendere il bivio a sinistra con indicazione monte Lema. Si ricomincia a scendere dalla bici e ci si porta lungamente avanti in facile spinta con qualche breve tratto pedalato. Si arriva all'Alpe di Montoia e seguendo sempre per monte Lema si risale in portage il traverso sotto al monte Gradiccioli. Si sbuca sulla cresta immettendosi sulla famosa traversata Tamaro - Lema. Discesa prima ampia poi su traccia stretta e poi bel pedalare per un buon tratto. Più avanti il fondo è più discontinuo e si alternano tratti in bici a facili spintarelle. Un ultimo breve tratto obbligatoriamente in portage poi si possono rimettere le chiappe sulla sella .Breve falsopiano e discesa abbastanza tecnica per arrivare alla Forcora d'Arasio dove prendendo a destra con indicazioni Curiglia si scende fluidi fino all'Alpone di Curiglia. Qui indicazioni per Curiglia sia a sinistra che destra. Prendere quest'ultima direzione (sentiero 108A). ST agevole che sfocia poi in quel che rimane di una scassatissima e sporca mulattiera. Sicuramente poco battuto ma abbondantemente segnato. Si esce su bitume davanti alle case di Curiglia e rispettando il cartello di divieto di transito alle mountain bike nelle viuzze del paese stare larghi sull'asfalto esterno e in un paio di minuti si è alla macchina.
Note ed avvertenze:- percorso molto bello con panorami fantastici ma faticoso e adatto a chi non fa troppe differenze fra pedalare spingere e portare.- Tutti i tratti nei boschi di faggio non presentano alberi caduti o altri casini dovuti alla tempesta del mese scorso ma sono ricoperti da uno strato di foglie scivolose che richiedono una guida sensibile e precisa. - Per la traversata integrale con le cime di Tamaro Gradiccioli e Lema preventivare tre circa tre ore in più con un millino di dislivello in portage. - Per chi ha occasione di andare durante la settimana occhio che la strada per Curiglia è aperta causa lavori, fino a data da destinarsi, solo in alcune fasce orarie mentre friubile 24 h il Sabato e Domenica




Come arrivare al punto di partenza

Da Luino seguire per Dumenza e poi Curiglia

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
AlbertoZecchi
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
02.11.2020
Località
Curiglia VA
Regione
Lombardia
Tempo Percorrenza
6 e 40 con pause
Distanza
33
Dislivello
2200
Difficoltà tecnica
medio/difficile
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
44
Downloads
5
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2021 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors