VAL VARAITA KE SPETTAKOLOOO PONTECHIANALE RIF.MELEZE


LEGGERE ATTENTAMENTE GRAZIE.
L'itinerario sotto descritto fa fede al giorno dell' inserimento.
I successivi cambiamenti climatici ecc.. che possono agire sulla natura, il percorso ,nessuno li può prevedere......
Possono essere segnalati successivamente, con un commento sull'itinerario, dopo averlo percorso. Questo, è sempre utilissimo ,specialmente per itinerari inseriti molto tempo fa. Consiglio infatti quando si è interessati ad un'itinerario di leggere sempre i commenti successivi.
DETTO QUESTO CHIUNQUE DECIDE DI PERCORRERE UN ITINERARIO DA ME INSERITO LO FARA' A SUO RISCHIO E PERICOLO.NON MI ASSUMO RESPONSABILITA!!!


Buongiorno bikers inserisco un'itinerario GRANDIOSO in Val Varaita.
Questo itinerario è dedicato a chi non ha paura di spingere o portare per un bel pò di tempo la bicicletta, ma la fatica sarà ampiamente ripagata dalla qualità del percorso e dalla stupefacente bellezza dei luoghi attraversati.
Start da Pontechianale e subito super single evita asfalto sino a Chianale ( bello bello e bello anche il borgo).
Da qui bitume forzato e piacevole sino al Colle dell'Agnello.
Dal colle breve discesa e si inizia il traverso in salita verso il colle delle Camoscere e successivamente il Pelvo. (PEDALATO pochissimo)
Dalla cima esagerato panorama e prima discesa dominante orgasmica sino al colletto dove con qualche colpo di pedale si arriva sino sotto la Rocca Bianca.
Sabato 6 luglio volevamo salire in vetta direttamente dal canale ma c'era ancora neve ed abbiamo dovuto aggirare il monte attraverso vari sfasciumi perchè il sentiero era ancora coperto da neve.
Tra 15 gg sarà tt libero e si potrà salire con attenzione dal canale. Aggirato non facilmente il monte (neve) si arriva al colle e da li siamo saliti appena sotto il bastione della Rocca.
Inizia un'altro capolavoro sentieristico che ci porta sino in vista del lago Blu con la guglia della Roccia la Niera dominante( KE SPETTAKOLOOO).
Con un traverso non lungo e a tratti non ciclabile arriviamo sopra i laghi BES.
(SPETTAKOLOOO)
Inizia ora il facile discesone lungo il corso del fiume Ubaye in direzione Veran. Cosa dire SPETTAKOLOOOO.
Arriviamo ad un ponticello e prendiamo il sentiero che ci porta nel vallone del Rubren e all'omonimo colle. La prima parte dura dura ma si pedala sino ad una malga,poi si spinge lungo il corso del ruscello ( stare subito sulla dx non in traccia perchè abbiamo dovuto guadare). Arrivati in alto nel vallone con gamba potente si alternano tratti duri duri da pedale a tratti no sino all'ultimo vertical sotto il colle,
Arrivati qui le fatiche saranno terminate e ci lancerà in discesa su un sentiero ESAGERATOOOOO sino appena prima del rifugio. Orgasmo totale!!! Un brevissimo tratto iniziale 2 passi a piedi ed uno centrale ripido e scavato qualche passo....il resto NON HO PAROLE.....
Al Melezè la fatica accumulata sarà tanta ma sarà ripagata dalla gasatura dei sentieri percorsi e la bellezza dei luoghi passati......
VERAMENTE UNO SPETTAKOLOOOOOO

Attenzione giro durissimo !!! tutto il giorno!!! non andate se non ben allenati.


Come arrivare al punto di partenza

parcheggio centrale

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
lazzadielle
Avatar
Tipologia
Itinerario da A a B
Inserito il
09.07.2019
Località
Pontechianale
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
13 ore
Distanza
44.0 km
Dislivello
2800
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
durissimo
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
40
Downloads
3
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors