AM Carzen, Manos, Stino, Mandoal, 469

Grandioso giro AM, per ambiente, panorami e sentieri che permette di concatenare i vicini tra loro monti Carzen e Manos col monte Stino, abbinando discese insolite e divertenti.

Si parte dalla sponda orientale del lago d'Idro, scaldando un poco i muscoli prima di affrontare la vecchia e pietrosa strada che da Vantone intercetta la provinciale Idro-Capovalle, risparmiando un po' di bitume. Continuare su quest'ultima per circa tre Km, fino ad un tornante destrorso con fontana. Proseguire su breve rampa cementata e lungo una stradina a fondo naturale che termina presso una cappella. Svoltare a destra su asfalto raggiungendo in breve il passo S. Rocco.
Attraversata la provinciale si risale una buona forestale (primo bivio a destra, secondo a sinistra) fino a scollinare tra la cima Ingorello ed il monte Carzen. Risalire in direzione di quest'ultimo fino ad una casetta a sinistra. Dietro la casetta individuare l'inizio di un bel sentiero in pineta esposto a Nord che aggira la sommità del monte. L'ultimo breve tratto si dovrà portare la bici su deboli tracce di sentiero nel bosco fino alla croce sommitale.
La discesa al passo Vesta è entusiasmante per panorama e divertimento ma è a tratti ripida ed occorre fare ATTENZIONE. Dal passo Vesta si torna indietro su bel sentiero pedalabile prima e sterrata dopo, raggiungendo le pendici del monte Manos. Risalire il sentiero in porting fino alla croce di vetta.
Scendere dal lato opposto su facile sentiero fino ad un piccolo rudere di cemento. Individuare nel prato sottostante la traccia di un vecchio sentiero e percorrerla fino ad un tornante della mulattiera, ormai cementata che in breve scende alla colonia di Coccaveglie. Scendere un acora un paio di tornanti ed imboccare a destra una stradina nel bosco che risale per poco e continua fino a un capanno da caccia. Proseguire su sentiero fino ad un bivio e seguire a destra lungo un bellissimo singol che aggira il versante Nord del Manos fino ad intercettare il sentiero che scende al passo S. Rocco.
Attraversare nuovamente la provinciale e seguire per Zumiè. Da questa frazione salire su asfalto fino al rifugio Stino, sull'omonimo monte. Dopo una pausa ristoratrice (si mangia benissimo) merita una visita la postazione militare con grandiosa vista sul lago d'Idro e le montagne circostanti.
Tornati al rifugio scendere il prato retrostante in direzione dei ripetitori e proseguire fino ad incrociare una sterrata che seguiremo a sinistra (sbarra) per pochi metri fino ad individuare il sentiero a destra che seguiremo fino ad un bivio (attenzione, a sinistra si torna a Zumiè), proseguire diritti verso Mandoal.
Raggiunta la località Mandoal imboccare l'incredibile sentiero 469 che passa dal monte Camisino e che da quest'ultimo, scende con stretti tornanti, da affrontare con agili nosepress, fino a Vantone e quindi alla macchina.


Come arrivare al punto di partenza

Da Brescia lungo la superstrada per Salò-Vallesabbia. Proseguire lungo la S.S. del Caffaro fino alla Pieve d'Idro, svoltare a destra, raggiungere Crone d'Idro e proseguire lungo la sponda orientale del lago d'Idro verso Vantone, Vesta

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

cer-mtb

03.05.2019 12:35

Giro super!!!

Infos

Inserito da
giannig
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
03.05.2019
Località
Idro (BS)
Regione
Lombardia
Distanza
38
Dislivello
1970
Difficoltà tecnica
Medio-Difficile
Condizione fisica
Abbastanza Duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
175
Downloads
43
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2020 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors