Lecco-Culmine S.Pietro-alpe Cova- Lecco

17-02-2019
vi racconto l'avventura, alla disperata ricerca di una salita in quota in questa stagione dove il sole ti chiama, ma dietro l'angolo il gelo ancora ti aspetta...
è venuto fuori questo giro..
l'idea era di salire verso Artavaggio e poi scendere e risalire verso S.Calimero partendo da Lecco facendo la salita del Morterone e quella all'alpe Cova che non ho mai fatto
la neve non pedalabile dei versanti al sole e il ghiaccio in quelli in ombra non hanno permesso di fare il giro che avevo pensato, ma è venuto fuori comunque un bel giretto:
partenza da Lecco salendo da via Montalbano..
una volta a Ballabio sù per Morterone, forcella di Olino..
la traversata verso Culmine S.Pietro a piedi in mezzo alla neve non pedalabile
uno sguardo alla salita verso Artavaggio mi ha fatto capire che era meglio non salire..
giu fino a Moggio e colle Balisio e di nuovo in salita nella valle dei Grassi lunghi.
svolta a dx su una strada sbarrata con catena. e si entra nel bosco..
si pedala bene fino a quando la strada che poi si fa sentiero, traversa decisamente a dx fino ad alcune baite.. comincia il ghiaccio che non mi abbandona fino all'alpe Cova.. a piedi..
al pensiero di trovare ghiaccio sulla ripida discesa da S.Calimero decido di scendere verso la traversata bassa e con sorpresa dopo un centinaio di metri in neve mollccia, riesco a stare in sella fino al torrente Pioverna..
mi ha sfiorato l'idea di fare la traversata bassa e scendere dai Resinelli da un altro sentiero mai fatto, proposto dagli amici del forum... ma la traversata in questo senso è praticamente tutta in salita e ricomincia il ghiaccio (comincio a essere un po' stanchino..)
il tratto che dal Pioverna porta alla strada dei Grassi lunghi è una distesa di ghiaccio unica, (ero tentato di mettere i ramponcini) ma arrivo comunque incolume e di nuovo in sella mi sparo tutta la discesa a manetta
sempre un po' stanchino, una volta a Balisio decido di tornare a Lecco su bitume..

il giro verrà rifatto in condizioni estive e magari completo

l'unica difficolta del giro è in questo caso la neve e il ghiaccio che spero se ne vadano al più presto


Come arrivare al punto di partenza

Lecco

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

mario_b71

18.02.2019 13:28

Complimenti per la ravanata.... attendo report giro completo "no ice", thanks!
link
edit/delete

pinozo

18.02.2019 14:48

Volentieri..
link
edit/delete

Deroma

19.02.2019 15:57

scusa un'info ma se tralasci il pezzo per alpe cova il resto è tutto su asfalto/strada bianca o sbaglio?
link
edit/delete

pinozo

19.02.2019 18:05

Si.. sterrato fai da Lecco a Ballabio e da forcella di Olino a Culmine S Pietro..
Il resto purtroppo è asfalto anche se scarsamente frequentato da auto...
Purtroppo mi è sembrato l'unico modo di salire un po in quota pedalando..
Nel giro completo l'asfalto sarebbe un 25 % del percorso..
link
edit/delete

Deroma

19.02.2019 18:26

grazie mille
link
edit/delete

avalonice

21.02.2019 16:18

Alcuni consigli per evitare un po' di asfalto:
Invece di arrivare fino alla Culmina 100/150m prima di incrociare la provinciale piegare a sx su evidente sentiero la discesa in val ferrera è carina senza essere troppo impegnativa.
Arrivati a Maggio invece di scendere verso Balisio dirigersi verso Barzio qui si prende via per Introbbio quasi tutta sterrata che porta verso Pasturo qui si prende la forestale per il Pialeral, questa ultima variante aggiunge un 200m di dislivello.
link
edit/delete

pinozo

21.02.2019 18:49

@Avalonice
Grazie.. molto interessante...
La discesa da Culmine l'avevo già adocchiata e in effetti avendo rinunciato a salire ad Artavaggio potevo tornare indietro e provarla ..
L'altra invece non la conosco.. proverò sicuramente..
Esiste anche un'alternativa alla forcella di Olino in salita di cui io non sono a conoscenza? Ovviamente che sia più o meno pedalabile.. la bici in spalla la porto già abbastanza
link
edit/delete

avalonice

21.02.2019 22:54

Il primo tratto di strada per Morterone è "obbligato", in teoria c'è un traccia di sentiero ma non l'ho mai fatta (neanche a piedi), penso che non sia proprio pedalabile.
Quando la strada spiana, alla fine della prima serie di tornanti sulla DX c'è la deviazione per la val Boazzo (indicazioni), il primo tratto è una semplice strada in terra battuta prima in discesa e poi in falso piano ma superato un ponte diventa sentiero veramente poco pedalabile perlomeno salita, se hai manico però in discesa è fattibile.
Il sentiero termina poche centinaia di metri prima della forcella di olino.
Avendo un fondo molto friabile le difficoltà cambiano tantissimo da stagione a stagione quindi indicazioni precise non sono in grado di dartele.
Ma visto quello che mi hai detto ti conviene stare sulla strada asfaltata.
link
edit/delete

pinozo

21.02.2019 23:55

mi sa che mi converrà fare ancora bitume fino a Olino, che poi nel giro che voglio fare resterà l'unica parte appunto su bitume, a parte qualche piccolo pezzetto qua e la..

invece la forestale cha da pasturo sale al Pialeral è quella che parte con via dei Castagneti?
link
edit/delete

avalonice

22.02.2019 10:20

Il nome della via non lo conosco ma ci sono indicazioni non dovrebbe essere difficile individuarla.
La forestale per il Pialeral è quasi tutta cementata almeno fino a loc.Cornisella.
Però se sali lungo la forestale tagli fuori il single-track nel bosco e prato che ritengo che sia uno dei tratti più belli della zona.
In alternativa potresti in corrispondenza di un tornante della forestale (più o meno dove ci sono le indicazioni di limitazione al transito) lasciare la strada principale ed imboccare un ambia sterrata pianeggiante che porta il loc. Gorio e da li su facile sentiero ti riportarti verso i Grassi Lunghi, sbucando nei pressi della chiesa del Sacro Cuore.
link
edit/delete

pinozo

22.02.2019 13:09

Ho dato un'occhiata ai tuoi itinerari e credo di avere capito..
Aspettando che la neve si scioglie.. studio..
Grazie

Infos

Inserito da
pinozo
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
17.02.2019
Regione
Lombardia
Distanza
56.0 km
Dislivello
1700
Difficoltà tecnica
medio
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
164
Downloads
2
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors