Questo sito contribuisce alla audience de

Casiacco Vito d'Asio - Single tracks Black Mamba, Mach3 e DH Piero Bicya

Si parte da Casiacco di Vito d'Asio e si sale su asfalto sulla ripida strada che passa davanti alla chiesa e porta alla meno impegnativa provinciale che congiunge Anduins con Vito d'Asio. Al primo incrocio a Vito d'Asio si sale in direzione Madonna della Neve, sempre su asfalto, fino all'incrocio che porta su sterrato verso l'agriturismo, davanti al quale si prosegue fino al successivo incrocio, si svolta a sx, località Corona, proseguendo senza grandi pendenze verso il Monte Pala, fermandosi al km7.7 in cui si svolta sul visibile sentiero a sx tra i rovi. Molto ben pulito e veloce, si tratta del Black Mamba. In breve si raggiunge una sterrata, si svolta a dx e subito a sx su sentiero si scende per poco fino all'asfalto della provinciale. A sx e 100m dopo a dx oltre il guard rail si prende una traccia poco visibile e sporca di rovi, ma dopo alcune centinaia di metri a piedi svolta a sinistra e diventa di nuovo ciclabile, si allarga fino a diventare una carrareccia che riporta a Vito d'Asio. Si scende subito a dx e subito a sx sul sentiero più ripido. Fondo a "pedrade" e alcuni gradini, molto veloce e ben tenuto. Si finisce sull'asfalto che si attraversa e si scende lungo il sentiero a fianco del portone della casa, il Mach3, enduristico e piuttosto tecnico e sfocia sul sentiero che collega Casiacco a Manazzons. A dx saliscendi su sentiero fino all'asfalto che si segue in salita fino a Celante di Castelnuovo in cui si gira stretto a dx verso Celante di Clauzetto e si prosegue in salita fino alla chiesa di San Giacomo a Clauzetto passando per i gradini di via Triviat; merita una sosta per godere del magnifico panorama dal balcone del Friuli. Si riparte e di fronte alla casa di riposo si imbocca lo stretto asfalto che conduce alla Pieve di San Martino d'Asio, proseguendo poi lungo il sentiero veloce che scende a Vito d'Asio. Si attraversa il paese, scalinata, verso Clauzetto e si riprende la strada percorsa per imboccare il sentiero su "pedrade", ma stavolta si imbocca quello successivo sempre in "pedradre" un po' meno ripido del precedente; si attraversa l'asfalto e si scende su cemento per 100m per poi prendere a sx il sentiero che attraversa su ponticello fatiscente il torrente e si prosegue su percorso enduristico, con alcuni salti e rampe (i ponticelli sono stati divelti dalle piene del torrente e bisogna un po' arrangiarsi per riprendere il sentiero). Seguire attentamente le tracce di bici per non perdersi. Si raggiunge nuovamente il sentiero Casiacco-Manazzons e si ripercorre la strada fino al primo incrocio per Celante di Vito d'Asio, in cui alla fine dell'abitato si prosegue su sentiero inizialmente in discesa e poi su salita ripida mista cemento-sterrato fino all'asfalto, a dx e si prosegue per 1km fino al sentiero su erba a dx con grossa targa in legno DH Piero Bicya. Pulitissimo e battuto, tecnico e molto veloce, con salti (in gran parte anche evitabili) e rampe. Si sbuca a Casiacco.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
civi65
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
12.02.2019
Località
casiacco
Regione
Friuli Venezia Giulia
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
5 h
Distanza
34.0 km
Dislivello
1250
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
112
Downloads
20
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors