Giro delle Borgate

Vigneti e Borgate
Prarostino con la sua terra di storia e di cultura cela luoghi interessanti con una natura sorprendente. In punta di piedi o meglio seduti su una sella, ci si può addentrare tra gli innumerevoli sentieri e lasciare che la curiosità prenda il sopravento tra le borgate che aggrappate alla collina, guardano dall’alto i comuni della piana.
Punto di partenza è San Bartolomeo di fronte al municipio e orientandoci verso nord si procede in direzione B.ta Grigli su una strada asfaltata. Dopo una ripida ma breve salita si arriva ad una deviazione verso sinistra che ci porta, attraverso una strada bianca, presso la località Gelà. Il percorso prosegue nel bosco di castagni e faggi lungo una ciclabile semplice e panoramica girando attorno al monte Castelletto, fino ad arrivare al bivio per il Collaretto. Il fondo stradale è molto buono adatto a qualunque bikers.

Proseguendo lungo la dorsale del monte Castelletto si arriva ad un bivio che in duecento metri ci porta alla “Roca di Bauti”. Da questo interessante punto panoramico la visuale spazia tra l’inizio della val Chisone fino ad arrivare al monte Orsiera. Dopo aver gustato questo splendido paesaggio si prosegue in direzione B.ta Collaretto. Arrivati alla borgata, si riprende la strada asfaltata in direzione nord est verso la B.ta Allamanda che tra faggi memorabili, si raggiunge dopo circa 1km.Difronte a noi si presenta un balcone su B.ta Gay (vedi wikipedia) e l’imbocco della valle. Una ripida ma breve discesa ci proietta nel bosco e prendendo direzione sud si procede verso B.ta Pocapaglia lungo una bellissima pista tra i boschi. Si prende l’asfalto e deviando sulla sinistra, si prosegue verso B.ta Gay. Circa 500 m dopo la borgata vi è una deviazione sulla destra e mantenendo ancora la strada asfaltata si procede per circa 300 metri in direzione B.ta Baravaiera . Il breve tratto di sentiero che ci unisce con la B.ta Barina è abbastanza breve ma ostico. Raggiunta la strada sovrastante e proseguendo a sinistra in direzione sud, si raggiunge e si supera facilmente la B.ta Barina e ci si immerge in un altro bosco direzione Colombini. La strada si fa pista e in alcuni tratti la pendenza diventa impegnativa fino a raggiungere la località Castel del Lupo (vedi valdesina). Percorrendo una diagonale in direzione nord ovest in direzione Colombini, il nostro sguardo spazia sui vigneti ben curati del Prustinenc. Dai Colombini troviamo sulla nostra sinistra, un sentiero breve ma impegnativo che ci conduce in località B.ta Ser. Uno splendido e ben conservato lavatoio, ci riporta indietro nel tempo dove computer cellulari e lavatrici non esistevano e la vita era decisamente più dura di quella attuale. Oltrepassato B.ta Ser la strada si fa di asfalto e una balconata sulla pianura del Pinerolese e del Cavourese ci appaga la fatica fatta fin ora. Raggiungiamo località B.ta Rocco giungendo a circa metà del giro. Scendendo sulla provinciale per circa 350 metri e facendo molta attenzione alle indicazioni, prendiamo un strada sulla destra raggiungendo località Barbè. Un sentiero di raccordo impegnativo ci conduce in località Cavoretto dove una comoda strada asfaltata ci fa attraversare la frazione conducendoci verso la strada Massera. A questo punto si sconfina nel comune di San Secondo e seguendo il tratto di strada asfaltata di via Brusiti, ci avviciniamo alla B.ta Moisa (vedi valdesina) dove una ripida e impegnativa salita prima asfaltata e poi sterrata ci conduce alla salita dei Roc. Attraversiamo e risaliamo via Massera per circa 80 metri per poi riprendere l’itinerario verso borgata Merle e Ramate per proseguire verso il punto panoramico di Cumbalesine che si raggiunge dopo un impegnativo sterrato. Il percorso è ormai giunto alla conclusione e attraversando l’ultimo bosco di castagni giungiamo alla B.ta Badoni dove un comodo sterrato ci conduce in località Topi per poi raggiungere il punto d partenza di San Bartolomeo.

L’interessante itinerario si snoda in circa 19 km misto tra asfalto e sterrato.

Il tracciato è interamente segnalato con frecce ed è percorribile durante tutto l’anno e non vi sono da segnalare delle difficoltà tecniche rilevanti se non quelle di essere allenati per poter affrontare strappi


Come arrivare al punto di partenza

Da Torino autostrada per Pinerolo, uscita per San Secondo di Pinerolo, Prarostino

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
Focus56
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
28.01.2019
Località
Prarostino
Regione
Piemonte
Web
Homepage
Tempo Percorrenza
3 ore 30 minuti
Distanza
19,3 Km
Dislivello
700 metri
Difficoltà tecnica
MC/BC
Condizione fisica
medio
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
77
Downloads
5
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors