016 La Conca AMPEZZANA (orario)

Referente: LUIGI (ruotalpina@alice.it - www.ruotalpina.it) - Revisione: 11.03.2010

SCHEDA TECNICA:
Verso ORARIO - L = 43.5 km -Dislivello 1200 m - Tempo Standard 4h 20'
Difficoltà tecnica medio GD= 48 MEDIO
Quota min 1100 / max 1800 - Ciclabilità 96% (10' a piedi)

DESCRIZIONE:
Partendo dalla località Dogana Vecchia si compie un anello orario attorno a Cortina d'Ampezzo, ammirando da ogni angolazione le meraviglie della vallata.
Dal wp A (loc. Socol) si attraversa il ponte sul Boite per una inedita salita (dura nella prima parte) che
permette di arrivare direttamente al laghetto di Pianozes. La successiva salita per forestali fino ad incrociare la strada del passo Giau in loc. Palù, ha brevi tratti molto duri che i meno allenati faranno a piedi. Da qui abbiamo trovato un passaggio su sentiero, erboso, veramente originale e ciclabile quasi interamente, fino al suo collegamento con la strada del passo Falzarego nel wp H q. 1655. Ancora per sentieri e tratturi si risale al bivio di C.re Fedarole dove si incrocia la stradina asfaltata per il Rif. Dibona. A q. 1780 si devia a dx per forestali che in parte attraversano piste da sci (attenti a non scendere troppo !) e che arrivano alla nota località di Piè Tofana.
Valicata la sella tra Tofana e Col Drusciè si percorre il delizioso e panoramico “Sentiero Montanelli “ : è una passeggiata.. quindi precedenza assoluta ai pedoni che in stagione sono numerosi.
Poi la strada scende decisa ma anziché proseguire fino al fondovalle si consiglia una breve digressione al laghetto Ghedina (500 m A+R dal wp O). Al ritorno si scende veloci fino a raggiungere la SS a q. 1290. Si cambia ancora versante iniziando una salita molto irregolare ma dall’eccezionale panorama su tutta la conca Ampezzana: dalle facili forestali che potano a Chiave, ci si alza sul versante sud del Pomaganon con dure rampe fino al Rif. Col Tondo, poi ancora saliscendi e strappi fino ad incrociare la strada del Passo 3 Croci e spostarsi alle falde del Monte Faloria. Incontriamo sentierini erbosi, qualche tratto a spinta ed una inebriante discesa fino alle C.re di Mandres. Ormai si deve scendere alla periferia sud di Cortina e poco dopo si incontra la famosa ciclabile dell’ex trenino. Un facile rientro lungo il Boite riporta infine a Dogana Vecchia.


Come arrivare al punto di partenza

sulla SS 51 tra San Vito di Cadore e Cortina d'Ampezzo

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

ppovelato

25.06.2012 14:41

Percorso il 24/06/12, gran bel giro, nessun biker a parte il nostro gruppetto. un po' difficile trovare la traccia in mezzo al prato dopo aver lasciato la strada che scende dal passo tre croci. Divertente la discesa da lago Ghedina a Fiammes
link
edit/delete

ppovelato

25.06.2012 16:44

CORREZIONE "Divertente la discesa al lago Ghedina"
link
edit/delete

bebla

28.08.2012 12:47

Bellissimo percorso, si riescono a vedere bei panorami senza fare troppa fatica!!

Infos

Inserito da
RUOTALPINA
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
11.03.2010
Località
DOGANA VECCHIA (SAN VITO DI CADORE)
Regione
Veneto
Tempo Percorrenza
4h 20'
Distanza
43.0 km
Dislivello
1200 m
Difficoltà tecnica
4/7 medio
Condizione fisica
GD= 48 MEDIO
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
479
Downloads
115
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2020 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors