"Sentiero Novara" - 2^ tappa: Galliate, Soriso

La tappa odierna è di notevole impegno fisico (e anche tecnico): mi ricorda parecchio le tappe più impegnative fatte durante "l'Epico Viaggio" della Via Francigena.

Dopo gli ultimi circa 40 km. fatti nelle pianure novaresi, passando anche in tratti poco (alcuni per nulla) mantenuti, affronto le prima fatiche all'interno del Bosco Solivo: tratti anche in portage (il primo di altri) con discese tecniche il giusto all'interno di un bosco veramente suggestivo.

Veloce passaggio ai Lagoni di Mercurago, per poi affrontare la mazzata del giorno: la salita prima al Sass dal Pizz e poi al Cornaggia: la vetta più alta toccata dal Sentiero Novara e la punta più a nord. I panorami molto suggestivi sul Lago Maggiore ripagano (come si dice sempre in questi casi) della grande fatica.

Scendo ora verso Sud/Est sul versante verso il Lago d'Orta, passando anche su sentieri molto scassati, dove bisogna avere una forca con generosa sospensione per goderseli appieno.
Arrivo quindi a Gozzano, salgo ad Auzate lungo la mulattiera che parte da Fontana Santa, scendo poi verso il Rio La Grua per risalire su ripidone asfaltato a Sorico, dove concludo finalmente l'impegnativissima tappa.

----------------------------------------

Qui il video-racconto della pedalata di oggi: https://youtu.be/eX5dFPFSpiI

Qui la traccia in 3D: https://doarama.com/view/2180254

Ricordate se guardate i video di selezionare nelle impostazioni di visione: "Qualità" a 720p per avere una visione in HD.

Puoi vedere tutti i miei video sul nuovo canale Youtube "I Sentieri di Black": https://www.youtube.com/channel/UCLJMJ9qSHQhs1YP_yVnkWhw

-------------------------------------------

Oggi farò le Tappe dalla 10 alla 16:

- 10 Galliate, Badia di Dulzago (circa 18,5 km.)
Il percorso, molto agevole, si svolge, tempo permettendo, con il costante panorama del Massiccio del Monte Rosa, fra campi coltivati a mais e riso.

- 11 Badia di Dulzago, Mezzomerico (16 km.)
Splendido ambiente rurale con colture di mais, alberi da frutto, boschi, vigneti e con grandi vedute alpine.
Qui da segnalare, passato il Ponte sul Terdoppio e imboccato la sterrata a destra e percorsa per ca 600m. l'attraversamento di una roggia sulla destra tramite una passerella scarsamente visibile per proseguire poi verso Nord fino Mezzomerico.

-12 Mezzomerico, Comignago (circa 13 km.)
Tratto di immersione nei boschi con arrivo sulla grande morena del ghiacciaio del Lago Maggiore – Verbano sud/occidentale.
Inizialmente il percorso si snoda tra vigneti per entrare successivamente in zona boschiva sino al noto campo da golf di Agrate Conturbia.
Gradualmente entro in un folto bosco sino a giungere al masso erratico glaciale (Prea Guzza). Lasciandola sulla destra si perde quota per un dislivello di circa 50 mt. entrando nel bel Bosco Solivo.
Guado il rio e risalgo sul versante opposto sino ad incontrare un percorso fitness attrezzato raggiungendo la strada sterrata per Revislate.
Scendo poi rapidamente sino a incrociare il sottopasso dell’autostrada A26.
Continuo raggiungendo la ferrovia di Comignago (in disuso) per riprendere il sentiero boschivo che porta alla strada principale in località Bergamino.

13 Comignago, Paruzzaro (circa 7,5 km.)
Da località Bergamino tramite strada sterrata ci si “immerge” nei boschi del Parco dei Lagoni di Mercurago
Continuare poi passando per Oleggio Castello (SS 142) in direzione di Borgomanero per ca 150 m imboccando, sulla destra, Via Monte Oleggiasco.
Continuo sino a prendere sulla sinistra la strada asfaltata Via sant’ Eufemia sino a raggiungere l’omonimo santuario.

14 Paruzzaro, Fosseno (circa 8,5 km.)
Dal santuario di Sant’ Eufemia attraverso una zona boschiva sino a giungere al sottopasso dell’ autostrada A26. Guado poi il Torrente Vevera (privo di passerella di attraversamento).
Proseguo fino alla S.P. 34, che attraverso risalendo il Riale Tiaschella imboccando poi il sentiero/mulattiera che sale a Silvera e su strada asfalta si raggiungo Colazza. Passando per il Palaghiaccio continuo su sterrata prendendo poi l'F1 per Fosseno.

15 Fosseno, Cassano (12 km.)
Tratto panoramico e molto impegnativo che raggiunge il monte più elevato del Sentiero Novara: M.te Cornaggia(m 921).
Da Fosseno, località lavatoio ove è presente un’area PIC-NIC con fontana, imboccare il sentiero che tra boschi di betulle e castani raggiunge il punto panoramico “Sass dal Pizz”. Da qui è possibile ammirare la vista completa sul Lago Maggiore e su quelli della provincia di Varese; l’area è attrezzata a Pic-Nic.
Seguendo la costa verso Nord raggiungo il passo del Giogo e risalendo (a spinta o portage) un ampio prato ricoperto da felci si arriva alla vetta del M.te Cornaggia con vista a 360° sulla catena del M.te Rosa, del Resegone, delle Grigne nonché sulle pianure delle provincie di Novara, Verbania, Varese, ecc.
Ridisceso al Passo Giogo, ha inizio il tracciato sul versante del Lago d’Orta nonchè sponda sinistra del Torrente Agogna.
Percorro la “Dorsale dell’ Alto Vergante” (antico sentiero che univa Invorio con Gignese, attualmente una strada taglia-bosco), lambendo in successione gli alpeggi: Alpe del Bosco; Alpe Verdina sino a giungere alla Cappella del Vago e poi Cassano.

16 Cassano, Soriso (circa 13 km.)
Da Cassano imbocco la strada che raggiunge la chiesa di Barozzera e successivamente quella di Pecorino.
Attraverso i boschi raggiungo il ponte sul torrente Agogna, lo si attraverso e imbocco immediatamente la stradina sulla sponda destra raggiungendo i ruderi dell’antica fucina con un antico ponte canale sulla roggia di alimentazione del maglio (Antica Fucina).
Continuando sulla sinistra lungo l’Agogna, raggiungo la SP Bolzano-Invorio attraversandola e poco oltre raggiungo il cimitero di Bolzano Novarese.
Su strada bianca arrivo a località S. Lorenzo presso Gozzano e poi su strada asfaltata attraverso Gozzano.
Raggiungo Auzate su strada asfaltata passando accanto alla Fontana Santa da dove ha inizio la mulattiera appunto per Auzate. Da qui, una strada bianca, scende nella valle del torrente Grua ove termina la tappa, dove poi risalgo su ripida strada asfaltata fino a Soriso.

CHI DECIDE DI AFFRONTARE L'ITINERARIO QUI PROPOSTO, SI ASSUME TUTTE LE RESPONSABILITA’ PER I RISCHI ED I PERICOLI A CUI PUO’ ANDARE INCONTRO E, UTILIZZANDOLO, DICHIARA DI AVER COMPRESO IL GRADO DI DIFFICOLTA’ DELLO STESSO. NON SI ASSUMONO RESPONSABILITA' DI ORDINE GIURIDICO PER EVENTUALI DANNI O INCIDENTI CHE POSSANO VERIFICARSI SUL PERCORSO.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

Ranopa

10.11.2018 16:30

complimenti! Hai svolto un lavoro insigne. Ho scaricato le tue tre tappe del sentiero NO. Mi
hai risparmiato di tracciarlo con il pennarello elettronico con tutti gli annessi e connessi.

Grazie. Paolo
link
edit/delete

Black Devil

10.11.2018 17:00

Prego figurati ;-) Fatico sempre con piacere sapendo che poi altri si gusteranno le mie deliziose portate. Buon Sentiero Novara allora e leggi bene le mie note alle tracce.
Ciao!

Infos

Inserito da
Black Devil
Avatar
Tipologia
Giro a tappe
Inserito il
19.06.2018
Località
Galliate (NO) - Ponte Pescarizzo
Regione
Piemonte
Tempo Percorrenza
7 ore 30 min. circa
Distanza
86 km.
Dislivello
1.667 mt.
Difficoltà tecnica
DIFFICILE
Condizione fisica
DIFFICILE/ISSIMO
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
70
Downloads
10
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors