L'Epico Viaggio. La Via Francigena (Tappa 9): S. Quirico d'Orcia/Viterbo

Questa tappa può anche essere divisa in tre parti:
- la prima da San Quirico d'Orcia a Radicofani: 32 km., 1.028 mt. D+
- la seconda da Radicofani a Bolsena: 46 km., 680 mt. D+
- la terza da Bolsena a Viterbo: 35 km., 820 mt. D+

Province attraversate: Siena, Viterbo

Altra mazzata! Anzi, mazzatona! Mi faccio tre tappe in un giorno: molto toste, le più dure di tutta la Via Francigena.
Parto da San Quirico d'Orcia con ancora tanta curiosità per queste splendide colline, passo molto presto per la famosa Bagno Vignoni, continuando poi tra le splendide alture.
Dopo Podere Passalacqua mi inserisco sulla Cassia evitando saggiamente di guadare il Torrente Vellora e Rofanello (sentiero ormai abbandonato e pericoloso in caso di piena) per staccarmi poi a dx sulla SP113 del Banditone.
Dopo aver spinto energicamente sui pedali e spinto anche a piedi, arrivo a Radicofani (il punto più alto delle colline toscane) dove riprendo fiato ed energie.
Da Radicofani 20 km. di planata su strada bianca fino ad incrociare nuovamente la Cassia che percorrerò per circa 5 km.
Mi arrampico fino ad Acquapendente e continuo tra boschi e colline fino ad avere le prime splendide viste sul Lago di Bolsena.
Entro in modalità riserva per gli ultimi 34 km. ancora tra boschi e colline, fino ad arrivare a Viterbo ormai verso le 20,00: per fortuna la tappa di oggi è finita!

Si inizia:

Da San Quirico a Radicofani
Cammino nell'incanto dei panorami della Val d'Orcia e la prima perla della giornata è Vignoni Alto, un villaggio fuori dal tempo che preannuncia Bagno Vignoni, con sua la straordinaria piscina termale in piazza.
- Nota importante: evitare il tratto che porta fino a Le Briccole, antico ospitale oggi in stato di abbandono. Prima e dopo l'ospitale bisogna fare attenzione ai guadi, tre consecutivi, di cui il primo può essere impegnativo in caso di forti piogge.
Lo stesso vale per il guado del torrente Formone, in prossimità del bivio verso Radicofani e che può essere evitato salendo sulla strada provinciale per ricongiungersi poi al percorso dopo il ponte. La salita verso Radicofani è molto dura, ma è ripagata dal bellissimo panorama che si gode lungo il percorso.

Da Radicofani ad Acquapendente
La discesa da Radicofani lungo la vecchia Cassia è uno dei tratti più belli ed emozionanti dell'intera Via Francigena: attorno a me colline a perdita d'occhio e il Monte Amiata.
Giunto a Ponte a Rigo percorro il fondovalle della Val di Paglia, seguendo il percorso della via Cassia fino a Ponte Gregoriano, prima di affrontare l'ultima breve salita verso Acquapendente.

Da Acquapendente a Bolsena
Dopo la visita alla Chiesa del Santo Sepolcro, la cui splendida cripta ricostruisce l'omonima chiesa in Terra Santa, la tappa prosegue senza emozioni fino a San Lorenzo Nuovo, dove si apre il primo bel panorama sul lago di Bolsena.
Sceso nel cratere vulcanico, imbocco un piacevole percorso su strade sterrate che mi conduce a Bolsena, in un continuo saliscendi tra uliveti, prati e boschi, con i bei panorami del lago sullo sfondo.

Da Bolsena a Montefiascone
Tra uliveti e macchie di boscaglia il percorso si allontana da Bolsena, con continui saliscendi e splendide viste sul lago, fino a raggiungere Montefiascone (per chi vuole c'è un'emozionante vista a 360° dalla Torre del Pellegrini).

Da Montefiascone a Viterbo
Il primo tratto è spettacolare perchè percorso sull'antico basolato della via Cassia, ancora in ottime condizioni. Attraverso quindi un tratto collinare, con bei panorami su Montefiascone e Viterbo.
Per chi vuole, scesi nella piana ci si può rilassare alle terme del Bagnaccio, una serie di pozze di acqua calda, da sempre frequentate dai pellegrini che transitavano lungo la Via Francigena (ma di strada ce n'è ancora parecchia...).
Arrivati a Viterbo, da non perdere la visita del centro storico e del quartiere di San Pellegrino (se vi rimane ancora qualche residuo di energia).

--------------------------------------------------------------

Qui il video-racconto della pedalata di oggi:

Qui la traccia in 3D: http://doarama.com/view/2095401

Ricordate se guardate i video di selezionare nelle impostazioni di visione: "Qualità" a 720p per avere una visione in HD.

Puoi vedere tutti i miei video sul nuovo canale Youtube "I Sentieri di Black": https://www.youtube.com/channel/UCLJMJ9qSHQhs1YP_yVnkWhw

CHI DECIDE DI AFFRONTARE L'ITINERARIO QUI PROPOSTO, SI ASSUME TUTTE LE RESPONSABILITA’ PER I RISCHI ED I PERICOLI A CUI PUO’ ANDARE INCONTRO E, UTILIZZANDOLO, DICHIARA DI AVER COMPRESO IL GRADO DI DIFFICOLTA’ DELLO STESSO. NON SI ASSUMONO RESPONSABILITA' DI ORDINE GIURIDICO PER EVENTUALI DANNI O INCIDENTI CHE POSSANO VERIFICARSI SUL PERCORSO.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
Black Devil
Avatar
Tipologia
Giro a tappe
Inserito il
15.05.2018
Località
San Quirico d'Orcia (SI)
Regione
Toscana
Tempo Percorrenza
9 ore 40 min.
Distanza
115 km.
Dislivello
2.532 mt.
Difficoltà tecnica
MEDIO
Condizione fisica
DIFFICILISSIMO
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
35
Downloads
6
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2018 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors