Val Vigezzo: Alpe Pescia

Per questo giro devo ringraziare gli amici Marco e Paolo di Itinerari-Mtb da cui ho reperito la traccia: http://www.itinerari-mtb.it/alpe-pescia/, e l'amico Federico (fede707) per il suggerimento della variante in discesa da Bronia a Bondi evitando l'asfalto.

L'Ossola anche oggi non mi ha deluso... e tanto meno l'Alpe Pescia, meta del tour odierno: bella, bella, bella!

Segnalazione sul tratto in discesa dall'Alpe Travello a Bronia: trattasi di bellissimo single-trail, reso però difficile da centimetri di foglie che richiedono una discesa di riserva non sapendo cosa vi è sotto e, se non basta, reso anche molto, ma molto scivoloso sempre dalle stesse.
Da non sottovalutare anche una discreta esposizione su un territorio che, in caso di cadute, renderebbe molto difficile l'arrivo dei soccorsi o l'arrivare a valle da soli: maggior ragione per essere ancora più prudenti.

Tutto sommato un giro che mi ha regalato piacevoli sensazioni: salita costante di 12 km. su asfalto per 1.200 mt. di D+ (pendenza media quindi perfetta al 10%) fino all'Alpe Pescia, intramezzata da bucoliche borgate, un bel laghetto (quello di Onzo) e alpeggi: molto belle l'Alpe Fobello e Mulera.
Della discesa ve no ho già parlato sopra...
Arrivato a valle, poco dopo aver attraversato Bondi e prima della galleria, svolto a sx passando sul Ponte di Marone, dove mi arrampico su corta mulattiera, continuando su un tratto alternato da salite e discese (che a fine giro si fanno un po' sentire) fino a Trontano, dove si prende poi inizialmente la mulattiera fino a Pello per raggiungere infine nuovamente Masera. Da segnalare nel mezzo, il bel passaggio al Vecchio Mulino.

--------------------------------------

Qui il video-racconto della pedalata di oggi: https://youtu.be/2aKoxjWdwLQ

Qui la traccia in 3D: http://doarama.com/view/1743686

Ricordate se guardate i video di selezionare nelle impostazioni di visione: "Qualità" a 720p per avere una visione in HD.

Puoi vedere tutti i miei video sul nuovo canale Youtube "I Sentieri di Black": https://www.youtube.com/channel/UCLJMJ9qSHQhs1YP_yVnkWhw

Tieni inoltre presente che i miei video non sono quasi mai visibili da dispositivi mobili per i copyright legati alla musica presente in essi. Su alcuni cellulari (come Iphone) o notebook (come Ipad) è possibile quando si entra nel video e compare la scritta “Video non disponibile”, accedere alle opzioni del cellulare e impostarlo come “desktop”, in questo modo il video dovrebbe sbloccarsi ed essere visibile anche sul cellulare. Non ci sono invece limitazioni su tutti gli apparecchi fissi.

----------------------------------------------

Il tour nel dettaglio:
Parto dal parcheggio della chiesa di Masera per iniziare già dopo 250 mt. i 12 km. a salita costante al 10% che mi porterà all'Alpe Pescia.
Passo quindi per il borgo di Ranco, raggiungo il suggestivo laghetto di Onzo e continuo a salire su versante a nord fino a raggiungere la soleggiata (sono nuovamente a sud) Alpe Fobello.
Continuo a salire passando per l'Alpe Mulera, raggiungendo poi Lavonchio dove vi è posto il parcheggio obbligatorio per le auto.
Sono ormai all'interno dell'Alpe Pescia, tutto curato, aree pic-nic, boschi che trasmettono calore anche in inverno e finalmente arrivo alla meta di oggi.
Una divagazione potrebbe essere salire fino a Cima la Sella posta 300 mt. più su da dove si ha un'ottimo panorama sulla piana di Domodossola. Ne ho fatto un pezzo, ma non sapendo poi cosa avrei trovato durante la discesa e la corta giornata invernale, ho preferito ritornare fino all'Alpe Pescia.
Da quel che posso dire, la salita è discretamente impegnativa (va fatta in portage), ma la discesa sull'altro sentiero in un lussureggiante e pulitissimo bosco è veramente degna di nota.
Lasciata l'Alpe Pescia, scendo sull'M1 verso Corte Ariola e fatto un primo tratto su asfalto, taglio poi i tornanti passando per il divertente sentiero in mezzo al bosco.
Ripredo l'asfalto che poi diventa di colpo sterrato e arrivo ad un'altro splendido alpeggio: quello di Travello.
Le variante di discesa qui sono due: quella sull'M1 fatta da me o quella che scende più ripida verso Sud. Ad ogni modo arrivano entrambe (la mia facendo un giro più lungo) a Mozzio.
Di questo tratto di discesa ve ne ho già parlato sopra... ricordo solo che va fatta con attenzione per i numerosi centimetri (in alcuni punti fino alle ginocchia) di foglie: peccato, perchè sarebbe veramente divertente farla al giusto ritmo.
Da Bronia le cosa si fanno poi più facili e divertenti, arrivando poi a Bondi da dove ritrovo l'asfalto che mi conduce sulla SS337, per deviare poco dopo (prima della galleria) su Ponte di Marone.
Un primo tratto in salita su mulattiera, alterna poi salite e discese che a fine giro si fanno sentire. Faccio una deviazione sui sentieri paralleli alla strada passando per il Vecchio Mulino, Trontano, altra mulattiera che taglia la strada fino a Pello per poi rientrare a Masera.


CHI DECIDE DI AFFRONTARE L'ITINERARIO QUI PROPOSTO, SI ASSUME TUTTE LE RESPONSABILITA’ PER I RISCHI ED I PERICOLI A CUI PUO’ ANDARE INCONTRO E, UTILIZZANDOLO, DICHIARA DI AVER COMPRESO IL GRADO DI DIFFICOLTA’ DELLO STESSO. NON SI ASSUMONO RESPONSABILITA' DI ORDINE GIURIDICO PER EVENTUALI DANNI O INCIDENTI CHE POSSANO VERIFICARSI SUL PERCORSO.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

_lele_

14.11.2019 14:19

Questo giro è sottovalutato dai più. A mio parere si tratta invece di una bella cicloescursione se fatta con le condizioni giuste di meteo e fondo. Ad esempio la giornata di ieri, mercoledì 13/11/2019.
Qui qualche foto: https://photos.app.goo.gl/VTfq1x1smBjsrJ6y7 e qui la traccia: https://www.gpsies.com/map.do?fileId=kgcpwofqocravsvs con alcuni varianti minori che sono:
1) Il sentiero M0 prosegue anche dopo Bondi, ci si infila in mezzo alle baite per andare a percorrere qualche centinaio di metri con fondo e difficoltà simili ai tratti precedenti.
2) Alcuni tratti di vecchia mulattiera esistono ancora e sono percorribili anche dopo aver attraversato i binari ed essere sbucati sull'asfalto. Sona corti ma belli, sempre in ottica cicloescursionistica.
3) Tra alpe Pescia e Travello la mia traccia non comprende i tagli alla strada perché, essendo questa completamente innevata e non battuta, era già uno spasso surfare al centro della pista stessa.
link
edit/delete

Black Devil

14.11.2019 15:02

Grazie Lele per il commento e per le varianti suggerite.
Ne terrò conto per future escursioni.
Ciao Compare!

Infos

Inserito da
Black Devil
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
19.11.2017
Località
Masera (VB)
Regione
Piemonte
Tempo Percorrenza
3 ore 30 min.
Distanza
27,5 km
Dislivello
1.351 mt.
Difficoltà tecnica
MEDIO/DIFFICILE
Condizione fisica
MEDIO/DIFFICILE
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
196
Downloads
22
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors