Bormio 3000 - Valle delle Presure

Giro la cui salita può essere totalmente meccanizzata utilizzando la funivia che da Bormio sale ai 3000 m di quota della Cima Bianca (Bormio 3000). Segue una picchiata di 2000 m di dislivello caratterizzata da una parte centrale ripida e tecnica. Vale quindi la solita considerazione: se il cosiddetto “vert” è il vostro genere ricorderete a lungo questa discesa, in caso contrario la ricorderete ugualmente ma con ben altro spirito.
La prima parte di discesa è in comune con quella molto più nota che porta a Santa Caterina Valfurva, dopodichè si cambia versante per entrare nella selvaggia Valle delle Presure, esattamente di fronte alla gigantesca frana (40 milioni di metri cubi!) che trent'anni fa uccise 35 persone e distrusse quattro centri abitati. Per chi volesse approfondire, qui c'è tutta la storia: www.paesidivaltellina.it/alluvione87/index.htm

Usciti dalla stazione di arrivo della funivia, la si aggira e dopo un breve tratto lungo il crinale si cambia versante. Fino ai Bei Laghetti, piccoli laghi alpini di un blu persino innaturale, il sentiero attraversa una zona di sfasciumi e presenta un paio di ripidi strappetti in salita.
Dai Bei Laghetti si raggiunge in un attimo la Bocca di Profa, punto in cui si abbandona il sentiero che porta a Santa Caterina. Ancora un tratto relativamente scorrevole con una breve risalita a spinta, dopodichè si passa a fianco del Lago delle Tre Mote, dove comincia la parte più impegnativa della discesa.
Al pianoro dell'Alpe di Profa si respira un attimo, poi la pendenza riprende e si incontra ancora qualche passaggio tecnico. L'attraversamento del torrente delle Prasure può risultare un po' avventuroso dopo forti piogge, ma nell'estate 2017 è stato realizzato un rudimentale ponte che facilita la vita (finchè dura...).
Di nuovo un breve tratto pedalato, poi un bel flow fino alla prima Alpe Profa (Profa Alta), dove si trova l'unica fontana di tutta la discesa e l'uomo dell'alpe che vi darà dei pazzi dicendo che quello non è un sentiero adatto alle bici. Dirgli che si sbaglia e che vi state divertendo non servirà a nulla, neppure se ormai vi conosce e vi vede passare di lì per l'ennesima volta.
In fondo all'alpe tenere d'occhio la traccia GPS per imboccare il sentiero giusto, il quale entra nel bosco e prosegue con qualche passaggio ripido fino alla Profa Mezzana e da lì alla Profa Bassa. Ora si piega a nord entrando in un toboga naturale che sembra modellato apposta per le bici, dopodichè un lungo traverso vi scodellerà su una sterrata che confluisce sulla pista alta realizzata a suo tempo per bypassare la frana. Da qui si rientra a Bormio.


Come arrivare al punto di partenza

Partenza degli impianti di risalita di Bormio (SO).

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

lazzaro54

25.09.2017 08:28

giro fatto l'anno scorso che io e altri compari abbiamo unito alla risalita del Gavia e poi la discesa della superenduro fino a S.Caterina, letteralmente fantastico. Vedo che Il simpatico uomo dell'alpe nn è cambiato.
link
edit/delete

wizer11

14.08.2018 09:16

Ciao, volevamo fare la variante percorrendo un sentiero segnato che dalla bocca di Profa senza scendere in Val Sobrettina rientra su Bormio 2000.
Qualcuno sa se e percorribile?
Grazie

Infos

Inserito da
muldox
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
24.09.2017
Località
Bormio (SO)
Regione
Lombardia
Tempo Percorrenza
2 h per la discesa
Distanza
29 km
Dislivello
2000 m ca.
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
facile
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
103
Downloads
11
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2018 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors