289. Monte Paularo - Pramosio - Zollerseehùtte

Quota di partenza 660m (Paularo)
Quota max, 1980m (Monte Paularo)
Sviluppo: 44,5km 
Dislivello: 2300m
Difficoltà: BC/OC - S2 
Ciclabilità quasi 97% 
Verso orario 
Cartografia: Tabacco 1:25.000 – Foglio 9

Paularo - Cai 456 - Castel Valdaier - Monte Paularo - Casera Pramosio - Cai 402 - Cai 403 - Zollner Hutte - Passo Pecol - Casera Ramaz - Plan di Zermula - Sentiero 442 (del Fuset)

L'escursione, adatta a chi a una certa dimestichezza con la montagna, si svolge nello splendido contesto paesaggistico e naturalistico della Carnia centrale a confine con l'Austria . Nel suo svolgimento vengono ad incastrarsi tutti i tasselli necessari a rendere perfetta un'uscita alpina, condita da panorami superlativi ed entusiasmanti Trail tecnici.

Partenza da Paularo. Si intraprende il Cai 456 fino a Sortisella lungo il bosco di Vieila con forti pendenze a tratti proibitive. Si giunge a Forc di Lius dove ci si innesta con la strada del "Duron" che sale da Paularo. Chi volesse può evitare questo primo tratto con forti pendenze salendo direttamente da Paularo sulla asfaltata del "Duron".
Si giunge alla "Trattoria al Camoscio" e si prosegue a destra in salita fino a Castel Valdaier su asfalto. Da qui la forestale ci porta fino al suggestivo lago Dimon e termina alle rovine della casera Montelago.
Si passa sotto il monte Paularo e si prende il Cai 404 var. che con alcuni tratti non pedalabili scende fino a casera Pramosio.
Si sale lungo il sentiero dei Pastori con pendenze elevate sul Cai 402 fino a quota 1750m al bivio per Passo Pramosio. Il panorama sulla malga appena lasciata ed in lontananza le cime del Coglians ci fanno dimenticare la fatica fatta.
Dal passo si scende fino ad innestarsi col Cai 403 della Traversata Carnica. Dal passo Pramosio al punto dove il Cai 403 diventa forestale (ca 2km), la ciclabilità risulta del 50% con circa 30 minuti da fare a piedi anche su tratti esposti che richiedono attenzione.
Si segue il Cai 403 fino a Bischof Alta e si continua in salita fino ad abbandonarlo per prendere il bivio col Geotrail.
Qui si può effettuare una deviazione fino alla Zollner Hutte oppure proseguire subito a destra per il passo Pecol di Chiaula.
Dal Passo si scende sul Cai 454 sul sentiero dei Silenzi. Il primo tratto fino al rif.Fabiani (diff S2/S3) risulta a tratti non ciclabile, causa deterioramento dato dal calpestio delle mucche, poi dopo un breve tratto su single-trail (diff.S1) comoda forestale fino alla casera Ramaz.
Da Ramaz si risale su asfalto fino al plan di Zermula per poi scendere lungo il Cai 442 tabellato MTB che giunge al ponte del Fuset (diff.S2).
Da qui una breve risalita e poi lunga discesa fino a Paularo su sentiero che corre sopra il torrente Chiarsò con brevi tratti esposti (diff.S1).

Per chi volese apprezzare maggiormente questi luoghi di gente unica, consigliamo di effettuare il giro in due giorni, passando la notte al bell' agriturismo malga Pramosio.

Vedi: https://www.rifugi-bivacchi.com/it/1400/agriturismo-casera-pramosio/


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
NATYGIGI
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
21.08.2017
Regione
Friuli Venezia Giulia
Distanza
44,5
Dislivello
2300
Difficoltà tecnica
Molto impegnativo
Condizione fisica
Impegnativo
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
46
Downloads
5
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2017 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors