Dezzo Vivione Sellerino Passo del Gatto (alternativa valle del venerocolo)

Erano anni che non percorrevo il passo del gatto; cercando un percorso che mi permesse di percorrere la mulattiera militare in discesa, anziche in piu o meno totale portagein salita dal passo del vivione, ho individuato la salita dal passo del Sellerino.
Ecco quindi questa variante che fino alla malga Sellerino a 1921 m e interamente pedalabile; poco da dire sulla salita al passo del Vivione; consiglio di passare per Azzone e raggiungere Schilpario su percorso poco trafficato); la salita al passo e morbida un piacere nelle giornate di inizio autunno con poco traffico e colori caldi); dal passo si perdono quasi 300 m di dislivello da recuperare su sterrata nella bella valle del Sellero dominata da una piacevole cascata che con vari balzi supera 100 metri di altezza.

Da malga Sellerino sono circa 500, metri di portage (1,15 ora senza soste) di cui la prima parte per pratoni in un circo di montagne tra le quali si trova il passo da raggiungere; gli ultimi duecento metri di dislivello sono ripidi; raggiunto il passo lo spettacolo sulla parte bergamasca e notevole con i laghi di Venerocolo sullo sfondo e i laghetti di San Carlo alla base del passo.

Poco ciclabile la discesa, dopo poco incrocia la mulattiera militare che porta al passo del Gatto;
si svolta a sx: è un lungo traverso teoricamente pedalabile, ma peggiorato negli ultimi anni per vari smottamenti.

Si arriva quindi all’intaglio del passo del Gatto; da qui l’aspettativa di una bellissima discesa paesaggisticamente ma discretamente pedalabile è stata purtroppo delusa; la prosecuzione dal passo del gatto nello stato attuale della mulattiera (fine luglio 2017) è prevalentemente a piedi; inoltre gli smottamenti che hanno interessato la mulattiera rendono la bicicletta un ostacolo per una prosecuzione senza rischi; sconsiglio di procedere da soli; il passaggio delle biciclette in alcuni passaggi esposti è utilissimo

In sostanza una discesa adatta a chi proprio si è fissato nel volerla fare. Fino a quota 2250 si scende in sicurezza sulla mulattiera, più a piedi che in sella, ma quando inizia il traverso della parete rocciosa che porta a 2150 i passaggi esposti sono diversi, privi di catene e laddove c’erano sono rotte ed inutilizzabili.
A piedi è un percorso da escursionista esperto ma con la bici e più complicato. Se si prosegue si arriva seguendo la mulattiera e la deviazione che taglia il prato nella parte soprastante il lago di origine glaciale di Valbona, prima nei pressi malga Gaffione e poi finalmente in sella in pochi minuti al passo del Vivione da cui inizia la discesa al punto di partenza.
il rientro previsto, ma non fatto per il tramonto oramai avanzato, da malga sellerino ai laghi delle valli per circa 150 metri di dislivello in salita e la discesa su sentiero a schilpario ciclabile soprattutto nella seconda parte nel bosco con ampi tornanti e fondo discreto premette un divertente percorso su schilpario.

Detto quanto sopra per potere effettuare un anello comunque interessante e riducendo sensibilmente i rischi della discesa, consiglio superato il passo di Sellerino di raggiungere la mulattiera e proseguire in senso opposto fino al passo di Venerocolo (in sella ma con uno strappo in salita a spalla); da qui la mulattiera non presenta i medesimi pericoli del precedente percorso, ma va fatta con attenzione.

E' un percorso bellissimo interamente su mulattiera militare, sicuramente adatta a chi ha notevole predisposizione alle discese tecniche, almeno fino al ponte a quota 1600; per i meno predisposti l’alternanza tra tratti in sella e a piedi non costituisce un grosso peso Il contesto e comunque bellissimo e selvaggio;

Dal ponte la mulattiera è inerbita e, salvo qualche tratto, è pedalabile fino allo chalet del Vo a quota 1100; da li a Ronco su asfalto inizia il ritorno al punto di partenza




Come arrivare al punto di partenza

da angolo terme o dal passo della presolana raggiunto dezzo, al bivio per azzone si trova qualche parcheggio

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

rajo1971

04.08.2017 08:01

Ciao Valart, non me ne volere, ma sei un masochista! Per evitare la spallata dalla conca di Valbona al Gatto (che hai comunque dovuto fare dal Sellerino sul lato opposto) ti sei scelto la via peggiore di discesa, addirittura rifacendo il Vivione su asfalto....potevi almeno deviare sui laghetti delle Valli e da lì scendere a Schilpario su trail.
Avevi a disposizione tre delle più belle discese delle Orobie (dal Veneroccolo, dal Tagliaferri e dal Belviso verso la diga del Gleno) e hai scelto l'opzione peggiore:)
A parte gli scherzi, penso comunque tu debba correggere la traccia allegata in quanto include la discesa dal Veneroccolo che, mi sembra di capire, tu non hai fatto.
link
edit/delete

valart

04.08.2017 11:46

Ciao raio1971, sicuramente una buona dose di masochismo non manca....
ma come scritto quando ci si fissa è difficile poi fermarsi.
Premetto che i percorsi da te segnalati li avevo già fatti sia in bici che a piedi, è una zona che conosco molto bene; dopo aver fatto il passo del gatto in salita l'ultima volta diversi anni fa avevo voglia di riprovarlo. Purtroppo lo stato del sentiero è molto deteriorato e ed è un vero peccato perche il contesto è spettacolare; ho inserito la discesa del venerocolino quale alternativa di discesa al passo del gatto che consiglio almeno fino a quando i tratti piu esposti non verranno sistemati.
In merito al trail dai laghi delle valli, era la via di discesa prevista, ma il rallentamento nella discesa che mi ha richiesto un'ora in piu del previsto mi ha costretto al rientro dal Vivione. Comunque ti ringrazio per le indicazioni

Infos

Inserito da
valart
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
03.08.2017
Località
dezzo
Regione
Lombardia
Tempo Percorrenza
7h
Distanza
72.0 km
Dislivello
2120
Difficoltà tecnica
diffcile
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
208
Downloads
10
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2022 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors