Benvenuti a "Casa Black"


SONO UNA GUIDA NAZIONALE DI MOUNTAIN BIKE: SE VUOI PERCORRERE QUESTA E ALTRE PROPOSTE CONTATTAMI, SARA’ PER ME UN PIACERE PEDALARE CON TE.

SI ORGANIZZANO ANCHE TOUR PERSONALIZZATI.

------------------------------------------------------------------------------

Ritorno sul mio territorio... quello di casa, quello che conosco bene, quello che mi ha fatto imparare a sudare, a faticare, che mi ha fatto amare questo sport (mai odiato, nemmeno quando mi sono fatto male), a vivere, a scoprire la natura e a conoscere veramente fino in fondo la mia terra.

Qui da me si inizia subito duro, sono poche le varianti facili per chi si vuole avvicinare alla mountain bike. Chi si avvicina deve farlo con la convinzione e consapevolezza che dovrà soffrire fin dalle prime pedalate... Ma di volta in volta, superati gli ostacoli e migliorata la preparazione fisica e tecnica, si inizia a godere come un riccio di quante varianti questa bassa Valsesia offra.

Il tour di oggi vuole essere, per l'appunto, un quasi racconto delle mie giornate passate a "casa". E quale modo migliore di presentare questa storia? Non raccontandovela... ma facendovela pedalare.

E allora buona pedalata e buona esplorazione, ma soprattutto: BENVENUTI A CASA MIA!

---------------------------------------------------------------------------

Tour completo: si inizia da facile ciclabile per scaldare le gambe, poi via con i duri ripidoni mai banali al 13,5% di media. Si passa poi alle discese da guidare con impegno, passando per single-trail che, sono sicuro, vi divertiranno parecchio (quello da Cima Frascheja sopra ogni altro). Non manca l'attraversamento di ponticelli, i tanti guadi sui numerosi Rii, un pò di portage/poussage (e qui dipende ovviamente dalla gamba), le piccole cascate, i panorami dai punti più alti e la percorrenza di piacevoli boschi.

----------------------------------------------------------

Qui le foto: https://media.mtb-mag.com/it/pv/hashtag/BenvenutiACasaBlack/

Puoi vedere tutti i miei video sul nuovo canale Youtube "I Sentieri di Black" che sto iniziando a costruire: https://www.youtube.com/channel/UCLJMJ9qSHQhs1YP_yVnkWhw

----------------------------------------------------------------------------

Il giro nel dettaglio:
Parto dal Campo Sportivo di Serravalle Sesia e oltrepasso il Parco Giochi della Barca, prendendo a sx su Via alla Sesia e poi ancora a sx su Via Dellanegra che mi conduce sulla ciclabile sterrata che, costeggiando il Sesia, arriva fino alla pista di motocross, da dove esco attraversando la rotonda in direzione di Piane Sesia (Bowling).
Di fronte al bowling sulla sx, inizio la ripida salita (pendenza media del 15%) in direzione del Castello di Vintebbio (oltrepassare la sbarra in ferro con divieto di accesso - solo alle auto - a circa metà salita sulla sx) e, dopo una doverosa visita e prime viste panoramiche (https://www.youtube.com/watch?v=VEk5H6mLrBY), ritorno sui miei passi continuando a salire fino a Sella, piccolo borgo semi-deserto.
Continuo sul 702 in falsopiano all'interno di un lussureggiante bosco e, dopo aver iniziato a percorrere qualche tornante in discesa, prendo un sentierino a sx spingendo la bici in salita per qualche metro che mi conduce a trovare il 703 in direzione di Lapide Pozzasca/Lozzolo.
Qui, dopo un primo tratto facile in discesa, si avvicenda un tratto un pò più impegnativo che porta a guadare Rio Sordova (bella cascatella e bel ponticciolo).
Da qui salgo a spinta/portage per 50 mt. di D+ al 25% fino alla Sella della Gallina.
Continuo a tenere il 703 che da questo punto scende allegramente fino a Lapide Pozzasca. Da qui corro in falsopiano lungo il Torrente Marchiazza che tendo alla mia dx, attraversando numerosi e divertenti guadi (questo tratto a nord è sempre bagnato/umido).
Esco così su più larga strada bianca (703) fino ad arrivare all'area pic-nic "Due Pini", dove continuo diritto fino ad arrivare quasi al cimitero di Lozzolo. Quasi... perchè poco prima, sulla dx, si stacca un'altra strada bianca in salita che porta a "Il Collinone". Dopo il faticoso valico del Collinone, la strada bianca si fa single-trail e dopo un primo tratto in ripida salita, la fantastica discesa fa dimenticare le fatiche.
Esco quindi su più larga sterrata, prendendo a sx in salita verso la chiesa di Santa Caterina di Casa del Bosco.
Arrivato alla chiesa, prendo a dx sul 708: direzione Cima Frascheja. Inizia ora la più lunga e dura salita di oggi: 4 km. per 300 mt. di D+ a una media del 9,5%. I primi tratti più a valle attraversano le vigne del Bramaterra, per poi farsi via via più ripidi entrando nelle terre delle famose "Rive Rosse", dove il panorama cambia, regalando ampie viste panoramiche su terreno alternato tra arido e brullo a zona boschiva.
Scollinato Cima Frascheja (che rimane più alta sulla dx), fatta tutta la parte in discesa (700), inizio la salita per circa 100 mt. (e qui fate attenzione perchè non ci sono segnali) e poi, nei pressi di un grosso altofusto, sulla sx si stacca il più bel sentiero della giornata che mi condurrà nei pressi di Sostegno.
A valle, guadato Rio Cognato, trovo una più larga strada bianca che prendo a dx in salita verso Bocchetta d'Ovasine (706) crocevia di numerosi sentieri.
Alla bocchetta, tengo ancora il 706 iniziando a scendere in single-trail direzione Monchezzola.
Guado Rio Chezza (che dopo piogge può essere difficoltoso) e arrivo alla chiesa della Madonna della Neve e il Rif. degli Alpini di Serravalle dove inizia una nuova strada bianca.
Ora passo per Serravalle, raggiungendo nuovamente la Passerella, Grignasco e casa.

Spero che il giro vi sia piaciuto e che vi abbia fatto amare questo territorio... nuovamente felice di ospitarvi a "Casa Black".

CHI DECIDE DI AFFRONTARE L'ITINERARIO QUI PROPOSTO, SI ASSUME TUTTE LE RESPONSABILITA’ PER I RISCHI ED I PERICOLI A CUI PUO’ ANDARE INCONTRO E, UTILIZZANDOLO, DICHIARA DI AVER COMPRESO IL GRADO DI DIFFICOLTA’ DELLO STESSO. NON SI ASSUMONO RESPONSABILITA' DI ORDINE GIURIDICO PER EVENTUALI DANNI O INCIDENTI CHE POSSANO VERIFICARSI SUL PERCORSO.




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

enricoangera

29.07.2017 22:27

Ciao Black,
mi sono letto i tuoi itinerari, mi sono piaciuti,soprattutto per quella voglia di ricerca e scoperta delle regioni non tue, e quel desiderio di far conoscere a tutti i segreti e le bellezze di casa. Veramente apprezzabile.
Questo itinerario l' ho messo nel mirino,magari ad Ottobre, magari con la tua guida.
'' casa mia'' è il Campo dei Fiori dove i sentieri li riscopro,li mantengo e li trasformo tutto l'anno,anche se il top è a Novembre. Buone pedalate

link
edit/delete

Black Devil

30.07.2017 11:45

Ciao Enrico e grazie per i complimenti sempre apprezzatissimi!
Se sarò disponibile quando deciderai di percorrerlo, fammelo sapere ti accompagnerò molto volentieri a "casa mia".
Altri percorsi recensiti in zona: non hai che l'imbarazzo della scelta.

Buone pedalate anche a te ;-)

Infos

Inserito da
Black Devil
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
23.02.2017
Località
Serravalle Sesia, Via alla Sesia (Campo Sportivo)
Regione
Piemonte
Tempo Percorrenza
3 ore 10 min. circa
Distanza
27 km
Dislivello
954 mt.
Difficoltà tecnica
MEDIO/DIFFICILE
Condizione fisica
DIFFICILE
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
269
Downloads
33
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2023 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors