Il Giro più Bello sulle Alpi Carniche

Se da un punto di vista tecnico se ne può discutere in base alla soggettività, da un punto di vista di panorama e contesto ambientale attraversato non ci sono dubbi: quello proposto può essere proprio considerato il giro più bello da farsi sulle Alpi Carniche!
Da farsi in un sol giorno o meglio, per goderselo in toto, in due giorni con pernottamento a piacere (ideale al Camping Collina o al Rifugio Tolazzi).
In sintesi:
-il primo tratto porta a percorrere lungamente e integralmente la famosa Panoramica delle Vette, dal Monte Zoufplan al Monte Crostis, fino a salire sulla cima di quest'ultimo (15' a spinta). Panorama 360° dalle Alpi Giulie (Montasio, Fuart, Mangart), ai Tauri (Dachstein), alle Dolomiti (Antelao, Pelmo, Tofane, Cristallo, Tre Scarperi). Sentieri: da Crasulina a Valsecca in saliscendi (per lo più S1, esposto); da Chiadinas a salire al Crostis (primo tratto ciclabile nel bellissimo circo glaciale). Dalla splendida cima si scende integralmente su sentiero (S1, solo prime centinaia di metri S2) fino alla valle Plumbs e in località Runchs (Collina). Sentiero bellissimo da 1000 metri di dislivello negativo! In fondo, possibilità di sostare ed eventualmente pernottare.
-il secondo tratto prevede la risalita al Rifugio Marinelli. Da qui, con due tratti a spinta (pochi minuti) intervallati da breve discesa in sella (S1, esposto) si sale sul Monte Floriz. Siamo a cospetto della scogliera Devoniana del Coglians e della Chianevate! Ambiente maestoso e davvero suggestivo! Dal Floriz discesa tutta in sella (S1, solo inizialmente esposto) a Forcella Plumbs. Dalla forcella si segue sentiero verso sx (est) davvero poco frequentato che taglia diagonalmente in saliscendi (S0) fino a raggiungere i ruderi di Casera Floriz. Tipico sentiero da prateria alpina, in ambiente selvaggio unico! Si svolta marcatamente a nord, scendendo a Casera Plotta (S1). Da qui si indovina un pò la traccia nell'erba stando a dx del rio (S2) e si giunge sulla sterrata di Casera Collina Grande che raggiungiamo in pochissimo. Dietro alla casera parte il sentiero (S1/S2) che prima in discesa e poi in piano porta a Casera Val di Collina. Giunti nei prati della stessa, subito tenere la dx al limitare del bosco e intraprendere la vecchia mulattiera a fondo naturale (S0/S1) che ci farà scendere sui tornanti della sterrata che sale dalla Cava di Porto Cozzi. Ora sulla sterrata, la si segue verso sx (monte) con breve rampetta e poi pianoro e al primo tornante sinistrorso si prende il sentiero CAI (S1/S2) che scende alla cava. Dopo breve ci si immette sulla statale e con deviazione lungo sentiero si raggiungono i laghetti di Timau. Attenzione! A questo punto montare di nuovo sulla statale e scendere a Timau. La traccia segue il vecchio sentiero ora non più percorribile! Dall'Ossario ai Caduti di Timau su sterrata si arriva a Laipacco e con salita alternativa si raggiungono Cleulis e Raut da dove parte la strada romana (S0/S1) che ci porta fino ad Enfretors sulla ciclabile della valle del Bût. Da Museis ultimo sentiero velocissimo e divertentissimo nella pineta (S1) che ci farà concludere la cavalcata!

Tanta fatica ma tanto sentiero e posti veramente magnifici!

Ulteriori info per percorsi alternativi in zona le trovate qui: http://www.carniabike.it/?page_id=4067


Come arrivare al punto di partenza

Da Tolmezzo direzione Austria, Arta, Sutrio e Cercivento

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

albertolemiliano

12.07.2016 15:38

Traccia gpx?
link
edit/delete

I ride on 26's

12.07.2016 16:07

Dopo mille peripezie, come al solito, inserito traccia!
link
edit/delete

pes

12.07.2016 18:06

@26's: è fattibile con una front (considerando difficoltà tecniche e fondo)? Grazie!
link
edit/delete

I ride on 26's

13.07.2016 09:32

Ciao! Assolutamente si! I punti dove anche con eventuale scarsa tecnica si è costretti a scendere sono comunque pochi e brevi. A meno dell'esposizione di alcuni tratti che se non abituati può richiedere solo un pò attenzione, per il resto non avrai grossi problemi! Io giro tranquillamente con front da 100.
link
edit/delete

giopeli

21.03.2020 20:51

Complimenti per l'ottima relazione, mi piacerebbe fare questo giro in agosto. Volendo allungare un po' il tour, per stare in Carnia 3 o 4 giorni, mi sapresti consigliare un giro che si possa concatenare con questo? Grazie mille, ciao, Giovanni
link
edit/delete

I ride on 26's

22.03.2020 10:32

Ciao Giovanni. Possibilità di concatenamento ce ne sono quante ne vuoi. Piuttosto che scriverti un papiro qui ti consiglio di andare sul sito www.carniabike.it, nella sezione itinerari io e un mio fido collega abbiamo messo un po' di percorsi. Eventualmente per ulteriori informazioni contattami in privato. Ciao!

Infos

Inserito da
I ride on 26's
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
12.07.2016
Località
Via di Sot, 23, 33020 Cercivento UD, Italia
Regione
Friuli Venezia Giulia
Tempo Percorrenza
1-2 giorni
Distanza
70 km circa
Dislivello
3500 m circa
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
667
Downloads
78
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2020 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors