Giro degli alpeggi e laghi nella Valle di Devero - MTB-MAG.com | Itinerari

Giro degli alpeggi e laghi nella Valle di Devero


SONO UNA GUIDA NAZIONALE DI MOUNTAIN BIKE: SE VUOI PERCORRERE QUESTA E ALTRE PROPOSTE CONTATTAMI, SARA’ PER ME UN PIACERE PEDALARE CON TE.

SI ORGANIZZANO ANCHE TOUR PERSONALIZZATI.

------------------------------------------------------------------------------

Sono rimasto stregato da questa incantevole valle che senza dubbio metterei ai primi posti tra tutti i luoghi che ho visitato. Percorsa lo scorso anno a piedi con mia moglie, mi ero ripromesso di esplorarla anche in bike per allargare così la mia conoscenza del posto.

Voglio dare anch'io il mio personale contributo (con il suggerimento di alcune varianti) a questo splendido e bucolico paesaggio che merita senz'altro una visita a ritmo lento sia in bici che a piedi, con l'aggiunta di una visita al Lago delle Streghe che, con mia meraviglia, non è presente in nessuna traccia di quelle sopra elencate.

Alcune segnalazioni e note:

- la diga di Codelago è in fase di lavori e l'attraversamento è interdetto. Si deve per cui a Crampiolo, dopo aver fatto tappa al Lago delle Streghe, riattraversare il ponticello in legno (dove è posizionato un cartello che avvisa dei lavori) e salire prendendo la ripida salita a sx alla fine del paesino (la traccia comprende già questa variante). In caso di lavori terminati consiglio invece di salire dopo il ponticello verso la diga di Codelago e da lì ricongiungersi alla traccia originale;
- all'Altopiano della Satta il bel sentiero che attraversa la prateria è stato l'anno scorso trasformato in gippabile (no comment!) ora è completamente distrutto dalle mucche al pascolo che, complice la pioggia, l'hanno irrimediabilmente devastato. Purtroppo non resta che passare in mezzo ai prati o stare a mezzacosta, con molti tratti con bici accompagnata al fianco. Peccato perchè è uno dei tratti più belli da pedalare;
- al ponticello dell'Alpe della Valle, si può variare il tour prendendo il sentiero a dx al posto di quello a sx che sale. In questo modo si accorcia il tour rifacendo poi un pezzo fatto in salita che vi riporta a Crampiolo. A Crampiolo tenetevi poi sulla dx in direzione di Corte d'Ardui dove ritroverete la traccia qui riportata;
- ho visto che molti chiedono se si può fare il lato sinistro del Lago di Devero arrivati alla diga di Codelago. Beh, il sentiero che inizialmente parte liscio come un biliardo invoglia molto, ma più avanti iniziano tratti rocciosi (che vedrete percorrendo l'altro lato nel tour odierno) che sono difficoltosi da percorrere anche a piedi e un tratto in forte discesa quasi alla fine del lago che ridurrebbero di molto la ciclabilità: peccato, perchè le vedute da questo lato sono di gran lunga molto più spettacolari;
- fermatevi a Crampiolo per il pranzo o una merenda: ne vale la pena. Prima però prenotate per tempo pena trovare "il tutto esaurito".

Parcheggi:
L'accesso all'Alpe è vietato alle macchine. Consiglio di salire al mattino presto per essere sicuri di trovare posto:
- dopo la prima galleria parcheggio gratuito (ma c'è poi ancora da attraversare una seconda galleria e un pò di dislivello da fare);
- prima della seconda galleria si paga l'entrata al parcheggio direttamente nei pressi dell'Alpe: 5,00 euro per tutto il giorno.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Qui il tour più lungo con video: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18496

Puoi vedere tutti i miei video sul nuovo canale Youtube "I Sentieri di Black" che sto iniziando a costruire: https://www.youtube.com/channel/UCLJMJ9qSHQhs1YP_yVnkWhw

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il tour di oggi:

Lasciata l'auto al parcheggio prima dell'Alpe (attenzione se avete le bici sopra al tetto dell'auto, alla sbarra che limita l'altezza dei mezzi in ingresso: scaricatele primaaaa!) si entra nel grazioso paesino (http://www.alpedevero.it/) facendo il tour di tutto l'alpeggio in senso orario, passando da Pedemonte e Cantone in direzione di Crampiolo con un primo tratto ripido.
Al grazioso alpeggio di Crampiolo si prende a sx in direzione del bellissimo e rilassante Lago delle Streghe, per poi tornare indietro e salire a sx su ripida sterrata costeggiando più avanti il Lago di Devero sul lato dx (tratto non soleggiato e, se fatto di mattino presto, freddo).
Si arriva così all'Alpe Spigher dove si prende la trattorabile di sx (in alternativa si può anche prendere quella di dx che si ricongiunge più avanti rimanendo un pò più in alto) e si arriva con non poca fatica all'Alpe Pianboglio/Canaleccio da cui si gode di uno splendido panorama su tutta la valle.
Qui si entra nell'altopiano delle marmotte, dove si riesce a tirare un pò il fiato, prima del ripidone che conduce all'Alpe Forno Inferiore (veduta sul bel Lago Pianboglio) dove, se sarete fortunati, troverete il casaro impegnato nella produzione del tipico formaggio Bettelmatt (http://bettelmatt.net/).
Ora inizia il bellissimo trail nella prateria (rovinato in questo periodo come indicato sopra) tra laghetti e bestiame al pascolo fino a raggiungere i pressi dell'Alpe Satta.
Ora ci si deve infilare nel canalone e attraversare il corso d'acqua che in caso di forte afflusso diventa impegnativo.
Inizia un bel single-trail, a tratti anche abbastanza esposto, fino ad arrivare all'Alpe della Valle. Si attraversa il ponte in legno e si sale a dx (per poco) percorrendo in falsopiano un'altra prateria raggiungendo Alpe Corbernas.
Dopo ancora un pò di piano si sale con bici al fianco, scendendo poi nella valle dell'Alpe Sangiatto facendo il traverso erboso alla dx del lago (dall'altra parte la strada è percorribile con difficoltà per frana).
Da Sangiatto inizia la ripida discesa su trattorabile che passa nei pressi di Corte d'Ardui e dopo un'altro piacevolte tratto, sempre in discesa, su terra battuta (alcuni passaggi tecnici) si ritorna a Devero.

Nonostante le foto, che qui hanno il solo scopo di farvi vedere le meraviglie dei luoghi, è un tour indicato ha chi ha più che buone doti fisiche (per le dure salite) e tecniche (per le discese). Alcuni tratti ripidi e tecnici richiedono perizia e buon controllo del mezzo.

Giro che in ogni caso anche i meno preparati (non i neofiti) possono affrontare, sapendo però di faticare e spingere molto in salita e di farsi anche qualche discesa a piedi e di usare molto di più la PRUDENZA e la TESTA.

CHI DECIDE DI AFFRONTARE L'ITINERARIO QUI PROPOSTO, SI ASSUME TUTTE LE RESPONSABILITA’ PER I RISCHI ED I PERICOLI A CUI PUO’ ANDARE INCONTRO E, UTILIZZANDOLO, DICHIARA DI AVER COMPRESO IL GRADO DI DIFFICOLTA’ DELLO STESSO. NON SI ASSUMONO RESPONSABILITA' DI ORDINE GIURIDICO PER EVENTUALI DANNI O INCIDENTI CHE POSSANO VERIFICARSI SUL PERCORSO.




Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

steugps40

22.06.2016 22:56

io lo faccio in senso antiorario troppo bella la discesa dall'alpe forno!
link
edit/delete

miciolo

09.07.2019 16:13

Grazie Black,
itinerario fatto ieri con qualche modifica.Veramente un bel giro!!
Al link qui sotto un breve fotoreport:
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/non-solo-piacenza.311900/page-163#post-8691256
link
edit/delete

Black Devil

09.07.2019 20:39

Grazie a te miciolo per aver condiviso ;-))

Ho visto la tua recensione: foto davvero di gran livello e la tua Santa Donna veramente ben preparata fisicamente e tecnicamente! Falle i complimenti da parte mia (anche un po' a te però... non vorrei che ti offendessi).
link
edit/delete

Black Devil

22.06.2020 20:17

IMPORTANTE AGGIORNAMENTO:
Alessandro, uno dei miei Compari (che doverosamente ringrazio), mi fa una importante segnalazione: qui di seguito quello scritto dal Parco Veglia/Devero.

"L’attraversamento del Rio della Satta, lungo il tratto di collegamento tra la pista per l’Alpe Forno(sentiero H98) ed il sentiero H00 (che da Crampiolo sale al Lago di Pianboglio), è ancora inagibile.
A cause dell’elevata quantità di acqua nel torrente, è vivamente sconsigliato l’attraversamento a guado".
link
edit/delete

Black Devil

02.07.2020 22:14

Dopo sopralluogo in data odierna di Alessandro del Black Devils Team, il tour è praticabile integralmente.
Grazie Ale!

Infos

Inserito da
Black Devil
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
27.08.2015
Località
Borgo Alpe Devero, 74, 28861 Alpe Devero VB, Itali
Regione
Piemonte
Tempo Percorrenza
3 ore 15 min.
Distanza
21,2 km
Dislivello
845 mt.
Difficoltà tecnica
DIFFICILE
Condizione fisica
DIFFICILE
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
800
Downloads
93
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2021 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors