Madriccio New Edition

Personale proposta di un giro superbo con alcune piccole varianti soprattutto nel finale.
Sono partito da Malles sceso lungo la splendida ciclabile immersa nei meleti in comodo falsopiano per poi innestarmi alla ss38 (chi va in bdc si sveglia con gli incubi pensando ai tornanti della ben nota strada del passo dello Stelvio). Obbligato il taglio lungo la strada forestale che s’innesta direttamente alla statale che porta a Solda. L'aria frizzante e il poco traffico veicolare rendono questa salita tipica da bdc piacevole anche in sella a bici da enduro, zaino etc... Dopo la breve galleria da fare rigorosamente sullo stretto marciapiede la strada spiana e la testa si alza con lo sguardo verso l’impressionante spettacolo delle montagne circostanti. Ad un bivio poco prima di arrivare in paese si svolta a sx. Qui di auto non ne vedrete manco mezza. La strada riprende a salire decisa e nel frattempo l'aria è sempre più frizzante ed il cielo sempre più blu: siamo sopra i 1800m. Questa variante ha la funzione di farvi ammirare sulla vostra dx l’impressionante parte di roccia da una posizione privilegiata. Siamo al cospetto di cime mitiche come l’Ortles (3905m) ed il Gran Zebrù (3851m) che segnano il confine tra la Lombardia e l’Alto Adige. Dopo una leggera discesa si giunge in paese. Solda è il classico abitato costruito attorno al boom dello sci alpino degli 70/80 (ma l’antica parrocchia risale al XIV sec.). A parte tale chiesa ed il Messner Mountain Museum (!!!) il resto non è che un reticolo di case, bar e alberghi. Quello che richiama l’attenzione del visitatore è piuttosto la cornice di montagne in cui è inserito il paese.
È giunto il momento di prendere la cabinovia (occhio agli orari perché tra le 12 e le 14 rimane chiusa) che vi porta direttamente al rifugio Milano a 2600 m. Da qui in poi sono dolori! Per farla in sella dovrete appellarvi al vostro orgoglio di ciclista (se ne avete uno) e forzare sui garretti. In sostanza si sale lungo le pista da sci che altro non sono che gigantesche e ripidissime lingue di ghiaia (io scelto di salire per la via più breve e ripida con la bici a spalle, la traccia chiaramente riflette questa scelta... se volete pedalare seguite la comunque ripida carrareccia di servizio). Durante le frequenti pause non dimenticatevi di voltarvi per contemplare lo spettacolo di roccia e ghiaccio alle vostre spalle: l'impressionante cima del Gran Zebrù vi domina dall’alto dei suoi quasi 4000 m. Giunti al passo del Madriccio (3123m) il panorama a 360 gradi è impossibile da descrivere. Riposate, meditate, godetevi lo spettacolo che la natura offre a queste altitudini e preparatevi a scendere. A parte il primissimo ripido tratto, la discesa fino al rifugio Corsi è una vera goduria soprattutto se si ha un minimo di dimestichezza con il nose press. Il sentiero è molto segnato dalle gomme delle mtb e lascia la sgradevole sensazione di non essere i primi a passare da qua in bici (e ci mancherebbe!!!) ma anche il pensiero che il nostro ecologico mezzo ha anch'esso un indice di aggressività non da poco nei confronti della natura. Sosta al rifugio, immerso in uno scenario incantevole. Poi di nuovo si scende fino al lago di Gioveretto con altri scorci mozzafiato. Purtroppo da qua in poi si mangia asfalto per un bel pezzo lungo la val Martello.... (se volete, fatevi tentare dal sentiero che parte dalla diga e continua praticamente lungo la strada ma dicono essere molto poco ciclabile). Ma non disperate... Rimane ancora qualche sano km di divertente single track tra cui un tratto lungo i tipici canali artificiali della Val Venosta.
In tutto si fanno più di 70 km e si passano i 2000 m di dislivello (senza contare la funivia) . Se avete ancora le forze e la voglia potrete rientrare sulla bella ciclabile in leggera salita, ripeto… in leggera salita. Sappiate che la traccia allegata finisce proprio alla stazione di Silandro dove potrete attendere il comodo treno che vi riporta a Malles sorseggiando una birra presso il caratteristico chiosco della stazione.


Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

Non ci sono ancora commenti..

Infos

Inserito da
izanola76
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
03.08.2015
Località
Via Stazione, 32A, 39024 Malles Venosta BZ, Italia
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
8 ore
Distanza
70
Dislivello
2000
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
202
Downloads
33
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors