Branzi-P.sso Portula-P.sso Aviasco-Laghi Gemelli

Itinerario "all-mountain orobico" caratterizzato da lunghi tratti non ciclabili, discese tecniche quasi mai scorrevoli e da un ambiente di incredibile bellezza ed isolamento.
Da Branzi, località Cagnoli, si inzia a pedalare su asfalto seguendo le indicazioni per Carona, dove, dopo aver attraversato il paese, si imbocca la lunga mulattiera che con pendenze e fondo sempre ben pedalabili ci permette di raggiungere il Rifugio Calvi dopo circa 900 metri di dislivello; qui conviene fare rifornimento di acqua visto che fino al rifugio Laghi Gemelli non ne troveremo più. Dal rifugio si inizia a spingere la bici lungo il sentiero con segnavia 226 per il passo Portula, (ultimo punto utile per fare dietro-front in caso di necessità) raggiunto il quale si continua a salire a destra verso la Baita del Cernello sul sentiero 230. La bici si spinge fino a quanto sotto di noi vediamo il lago del Cernello, iniziando così la discesa con un primo tratto dove occorre portare la bici per circa 50 metri quindi salendo in sella lungo il sentiero tecnico ma senza difficoltà eccessive che dopo 300 metri di dislevello ci porta alla baita sulle sponde del lago. Da questo punto in poi, lungo il sentiero 229, fino al passo di Aviasco conviene mettere da parte la voglia di pedalare e prepararsi ad un lungo tratto dove si spinge/spalla la bici passando accanto a numerosi laghi artificiali in uno scenario molto suggestivo, prestando però attenzione ai molti tratti ripidi e impegnativi da percorrere con la bici in spalla, dove è meglio non essere soli per potersi passare le bici nei punti critici. Dopo diversi saliscendi si arriva al lago di Aviasco ormai in vista dell'omonimo passo che per essere raggiunto richiede però altro sudore da versare con la bici in spalla. Finalmente, dopo una lunga sfacchinata, giungiamo al passo che segna anche la fine delle salite di questo itinerario, dove ci si può riposare godendosi il panorama prima di iniziare la lunga discesa verso il lago Colombo che vediamo già sotto di noi. La discesa, alternando tratti tecnici ad altri più scorrevoli, ci porta fino sulle sponde del lago, passato il quale dobbiamo tornare sul versante sx orografico seguento la mulattiera che velocemente ci porta fino al rifugio Laghi Gemelli. Dal rifugio, dopo aver fatto rifornimento di acqua, si scende lungo il sentiero 213 (date sempre la precedenza ai numerosi escursionisti presenti!) fino a raggiungere il lago Piano Casere dove sulla sinistra di un edificio parte il sentiero 212 che porta a Branzi. Da qui in poi serve tutta l'attenzione e l'energia che vi resta, infatti i 900 metri di dislivello che percorrerete sono estremamente tecnici su fondo spesso smosso e su forte pendenza, insomma tutto tranne che flow e soprattutto non lasciano tratti dove rifiatare. Arrivati quasi al termine prestate solo attenzione ad un bivio dove dovete tenere la sinistra in direzione Cagnoli dove terminano sia le difficoltà della discesa che il giro.

Per concludere ribadisco ancora una volta che questo giro è consigliato solo a chi è pronto a spingere e spallare la bici per lunghissimi tratti (in totale un dislivello di 1200 metri pedalati + 700-800 a spinta/spalla) lungo sentieri alpini spesso non agevoli o esposti, ed è dotato di una buona tecnica su passaggi trialistici, pena il ritrovarsi a portare la bici anche in discesa dopo essersela trascinata in salita per buona parte del giro!


Come arrivare al punto di partenza

Percorrere la strada della valbrembana seguendo le indicazioni per Foppolo fino a raggiungere il comune di Branzi. Consiglio di lasciare l'auto in località Cagnoli, indicazioni all'ingresso del paese.

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

marciapic

02.08.2013 09:39

Add: Se non interessa passare dal rifugio Laghi Gemelli, dopo il lago Colombo si puo' continuare sul sentiero fino ad arrivare direttamente al lago Piano Casere. ;-)
link
edit/delete

lazzadielle

18.06.2017 09:09

Ciao volevo un info se conosci la zona.
Vorrei fare il giro dei laghi Gemelli nel senso opposto al solito proposto dal forum quindi dal passo del Mezzeno in discesa verso i laghi gemelli risalita al colombo per la tua variante al Piano Casere e poi continuare verso il Calvi.
Visto che danno dal Calvi vari tratti non ciclabili sino al Mezzeno pensavo di farlo da Valcanale sino al passo laghi gemelli poi Calvi passo Portula e discesa a Ripa di Gromo che dovrebbe essere ciclabile per la maggior parte.
Che ne pensi se conosci la zona?
Grazieee
link
edit/delete

marciapic

19.06.2017 11:54

Ciao lazzadielle, onestamente la salita al passo gemelli da valcanale non l'ho mai fatta e rispetto a salire al mezzeno penso ci sia solo un po' piu' di dislivello ma cmq sempre tutto a spinta resta, l'alternativa da valcanale sarebbe salire al branchino e scendere a baite mezzeno per risalire al passo mezzeno (si aggiunge ovviamente dislivello ma la discesa dal passo mezzeno é piu'bella secondo me). per il discorso risalita al colombo per prendere il sentiero che scende al pian casere boh sicuramente non é male ma si puó scendere direttamente anche dal rifugio. Poi il pezzo per andare a riportarti al calvi sicuramente é un po'una menata tra tratti pedalati e a spinta. La parte dal calvi al passo portula é a spinta ma tutto sommato tranquilla. Insomma sicuramente se ti piacciono i giri all mountain e non ti pesa spingere penso che possa venir fuori un giro notevole. Quindi se lo fai fammi sapere com'é andata ;-)
Ciao
link
edit/delete

lazzadielle

19.06.2017 14:13

Ottimo consiglio!!! Ho visto che sino al lago Branchino dovrebbe esserci una forestale e poi sino alle baite di Mezzeno forse sempre una strada pastorale ma nn sentiero poi si sale al Mezzeno e da li vorrei provare a fare il giro al contrario...dal Calvi al passo Mezzeno c'e da spingere facendo l'itinerario classico come citano per salire al lago Marcio il Pian casere e i Gemelli...Nel senso affrontato da me i tratti di spinta o spalla dovrei averli in discesa e magari potrebbe essere meglio ....spero...ma nn avendolo fatto nella classica direzione non so valutare quei tratti...magari sono troppo ripidi e bisogna farlia a piedi....quindi nn saprei..
link
edit/delete

marciapic

19.06.2017 14:24

per il branchino metti in conto almeno 300-400 metri a spinta poi discesa su sentiero a tratti anche bello tecnico ma cmq fattibile, risalita al passo mezzeno tutta al sole e parte finale su sentiero su pietre smosse, quindi se lo fai sotto al sole auguri :-).
Il traverso per tornare al calvi alterna tratti a spinta con tratti in sella e la parte finale (se fatto al contrario) é tutta in salita quindi spinta. Insomma da spingere alla fine secondo me ci sono almeno 1000m d+ in totale
link
edit/delete

lazzadielle

26.06.2017 17:45

Ciao grande sabato ho fatto il giro e trovi la traccia e una descrizione negli itinerari . Semplicemente stupendo!!! grazie della dritta sul passo del Branchino e dal passo Portula ti consiglio la discesa sino a Gromo....uno SPETTAKOLOOO ma tutto il giro fatto in questo senso merita

Infos

Inserito da
marciapic
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
29.07.2013
Località
Branzi
Regione
Lombardia
Tempo Percorrenza
7-8 ore
Distanza
circa 30
Dislivello
1900 metri
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
molto impegnativo
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
256
Downloads
20
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2017 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors