Cala Sisine - MTB-MAG.com | Itinerari

Cala Sisine

Antipasto mare e monti tipico sardo.
Da cala Sisine, dopo un'ora di fuoristrada con la povera C2, inizia l'ascesa della codula per 15 km e 650 m di dislivello, fino alla chiesa di s. Pietro, uscita da un film di Sergio Leone.
Da qui si percorre tutto il bacu o gola di Dolcolce per altri 10 km e 200 m positivi; a Genna Aramene e fino a Genna Salbene una bella ingozzata di bitume per altri 10 km e 200 m in su. Si procede su sterrato che scende a cala Luna ma lo si abbandona per prendere il mitico sentiero del trekking Selvaggio Blu (percorso da me per intero alla tenera età di anni 18!!!): inizia qui il single track più bello della Sardegna. ..... in effetti i primi km di saliscendi su pietraia fanno solo che incaxxare....poi però la musica cambia: scende sul palcoscenico uno scenario di wildness mare-monti spettacolare, mentre sotto le ruote si dipana due o tre sessioni di sottobosco ai massimi livelli, con flow e ripidoni, massi piatti da droppare.... e giù fino al profondo blu!!! Ma non è tutto: tra le sessioni si stagliano affilate cengie a strapiombo sul mare e tratti pedalabili su roccia smossa, okkio!
La ciliegina sulla torta ai frutti di mare: gli ultimi 200 m negativi che vi portano nella cala Sisine sono molto trialistici e a tornanti! La stanchezza potrebbe costringervi a desistere: meglio fare indigestione e stringere i denti fino in fondo!!!!
Da non sottovalutare il caldo e le riserve idriche!
Sono 1200 m di dislivello per 50 km in 5/6 ore e per metà percorso non troverete né alberi né civiltà (copertura cell solo in vista dei paesi e del mare).... gli scenari marini vi faranno dimenticare le noiose salite su sterrato e asfalto.

altre foto qui https://www.facebook.com/francysantoni72/posts/599679410063432




Come arrivare al punto di partenza

si sale sul Sopramonte di Baunei direzione Golgo, fino alla fine dell'asfalto nei pressi della chiesa di san Pietro, da lì 15 km di sterrato fino alla fine della codula Sisine (lo sterrato è praticabile solo con modesto fuoristrada o utilitaria alta da terra!!!).

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

pirs w

30.07.2013 23:52

Non dimeticherò maii questo fantastico percorso fatto l anno scorso, faticosissimo fatto a temperature estive, ma ripeto se non lo fai non e possibile spiegarlo a parole .....Bella la Sardegna
link
edit/delete

Dr. Jekyll

22.06.2017 13:22

Percorso la settimana scorsa, partendo alle ore 7 dall'altopiano del Golgo. Bello, anche il tratto in asfalto è piacevole, a mio avviso.
Dopo il tratto il asfalto il percorso è spettacolare, fino a Cala Sisine è una meraviglia, anche se - come descritto - ci sono dei tratti tecnici (sui quali sono sceso dalla bici) e delle parti nel sottobosco molto divertenti. Gli ultimi tratti che scendono a Cala Sisine mi hanno costretto a spingere la bici. La risalita al Golgo è stata micidiale, ma perchè oramai ero intorno a mezzogiorno (non avevo voglia di scendere in auto lungo Codula Sisine... sapevo che sarei morto durante la risalita e ci sono arrivato vicino).
Raccomando di portare acqua, e raccomando di fare questo giro, se siete in zona.
Ciao!

Infos

Inserito da
SBLINKY
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
28.07.2013
Località
Strada Statale 125, Parco Nazionale del Gennargent
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
5/6 ore
Distanza
52
Dislivello
1200
Difficoltà tecnica
medio difficile
Condizione fisica
medio
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
370
Downloads
82
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2021 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors