Bormio-S.Caterina-Pizzini-P.so Zebru-Strada dell'Ables (2giorni)

Il giro parte dall'arrivo della cabionovia di Bormio 2000 (nell'estate 2013 la 3000 è chiusa per manutenzione). Si prende la forestale che sale verso lo chalet Rododendri ed incrocia le piste da sci. Nei pressi dello chalet si prosegue dritto costeggiando la montagna fino a che la forestale diventa uno splendido single track con saliscendi. Dopo un tratto di discesa incontriamo una forestale nei pressi di una malga, con attenzione (waypoint) troviamo un sentiero che resta in quota sulla destra (segnavia 20), una quindicina di minuti a spinta ci portano ad una breve ma intensa discesa che entra nella valle di Sobretta, attenzione a qualche punto esposto per la ridotta larghezza del trail. Guadato il torrente con altri 15 minuti a spinta ci portiamo sul lato opposto della valle di Sobretta dove inizia, a quota 2240, una splendida ed impegnativa picchiata su Santa Caterina. Uno splendido single track farcito di curve e radici in una abetaia da fiaba. Poi raggiunta una malga il trail diventa una mulattiera molto ripida ma scorrevole che in breve ci porta a Santa Caterina. Qui per motivi di tempo abbiamo optato per la salita asfaltata, esiste una variante fuoristrada fisicamente molto dura che raggiunge il rifugio Forni passando per le baite dell'Ables. La salita asfaltata da Santa Caterina all'albergo Ghiacciaio dei Forni è abbastanza un'incubo per i bikers, ripidissima, tutta al sole e con un discreto passaggio di auto. Arrivati all'albergo dei Forni la vista si apre sullo splendido circo glaciale del ghiacciaio dei Forni dominato dalle cime del Pizzo Tresero e del San Matteo. Proseguiamo la nostra faticosa salita percorrendo la Val Cedec sulla strada sterrata di accesso al rifugio Pizzini a quota 2700mt. Noi abbiamo pernottato qui e lo consiglio, il trattamento ed il panorama che si gusta passando qua la serata non hanno prezzo.
Dal rifugio Pizzini si sale al passo Zebru per l'evidente sentiero che parte dietro al rifugio, salita che si effettua quasi totalmente a spinta ma che viene ampiamente ripagata dalla discesa e dalla visuale che si conquista dal passo, un belvedere in prima fila sul Gran Zebru, sul Cevedale e sulle restanti cime del gruppo dell'Ortles dal lato val Zebru.
NOTA: i primi di luglio del 2013 dato l'eccezionale innevamento ancora presente sconsigliava la discesa in val zebru, e per lo stesso motivo la traccia gps in alcuni punti non coincide col sentiero perchè abbiamo evitato i numerosi nevai ancora presenti.
Dal passo Zebru, rinunciamo alla traversata in Val Zebru per una variante, a mio avviso ciclisticamente più interessante, che torna dal versante Valfurva costeggiando da sud il Monte Confinale.
Dal passo Zebru al rifugio Pizzini il single track è spettacolare ed ideale per portare a casa grandiose fotografie. Proprio in prossimità del Pizzini si prende il sentiero panoramico che corre parallelo alla sterrata fatta in salita, anche questo è un trail da antologia per flow ed ambientazione.
Arrivati sopra al rifugio Forni cominciamo un lunghissimo saliscendi (segnavia 27) a mezza costa quasi interamente ciclabile ma con alcuni passaggi da fare a piedi, in parte su forestali, in parte su single track che ci porta rispettivamente alle Baite dell'Ables (2250mt) alle Baite Confinale di Sopra (2250mt) e alle Baite Cavallaro (2217mt) qui inizia una semplice, velocissima ma divertente sterrata che a velocità supersonica ci porta in val Zebru al Ponte Tre Croci dove terminiamo il periplo del Confinale.
Entrati in val Zebru possiamo rifocillarci al bar dell'infopoint prima di iniziare la salita alla strada dell'Ables. Con un breve tratto di asfalto ci portiamo a Plazzanecco dove inizia lo sterrato che ci porta sulla strada dell'Ables vera e propria, un capolavoro di ingegneria stradale della prima guerra mondiale. La percorriamo fino ad un tornante a sinistra a quota 2200 (waypoint) dove la abbandoniamo per un sentiero tra i mughi che ci porta all'inizio della discesa. Per chi volesse ed avesse gamba è possibile proseguire sulla strada dell'Ables (merita) fino a che questa resta pedalabile.
La discesa inizialmente su sentiero poco visibile è un'altro trail molto divertente, dopo un primo tratto guidato la pendenza aumenta in un toboga dal fondo ghiaioso. Poi incrociamo la traccia della Gran Fondo Alta Valtellina con un'altro tratto di sentiero ripido e divertente fino all'abitato di Fantelle. Qua attenzione alla traccia, perdiamo un pò di quota su asfalto incrcociando la traccia di salita ed in un tornante asfaltato prendiamo una strada sterrata che presto diventa single track (waypoint). Il resto della traccia è la discesa su Bormio della Gran Fondo Alta Valtellina, quasi tutta su single track che si snoda in uno stupendo bosco di larici con alcuni tratti veramente pregevoli senza mai presentare particolari difficoltà tecniche.
Gita effettuata dal gruppo di cicloescursionismo mtb CAI Parma il 6-7 luglio 2013.


Come arrivare al punto di partenza

a Bormio parcheggio Cabinovia Bormio 2000 (gratuito). La traccia parte dall'arrivo della cabinovia a Bormio 2000

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

capataz

20.07.2013 19:41

Fortunato partecipante a questa escursione. Il giro merita davvero sia per i panorami grandiosi che per il percorso.
link
edit/delete

mbaro

02.09.2013 13:55

Ciao Balo. Lo scorso fine settimana (31 agosto - 1 settembre) io, Gigi81 e Fruscio abbiamo seguito in larghissima parte il vostro itinerario, variandolo solo con la discesa in Val Zebrù. In cima a tutto devo senza dubbio mettere i panorami grandiosi e l'emozione superba di mettere le ruote a 3000 m di quota, ma sono stati complessivamente due giorni densi e fantastici, con nota particolare per i sentieri del primo giorno (la discesa su Santa Caterina è goduria pura) e per la risalita dalla bellissima strada dell'Ables.
Anche a nome dei due soci, ringrazio te e gli altri membri del CAI di Parma per il bellissimo contributo.
link
edit/delete

capataz

02.09.2013 14:08

Noto ora che secondo mtb-forum l'itinerario parte dalla località Ciuk...una premonizione ? ;-)
link
edit/delete

mbaro

02.09.2013 15:50

@capataz: vuoi forse dire che i gestori del Pizzini sono stati generosi di grappa anche con voi? :D
E qui m'ero scordato: quotone anche riguardo l'ottimo servizio del rifugio.
link
edit/delete

rango1957

02.09.2013 17:36

Quindi il pernottamento è consigliato al Pizzini?
link
edit/delete

mbaro

02.09.2013 18:26

@ragno1957: Noi ci siamo trovati molto bene; per altro se vuoi seguire questo itinerario il pernottamento al Pizzini, per dove è posizionato, mi sembra la scelta più intelligente
link
edit/delete

DoubleT

04.09.2013 10:18

mi sai dire com'è il sentiero in val zebrù che prosegue dopo il passo e si collega alla tua traccia dopo baita zebrù
link
edit/delete

mbaro

08.09.2013 11:17

@DoubleT: il sentiero che scende in Val Zebru è bellisimo e per essere un sentiero di alta montagna non risulta particolarmente difficile (naturalmente è tutt'altro che banale). Scorrevole nel complesso, con fondo poco consistente nella parte alta, più compatto e con pietrame scendendo e qualche gradino nella parte finale. Ha qualche breve tratto un poco esposto (non pericoloso però), una ventina di metri da fare a piedi (attrezzato e superabile senza problemi) e pochi brevi tratti franati nell'attraversamento di qualche canale. Ambientazione da favola.

Infos

Inserito da
Balo
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
14.07.2013
Località
Località Ciuk, 39, 23030 Valdisotto SO, Italia
Regione
Altro
Tempo Percorrenza
consigliato 2gg
Distanza
67
Dislivello
+2900 -3600
Difficoltà tecnica
difficile (BC/OC)
Condizione fisica
duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
642
Downloads
131
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2020 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors