Beigua - Altavia - Gava

da Cogoleto salita su asfalto verso Sciarborasca in una stradina tutta sotto le piante dove le macchine si contano su una mano...
Salita prima asfaltata e poi sterrata (mai impossibile) fino al Rifugio Pra Riundo; da qui si imboccata l'ALTAVIA sulla destra, larga e con un bel panorama, spinto un attimo in salita (causa boccioni, non ripidezza). Da quì l'altavia diventa un continuo saliscendi con scorci magnifici e poi strappetto fino al rifugio Argentea. Ora comincia finalmente la discesa, anche se con qualche piccolo rilancio di un paio di metri e qualche passaggio tra le rocce su cui siamo scesi.. un lunghissimo taglio sulla costa della montagna in fondo misto roccia/erba.. fanstastico.. sbucando dall'alto alla stalla (o rifugio?? Faiallo??)
Da qui subito sotto il laghetto artificiale parte la seconda parte di discesa nella gola, più fluida, ma intervallata da gradoni di roccia e tornantini..
Poco sotto 13 tornantini da nosepress obbligato da paura! difficili ma fattibili.
Si arriva ad un ponticello in legno (non molto rassicurante) si oltrepassa e si spinge per un minutino causa fondo irregolare. Si riprende a pedalare su una sterrata in piano per sbucare su asfalto ed arrivare al parcheggio dell'auto.


Come arrivare al punto di partenza

Da Arenza a Cogoleto, dove c'è il campetto da calcio c'è un parcheggio gratuito

Cartina

Inserisci questa cartina nel Forum:
Inserisci la cartina nel tuo sito:
Inserisci l'altimetria nel tuo sito:


Se l'itinerario è incompleto o presenta dei problemi segnalacelo attraverso il nostro modulo di contatto: Modulo di contatto.


Commenti

link
edit/delete

LUKRIONE

25.01.2014 18:53

Giro provato oggi, la salita fino al beigua è sempre bella, costante panoramica su fondo perfetto....in 2h30 sei al rifugio PRARIUNDO......poi aime' la percorribilità diventa molto limitata.....solo pezzi a piedi non per la pendenza ma per il fondo impraticabile! rocce e terreno smosso di continuo....(forse con bici da enduro ci si diverte di più...) SCONSIGLIATO per chi vuole pedalare.....CONSIGLIATO per chi vuole fare giro molto panoramico con la bici in spalla.
link
edit/delete

Bonny84

26.01.2014 17:18

...il fondo di rocce, con la dovuta tecnica si fà... appunto per quello che ho indicato DIFFICILE...
Effettivamente in due eravamo con bici da enduro, ma uno era con una XC e se la è cavata bene lo stesso.. Dipende secondo me da livello di ogniuno
link
edit/delete

specialr

27.01.2014 23:00

Ciao volevo sapere indicativamente che percentuale di single track e di carrareccia ha
Grazie
link
edit/delete

Bonny84

28.01.2014 21:20

fino al km 25 è perfettamente pedalabile su jeepabile. Poi singletrack, un tratto a spinta (neanche un km se non ricordo male), e poi un pò di sù e giù tecnico ma fattibile... e poi sempre meglio :)
link
edit/delete

specialr

19.03.2014 22:20

fatto oggi: bella la salita (abbastanza lunga ma mai troppo ripida).
Panoramicissima la parte alta anche se effettivamente non si riesce a trovare il ritmo, è un continuo sali-scendi dalla bici che in ottica AM ci sta ma rompe comunque un po'.
Bella e INFINITA la discesa, tecnica al punto giusto (mai troppo).
Grazie del giro

p.s. ho cannano a calcolare i tempi e dai tornantini in poi ero al buoi totale!!
link
edit/delete

BAROLO71

22.03.2014 14:12

Secondo me è uno dei giri di ampio respiro più belli delle Liguria...merita ampiamente del portage...anzi...gli da un valore aggiunto!
Non mi torna il dislivello che a me risulta essere intorno max 1600 mt.
Alla Gava poi c'è l'imbarazzo della scelta per terminare la discesa!
Segnalo anche la possibilità di iniziare e chiudere l'anello da Sciarborasca e poi in discesa presso Case soprane appena ci si immette sull'asfalto si sale per 100 mt e ci si butta in un sentiero che porta sulla strada di Lerca...da cui poi si va a Sciarborasca o su asfalto o per sentiero che corre poco sopra la strada.
link
edit/delete

specialr

22.03.2014 16:52

Si a me dislivello registrato circa 1400mt.
Comunque d'accordo sul portage: nella tratta alta era così bello il panorama che quasi quasi credevo in dio..
link
edit/delete

One_1

02.06.2015 22:08

Si inizia con una buona dose di asfalto, ma su strada poco trafficata e piacevole. Poi salita fino al Prariundo sempre pedalabile con un po' di gamba (molto smossa la parte centrale) e in ambiente spettacolare. Dal rifugio si parte su carrareccia, ma presto ci si rende conto che pedalarsela tutta è impossibile. Meglio mettere la bici in spalla e guardare il panorama.
Bellissimo giro escursionistico, se non siete di quelli a cui interessa solo la discesa.
Grazie
link
edit/delete

lazzaro54

15.03.2016 09:08

portage obbligatorio o si può anche spingere?
link
edit/delete

BAROLO71

15.03.2016 09:22

Tendenzialmente Puoi anche spingere....si parla di tratti brevi..niente di lungo
link
edit/delete

nandroglione

01.11.2016 10:15

Bellissimo giro di ampio respiro, molto panoramico. Abbastanza impegnativa la salita su sterrato, il tratto in cresta obbliga un continuo saliscendi ma non è eccessivamente faticoso. Bellissima poi la discesa e davvero diverse possibilità dal Gava, Basta seguire una qualsisasi delle evidenti tracce di mtb.

Infos

Inserito da
Bonny84
Avatar
Tipologia
Itinerario da A ad A
Inserito il
22.06.2013
Località
Via del Mare, 58, 16011 Arenzano GE, Italia
Regione
Liguria
Tempo Percorrenza
6-7 ore
Distanza
43.0 km
Dislivello
1880
Difficoltà tecnica
difficile
Condizione fisica
medio duro
Scarica la traccia GPS
Devi essere registrato e loggato per poter scaricare le tracce GPS.
Visite
668
Downloads
164
Giri da fare
Condividi
Valutazione degli utenti

Ricerca

Cerca negli itinerari


Vuoi rimanere informato?

Usa le nostre RSS-Feeds:
Itinerari: RSS
Commenti: RSS

Login

Per poter usare la | Itinerari (inserire itinerari, scaricare le tracce GPS), devi loggarti.

MTB-MAG.com | Itinerari 2004-2019 | Maps © Thunderforest, Data © OpenStreetMap contributors